Jump to content

max&anto

Member AMINT
  • Posts

    3,562
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by max&anto

  1. Grazie Gio... Magari un giorno se riesco faccio un salto dalle tue parti a trovare Federico per vedere un pò di Dactylorhiza. Buon Fine settimana. Un saluto da Massimo
  2. Ciao Gio.... mi indichi dove è presente questa discussione?? Mi interesserebbe leggerne i contenuti. Dopo aver osservato la "dinarica" in Abruzzo, ritendo non vi siano differenze con le "Ns." Un saluto da Massimo
  3. Ciao a tutti, riconfermo quanto espresso l'anno scorso, a mio parere coriophora coriophora!! Luciano, ti posso dire che, da quanto ho potuto osservare, "ama" terreni umidi.... L'ho incontrata in 2 stazioni.... Nella prima, sono scomparse a causa dei cinghiali Nella seconda, che seguo da 3 stagioni, ci sono minimo 150 piante che prosperano in compagnia di centinaia di Serapias vomeracea.... Quando ero stato da te, a ripensarci, ritengo ci siano ambienti adatti al ritrovamento di questa entità..... quindi "cerca, cerca" come dice sempre l'Amico Mauro O. Un salutone a tutti Massimo
  4. Che aggiungere??? Grande Mauro.... Un saluto a tutti da Massimo
  5. Ciao Lucy, al volo.... L'odore è un carattere!! Il più importante?? Forse.....o forse no!! Io parlo per esperienza personale.... L'amico Mauro Ottonello mi ha fatto vedere questa entità circa 5 anni fa, quando, se vogliamo la confusione o meglio la "superficialità" con la quale veniva trattata era ancora maggiore. L'ho osservata attentamente, annusata per bene e..... puzzava.... e anche tanto!! Per contro, Lui questo tipo di "osservazione" non l'ha mai fatta. Eppure la specie la conosce bene e anche la riconosce.... Io ho cercato di imparare, cogliere quelli che erano i caratteri necessari per identificarla.... L'ho cercata tanto nelle mie zone, sino a quando ne ho finalmente trovato 3 piante in una piccola porzione di terreno.... e purtroppo se le sono mangiate i cinghiali. Poi 3 anni fa la svolta.... ho trovato una stazione con centinaia di piante (circa 300!!) e lì mi sono davvero sbizzarrito. Ho osservato e odorato tantissimi steli..... molti emettevano un fortissimo odore di cimice, ma ne ho trovato anche tanti che non puzzavano, anzi l'odore era quasi "gradevole". Quest'anno un poco strano, la stazione contava "solo" una 60ntina di piante. Un saluto da Massimo
  6. Ciao a tutti, come ben sapete, è "riduttivo" e anche un poco semplicistico avere la pretesa che la "Natura" si adegui alle Ns. "necessità di classificazione". Quelli che ho elencato sono "caratteri" utili al riconoscimento, ma non sono solo quelli! Il fatto che ne manchi uno, non significa che ci si trovi di fronte a qualcos'altro.... Può capitare di imbattersi per esempio in una sphegodes con il sepali bianchi oppure in una holosericea con i sepali verdi. Detto questo, anche in questa pianta che ha presentato Giordano, io ci vedo i caratteri di coriophora: Bratee "sfumate", sperone più corto dell'ovario, labello fortemente ripiegato, infiorescenza "disordinata"..... in generale l'aspetto è quello della subsp. nominale. Poi bisogna vedere la popolazione, il luogo di ritrovamento, l'eventuale convivenza con la subsp. fragrans (ho un paio di segnalazioni per il Piemonte dove le 2 subsp. convivono anche se non sono riuscito a verificare di persona). Ritengo che l'ambiente sia importante.... i luoghi in cui l'ho vista erano sempre piuttosto "freschi" e "umidi".... Il fatto che la Vs. stazione sia su una sponda del Piave (quidi presumo con terreno umido) non fa che confermare il fatto che prediliga questa tipologia di ambiente. Sarebbe interessante sapere dove Giò le trova in Val d'Aosta, le uniche piante che ho visto presenti sul Forum e che portano verso questa subsp. Comunque, ribadisco che non sono un esperto, stò "studiando" e cercando di capire anche io. Un caro saluto a tutti e grazie per l'attenzione. Massimo
  7. Luciano, prendi la macchina tranquillo!! I caratteri che si vedono per me la confermano con un buon margine di sicurezza. Sperone e bratee "color vinaccia", labello fortemente ginocchiato, aspetto della pianta.... tutti caratteri che me la fanno riconoscere. La fragrans non si presenta mai così!! Un saluto da Massimo
  8. Giordano, è un vero spettacolo!! Un saluto da Massimo
  9. Ciao Gio, le piante che presenti (a parte quella con il labello bianco), sono ibridi con la morio (sperone orizzontale). Un saluto da Massimo
  10. Ciao Giuliano, l'incontro interessante..... molto interessante. Mi sento di confermarti che si tratta della subsp. nominale. Mi puoi dare indicazioni sul luogo di ritrovamento? Tipologia di terreno (io ne ho trovato una stazione consistente in un terreno "umido") quota, tante piante?? Circa l'odore, alcune puzzano davvero ma altre non non emettono un odore sgradevole. Un saluto da Massimo
