Jump to content
Sign in to follow this  
Archivio Micologico

Adelphella babingtonii (Berk. & Broome) Pfister, Matočec & I. Kušan 2009

Recommended Posts

Adelphella babingtonii (Berk. & Broome) Pfister, Matočec & I. Kušan 2009

Tassonomia
Divisione Ascomycota
Classe Pezizomycetes
Ordine Pezizales
Famiglia Pezizaceae

Sinonimi
Pachyella babingtonii (Berk. & Broome) Boud. 1907
Pachyella depressa (Rehm) Boud. 1907

Etimologia
L'epiteto Adelphella deriva dal greco adelphoí (ἀδελφοί) = fratelli , per la crescita in numerosi esemplari riuniti. L'epiteto babingtonii è dedicato al micologo Babington del XIX° sec.

Ascoma
Apotecio di forma prima turbinata poi discoidale, con il centro depresso, diametro di circa 2-5 mm, di colore bruno. Gli esemplari sono gregari, riuniti in gruppi, vivono su legno di Alnus spp. e si sviluppano su legno bagnato o immerso parzialmente in acqua.

Carne
Gelatinosa, di discreta consistenza.

Habitat
Gli esemplari vivono su legno di Alnus spp. e si sviluppano su legno bagnato o immerso parzialmente in acqua.

Microscopia 
Aschi cilindrici ottasporici, con le pareti leggermente, ma distintamente amiloidi.
Spore (18,0) 18,3-21,6 (21,9) × (9,9) 10,4-13,2 (14,0) µm; Q = (1,5) 1,6-1,78 (1,8); N = 30; Media = 19,8 × 11,8 µm ; Qm = 1,7; cortamente ellissoidali, biguttulate, lisce, ialine, con occasionale presenza di altre piccole guttuline.
Parafisi cilindracee, sottili, clavate, settate, con pigmento bruno nell'apice delle parafisi. 
Alcune parafisi dell'excipulum ectale mostrano cellule rigongie sferiche, catenulate, e sono intercalate alle parafisi cilindriche, sottili.
L'excipulum medullare è formato da ife ramificate, settate, che formano una textura intricata.

Particolarità 
Le ife dell'excipulum medullare, sui setti mostrano i corpi di Woronin, presenti solo negli ascomiceti, dove il setto ha un poro, che in situazioni di stress, viene parzialmente o totalmente chiuso da corpuscoli di citoplasma, che permettono così di regolare il passaggio di sostanze e soprattutto liquide da una cellula all'altra. È da notare come i corpi di Woronin siano normalmente molto difficili da osservare per le minute dimensioni, tanto che esiste poca iconografia di queste strutture, le foto sono spesso realizzate al SEM (Microscopio Elettronico a Scansione), mentre nel nostro caso sono stati osservati agevolmente al Microscopio Ottico.

Commestibilità e tossicità
Non commestibile.

Note tassonomiche
La Pachyella babingtonii è l'unica specie del genere Pachyella che è stata trasferita nel genere Adelphella (Pfister 2009). Gli studi degli autori sono basati su citologia, morfologia e  esami molecolari, e hanno dimostrato che i tre generi Adelphella, Pachyella e Boudiera sono vicini, ma con sufficienti caratteri per essere distinti. A tutti e tre i generi appartengono specie che vivono sul legno molto bagnato, periodicamente sommerso dall'acqua.

