Vai al contenuto
Archivio Micologico

Rubroboletus rhodoxanthus (Krombh.) Kuan Zhao & Zhu L. Yang 2014

Recommended Posts

Rubroboletus rhodoxanthus (Krombh.) Kuan Zhao & Zhu L. Yang 2014

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Boletales
Famiglia Boletaceae

Nome italiano
Boleto rosseggiante; boleto cangiante.

Sinonimi
Boletus sanguineus var. rhodoxanthus Krombh. 1836
Boletus rhodoxanthus (Krombh.) Kallenb. 1925
Boletus rhodopurpureus var. rhodoxanthus (Krombh.) Bon 1985
Suillellus rhodoxanthus (Krombh.) Blanco-Dios 2015

Etimologia
rhodhoxanthus = rosso e giallo, rif. al colore.

Cappello
8-20 cm, emisferico poi convesso, particolarmente carnoso, con cuticola feltrata nel giovane, bianco sporco-grigiastra con sfumature rosate ± evidenti, generalmente più intense al margine.

Tuboli e pori
Tuboli corti e arrotondati al gambo, giallo-verdastri e bluastri al taglio; pori piccoli, rotondi, da giallo a rosso-arancio, rapidamente blu alla pressione.

Gambo
5-13 × 3-6 cm, massiccio, da obeso a cilindraceo, da giallo cromo a giallo oro, con base ingrossata, arrotondata e rossastra; ricoperto da un fine e netto reticolo rosso sangue, in contrasto con il colore del fondo, con zone erose giallo vivo.

Carne
Compatta e molto soda, giallo cromo e rapidamente blu al taglio nella zona del cappello e talvolta all'apice del gambo; giallo cromo immutabile nel gambo e rossastra alla base.

Habitat
Cresce isolato o in piccoli gruppi, in maniera prioritaria su terreno acido, solitamente in boschi di latifoglie, dall'estate all'autunno, non ovunque diffuso.

Microscopia
Bruno olivastre in massa, ellissoidali, 10-14 × 4-6 µm.

Commestibilità o Tossicità
Non commestibile data la sua tossicità per lo più costante.

Osservazioni
È un bellissimo boleto dalle colorazioni brillanti, dal rosso sangue dei pori all'acceso contrasto del reticolo col fondo del gambo.

Somiglianze e Varietà
Le possibili confusioni avvengono con Imperator rhodopurpureus (Smotl.) Assyov, Bellanger, Bertéa, Courtec., G. Koller, Loizides, G. Marques, J.A. Muñoz, N. Oppicelli, D. Puddu, F. Rich. & P.-A. Moreau  Boletus rhodopurpureus Smotl., che ha però tonalità rossastre nel cappello più evidenti e carne virante al blu intenso anche sul gambo.
Rubroboletus satanas (Lenz) Kuan Zhao & Zhu L. Yang = Boletus satanas Lenz si differenzia per il viraggio discontinuo ma diffuso anche sul gambo, per il portamento più massiccio e per il particolare odore che emana.
Altre possibili confusioni possono avvenire con Rubroboletus legaliae (Pilát & Dermek) Della Maggiora & Trassin. = Boletus legaliae Pilát & Dermek e Rubroboletus rubrosanguineus (Cheype) Kuan Zhao & Zhu L. Yang = Boletus rubrosanguineus Cheype ma anche in questi casi, il viraggio presente solo nel cappello in Boletus rhodoxanthus aiuta nella determinazione.

Note nomenclaturali
Nell'anno 2014, con l'avvento delle analisi filogenetiche la specie è stata segregata nel neogenere Rubroboletus. Nel 2015 la specie è stata ricombinata nel genere Suillellus tuttavia persistono discordanze tra i vari autori su quale nome prioritario debba avere questa specie. Tutte le ricombinazioni in Suillellus di Blanco Dios riferite a taxa diversi da queletii e luridus sono prive di supporto filogenetico e quindi risulterebbero non valide. Ne consegue che attualmente la collocazione corretta di questo fungo è nel genere Rubroboletus.

Bibliografia
KUAN, ZHAO, GANG, WU, & ZHU, L. YANG, 2014. A new genus, Rubroboletus, to accommodate Boletus sinicus and its allies. –Phytotaxa 188(2):61-77.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Giovanni Satta - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.


Regione Toscana; Novembre 2008; Foto di Federico Calledda.

post-620-1227782675.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information