  11. Caro Nino, la voglia di tornare c'è e non è detto che una scappata non riesca a farla. Un abbraccio Massimo
  12. Carissimo Nino da qualche giorno mi stavo chiedendo a che punto fossero le fioriture nella Meravigliosa Sicilia. Bella documentazione di questa orchidea che mi é tanto cara. Complimenti e ....a presto Massimo
  13. Ciao Marika, io ti direi che secondo me è proprio l'ibrido. Un saluto da Massimo
  14. Ciao carissimo Nino, domani parto per tornare nella mia Amata Sicilia. Non abbiamo ancora organizzato le escursioni, appena ho notizie ti chiamo così ci si incontra. Saremo un bel gruppetto.... Questa non vedo l'ora di incontrarla. Nell'attesa mi gusto le tue belle immagini. A presto.... Massimo
  15. Ho verificato e si tratta proprio di un impollinatore noto.... Un saluto da Massimo
  16. Ma sulla spirotromba è piena di masse polliniche!!! Si tratta di un impollinatore?? Vado a verificare sull'elenco ..... Un saluto da Massimo
  17. Annamaria, ma che gran colpo di ...... MERAVIGLIOSA!! Non ci sono parole per descrivere la più elegante orchidea italiana (a mio modesto avviso) in forma apocromica. Complimentissimi per l'incontro davvero spettacolare. Un saluto da Massimo
  18. Ciao VIto, molto belle davvero, quest'ibrido assume delle colorazioni straordinarie. Un piccola precisazione: quella "molto colorata" (foto 9 e 10) è una D. sambucina. Un saluto da Massimo
  19. Ciao, direi che non si tratta di neglecta.... Potrebbero essere ibridi con vomeracea. In tutti gli esemplari fotografati, le brattee sono troppo lunghe per essere delle neglecta. Anche l'ipochilo non è completamente "fuori" da casco tepalico. Un saluto da Massimo
  20. Ciao caro Nino, eccola finalmete la "prima" ophrys Sicula.... Povera, ha avuto la sfortuna di dover affrontare un tempo che si addice più al "nord" che non al solito tepore che la bella Sicilia offre abitualmente in questo periodo. Anche a nome di Antonia, ti rinnovo i Migliori Auguri sia per il tuo compleanno che per il Nuovo anno appena iniziato. Un caro saluto da Massimo e Antonia
  21. Ciao Giacomino, avevo già visto alcune immagini che mi aveva inviato Ennio A. Spettacolare vedere ancora le epipactis in Dicembre. Un caro saluto da Massimo
  22. Cari Amici, è vero, i miei interventi sono sempre più radi, ma gli impegni e il tempo non mi consentono di rispondere come vorrei. Sappiate che però seguo tutte le discussioni, anche in "altri lidi". Sul quesito posto da Nino in relazione alle fioriture, ripropongo integralmente un mio intervento fatto sul Forum del GIROS avente per oggetto l'antesi precoce della massiliensis: "A mio modesto parere si tratta senza ombra di dubbio delle prime fioriture della Nuova Stagione. Tale convinzione è motivata dal fatto che, le foglie che danno origine allo scapo floreale si sono appena formate e l'antesi di questa entità si prolunga sino a Febbraio/Marzo (in questa stazione). Molte altre specie iniziano la "stagione" vegetativa nel medesimo periodo, solo che fioriranno più avanti..... Epipactis autumnalis che in determinati anni prosegue la fioritura anche in periodi di pieno inverno, (a proposito, mi piacerebbe sapere se ce ne sono ancora in antesi) avendo iniziato a fiorire in estate è (sempre secondo me) da annoverare come una delle ultime specie della stagione. In Liguria, l'ultima entità a fiorire è sicuramente Spiranthes spiralis, che ha concluso l'antesi pochissimo tempo fa (ho trovato le ultime piante in fiore il 24 di Ottobre) ed infatti l'apparato fogliare che si stà sviluppando è quello che darà origine allo scapo floreale in antesi a Settembre/Ottobre 2015, ossia la Nuova Stagione." Aggiungo soltanto che l'amico Ennio A. mi ha inviato pochi giorni orsono alcune foto di Epipactis autumnalis con alcuni fiori aperti e altri ancora in boccio. Davvero incredibile!! Un caro saluto da Massimo
  23. Caro Nino, bellissima documentazione, complimenti davvero!! E' sempre una grande emozione vedere in tutto il suo splendore questa maestosa orchidea. Nicola, devo dissentire!! la prima orchidea della stagione "italiana", l'Ophrys sphegodes subsp.massiliesis è già fiorita (probabilmente ai primi del mese) in Liguria. Questa mattina il Forum del GIROS ha qualche problema, ma li si possono vedere le immagini. Un saluto da Massimo
  24. Ciao Valentina, dubito fortemente possa trattarsi di una flavomarginata dato che si tratta di una specie che cresce nelle zona egee Se ci proponessi qualche foto, sicuramente sarebbe cosa gradita e aiuterebbe a giungere ad una determinazione. Un saluto da Massimo
×
×
  • Create New...

Important Information