Somiglianze e varietà
Pachyella clypeata (Schwein. : Fr.) Le Gal 1958, ha spore di dimensioni più grandi con intervallo delle misure che non si sovrappone a quello di Adelphella babingtonii.
Pachyella peltata
 Pfister & Cand. 1981, ha spore di dimensioni molto più grandi con intervallo delle misure che non si sovrappone a quello di Adelphella babingtonii.
Pachyella pseudosuccosa 
(Le Gal) Pfister 1981, ha spore di dimensioni più grandi con intervallo delle misure che non si sovrappone a quello di Adelphella babingtonii.
Peziza punctispora
 (Pfister) Donadini 1980, ha spore di dimensioni più grandi con intervallo delle misure che non si sovrappone a quello di Adelphella babingtonii, e piccole decorazioni puntiformi in rilievo sulla superficie sporale.
Pachyella violaceonigra (Rehm) Pfister 1974, ha spore di dimensioni molto più grandi con intervallo delle misure che non si sovrappone a quello di Adelphella babingtonii, e colore dell'ascoma viola scuro.

Bibliografia
MEDARDI, G., 2006. Atlante fotografico degli Ascomiceti d'Italia. Ed. AMB.
PFISTER, D.H., MATOČEC, N. & KUŠAN, I., 2009. Integrated studies in the classification of the Pezizaceae. Re-evaluation of the genus Pachyella with a new seggregate genus Adelphella. Mycologia Montenegrina. 11: 7-17.
VAN VOOREN, N., 2014. Cahiers de la FMBDS 4: 4-5.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Tomaso Lezzi e Manuel Atzeni - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT. 

 

Regione Trentino Alto Adige (BZ); Luglio 2019; Foto di Tomaso Lezzi.
(Exsiccatum TL190725-05)

Adelphella babingtonii 02.jpg

Adelphella babingtonii 03.jpg

Adelphella babingtonii 05.jpg

Aschi ottasporici, spore e parafisi. Osservazione in Rosso Congo; 40×.

Adelphella babingtonii 24 Aschi Parafisi RC 40x.jpg

Aschi ottasporici, spore e parafisi. Osservazione in Rosso Congo; 100×.

Adelphella babingtonii 27 Aschi Parafisi RC 100x.jpg

Aschi ottasporici e spore. Osservazione in Melzer; 100×.

Adelphella babingtonii 07 Aschi Melzer 100x.jpg

Excipulum ectale con struttura a celle globose, con terminazioni clavate contenenti pigmento bruno. Osservazione in Melzer; 100×.

Adelphella babingtonii 08 Aschi Melzer 100x.jpg

Excipulum ectale con struttura a celle globose. Osservazione in Rosso Congo; 100×.

Adelphella babingtonii 33 Parafisi ife rigonfie RC 100x.jpg

Excipulum ectale con struttura a celle globose, con terminazioni clavate contenenti pigmento bruno. Osservazione in Melzer; 400×.

Adelphella babingtonii 15 Aschi spore parafisi Melzer 400x.jpg

Adelphella babingtonii 20 Parafisi Melzer 400x.jpg

Excipulum ectale con struttura a celle globose. Osservazione in Rosso Congo; 400×.

Adelphella babingtonii 36 Parafisi ife rigonfie RC 400x.jpg

Adelphella babingtonii 37 Parafisi ife rigonfie RC 400x.jpg

Aschi ottasporici e spore nella parte superiore dell'immagine; excipulum medullare con struttura intricata nella parte bassa dell'immagine.
Osservazione in Rosso Congo; 40×.

Adelphella babingtonii 25 Aschi Parafisi RC 40x.jpg

Excipulum medullare con struttura intricata. Le ife dell'excipulum medullare, sui setti mostrano i corpi di Woronin, presenti solo negli ascomiceti, dove il setto ha un poro, che in situazioni di stress, viene parzialmente o totalmente chiuso da corpuscoli di citoplasma, che permettono così di regolare il passaggio di sostanze e soprattutto liquide da una cellula all'altra. È da notare come i corpi di Woronin siano normalmente molto difficili da osservare per le minute dimensioni, tanto che esiste poca iconografia di queste strutture, le foto sono spesso realizzate al SEM (Microscopio Elettronico a Scansione), mentre nel nostro caso sono stati osservati agevolmente al Microscopio Ottico.
Osservazione in Rosso Congo; 400×.

Adelphella babingtonii 43 Doliporo RC 400x.jpg

Osservazione in Rosso Congo; 1000×.

Adelphella babingtonii 46-9b Doliporo RC 1000x.jpg

Adelphella babingtonii 53 Doliporo RC 1000x.jpg

Adelphella babingtonii 54-5 Doliporo RC 1000x.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adelphella babingtonii (Berk. & Broome) Pfister, Matočec & I. Kušan 2009; Regione Trentino Alto Adige (BZ); Luglio 2019; Foto di Paolo Avetrani.
(Exsiccatum TL190725-05)

25072019-_DSC5547.jpg.ba9701b86ec7feb8e2eefefb96c55801.jpg

25072019-_DSC5550.jpg.f2e80a7e9367a72a4b628913ba79c8a3.jpg

Aschi, parafisi e spore. Osservazione in Melzer; 400×.

2033568561_DSC_0389meltzer400x.thumb.jpg.e875f74f7dd8313c94d85a904205a50f.jpg

1999014473_DSC_0390meltzer400x.jpg.f36a0843ea736566538288435b14533c.jpg

1964304648_DSC_0391meltzer400x.thumb.jpg.763134adc2e41153bd14f14db52eb027.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adelphella babingtonii (Berk. & Broome) Pfister, Matočec & I. Kušan 2009; Regione Lombardia, Lenna (BG); Maggio 2011; Foto e microscopia Angelo Mariani.

23.jpg.bf15b8a7363342ccdf7e0fa9847c5ee4.jpg

Spore 19-21 × 12,5-14 µm, ellissoidali, lisce, biguttulate, con contenuto granuloso.

24.jpg.112cf3bc103eff438ac568a8969aeee6.jpg

25.jpg.39c7935ec88dd211cdc441ad1b99fd25.jpg

Imenio, reazione amiloide nella parte medio bassa degli aschi.

26.jpg.edb45733d569ef67e4f3f09469ea3553.jpg

Aschi, fino a 360 × 17-19 µm, amiloidia non rilevata.

27.jpg.39dd7e29b76728e5353d1c71d8b21f08.jpg

Aschi e parafisi.

28.jpg.a728bdba9615859b38d9814fa3193d27.jpg

Aschi.

29.jpg.8de57eb8dcac57bae447a71a575d886f.jpg

Base degli aschi.

29.jpg.8de57eb8dcac57bae447a71a575d886f.jpg

Parafisi, claviformi allargate all'apice fino a 10 µm.

31.jpg.75536c5875d5f90a3c902f5608fe4ff1.jpg

 

30.jpg.85cb014b80620e25e95f24a01b3e4681.jpg

Excipulum medullare con ife intrecciate.

32.jpg.137be076e23ecf3f6b8e2a89c2edb4dc.jpg

Excipulum medullare e parte dell'excipulum ectale.

33.jpg.4b12b9677e4ac944968c257f2d9ea603.jpg

Excipulum ectale formato da cellule globose e da terminali allungati.

34.jpg.09a06e9486fd828882935538616d9f69.jpg

Excipulum ectale, parte terminale.

35.jpg.6a51aa943575f7622322ff88690218d2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adelphella babingtonii (Berk. & Broome) Pfister, Matočec & I. Kušan 2009; Regione Lombardia, loc. Roncobello (BG), 700 m s.l.m.; Maggio 2011; Foto e microscopia Massimo Biraghi.

Raccolta su legno deteriorato inzuppato d'acqua ai bordi di un ruscello, in associazione con Cudoniella clavus.

36.jpg.8fea13af473a3896513eff44f3612923.jpg

Aschi e spore.

37.jpg.d013a2d8eee76c8c6ea27eb4b1178db5.jpg

Aschi e Parafisi.

38.jpg.e1d57ac5224e50c4bbbba1e1a71aa17a.jpg

Aschi in Melzer.

39.jpg.cff786485d3ef41d0c3bd882df32b67f.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information