Jump to content

Pino Conserva

Member AMINT
  • Content Count

    186
  • Joined

  • Last visited

About Pino Conserva

  • Rank
    Utente Junior

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Residenza
    roma
  • Interessi
    micologia tossicologia

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. a ragionar coi se ovviamente è complicato; io ho interpretato il fungo a carne bianca guardando le screpolature ed il pezzetto di cappello mancante, però tutto è possibile; ho scopeerto comunque che Leccinum scabrum, nel gruppo di betulla, non ha piede glauco, mentre ce l'ha versipellis, a pileo rossastro; risulta anche a voi?
  2. sono d'accordo con Flavio, ma è stato assaggiato? dovrebbe essere mite e la carne biancastra, priva di toni giallastri
  3. GRAZIE no, era bianchissimo; il dubbio era se poteva essere qualche forma biancastra di altra specie; è la prima volta che lo trovo, era solo uno, e circa l'odore farinoso ho sempre qualche dubbio confrontandolo col prunulus; la foto lho fatta scura volutamente pensando di schiarirla poi;
  4. sotto castagno, pileo sui 8 cm, nettamente fibrillato, completamente bianco, non virante, piede con lievi toni azzurrini; odore gradevole, non direi farinoso, intendendo con quel termine l'odre del Clitopilus prunulus; che ne dite?
  5. considerando il piede glauco, ci starebbe amche duriusculum oppre virare su versipelle secco, o ancora scabrum
  6. carpoforo coriaceo, e gleba,la parte interna, subito marrone scuro
  7. infatti, questo escude amoenolens; su ATLAS c'è paramoenolens che sembra più calzante, anche per l'odore assente; ma non ho testo o scheda, in wekend proverò a ricerca
  8. ho fatto qualche altra foto per allenarmi; nella prima un basidio con GAF. in questa una ifa imeniale con GAF ed una spora appoggiata; le altre pallette che si vedono ... sono guttule, non spore! in questa qualche misurazione al volo; quei puntini piccoli erano tanti dappertutto e mobilissimi: batteri?
  9. no la carne è biancastra, forse qualche tono viola, ma lieve, sul gambo e nella carne c'era, ma ripeto, lieve; comunque ho appena fatto sporata ed esclude amoenolens, a spore nettamente citriformi! c'è tuttavia paramoenolens, inodore e spore semplicemente amigdaliformi; le misure sono grosso modo 12 x 7, sono quelle in foto, più tardi farò medie varie; considerando il la reazione sul pileo bruno ho escluso serie Platipus e la serie Parvus, specie di calochroi a pileo biancastro e lamelle viola; C. boudieri è di conifera ed ha spore più piccole; ho fatto il percorso sul pileo biancastro ma poi controlllo anch'io Funga Nordica
  10. sempre sotto castagneto in collina, ho trovato questo bel cortinario a pileo biancastro con macchie appena ocra, e lamelle chiaramente violacee; col KOH direi negativo su carne dapertutto e su bulbipellis (parte basale del piede poco sopra la rizomorfa); sul pileo reazione come vedete: reazione nulla si intende trasparente? allora in questo caso direi brunastra; ho sempre il dubbio che il brunastro coincida col semplice umidificare la parte; voi come lo considerate? cappello di taglia medio grande, odore indistinto, sapore? non lo ricordo (m'avete distratto con altri funghi); cmq ho pensato amoenolens, intanto che verifico sporata
  11. KOH negativo, odore di barba di mais o appena terroso (col tuo patata mi pare ci possano stare) sono ulteriori indizi; ci vorrebbe una conferma micro, se ti capita qualcuno che viene al GEMA, completiamo l'opera
  12. non le ho contate ma sicuramente supero le 30 spore; cmq ho 6 immagini micro e sopratutto ho l'esemplare; Mario lo porto al Gema e mi insegnerai qualcosa con la tua esperienza ; ritornando al caso la chiave è quella o vesterholtii senza toni aranciati o aff vesterholtii con toni aranciati pallidi; questa la foto, dell'esemplare raccolto martedì; al momento i toni erano ancora più chiari, io direi vesterholtii, ma non escludo aff vestterholtii, sicuramente non ovoideisporum che avrebbe toni aranciati intensi; aggiungo correggo qualche dato: diametro del cappello 4 cm, non di più e gambo 7 mm; gli aghi vicino al collo sono conici non spatulati; guardando la foto mi sembravano almeno in parte spatulati ma controllando con la lente sono conici! l'importanza di quest'ultimo dato non è ancora chiaro; per completare il discorso della chiave: ellipsosporum pubblicato dall'Autore, Ostrow H, Beenken L. 2004, mostra questi dati sporali (8)8,5-11(12) 10,0 x (5)5,5-7,5(9) 6,6 Qm= (1,1)1,3-1,8(1,9) 1,5 e giustamente l'Autore denominava il fungo ellipsosporum; Olariaga invece riporta Lm 9,8-10,6 Qm= 1,55-1,75; sembrano quisquillie ma con Olariaga siamo in spore a forma oblunga (>1,60)! i criteri della Basso, ripresi dal Bas, sono un pò arrotondati; vedi foto; naturalmente non metto in discussione gli Autori, ma penso che le misurazioni vanno prese con un minimo di tolleranza, così come gli habitat.
  13. ho inviato foto misurazioni ma i valori sono: 8,54 x 6,72 con Qm 1,29; siamo inn ambito spore ellissoidi, valori tra 1,17 e 1,54; in questo gruppo, gli unici esemplari privi di toni arancio sono Hydnum repandum alba, con idni decorrenti, e Hydnum vesterholtii, con idni adnati; i dati pubblicati di vesterholtii dicono fungo slanciato, gambo fino a diam 9 millimetri; spore largamente ellissoidali a ovoidale (Qm 1,27-1,30; Lm 8.2-8.7 micron). principalmente in faggi. l'unica cosa che non quadra è il Faggio, ma il castagno fa parte della stessa famiglia! ho conteggiato solo 12 spore ma la coincidenza, considerati anche i margini ristretti dei valori è incredibile; cmq, non avendo eccessiva dimestichezza con le misurazioni al microscopio, al Gema mi piacerebbe ricontrollare insieme . buona notte
  14. porcaccia miseria ladra non so dove sia finita la foto in habitat; cmq gli esemplari sono ancora in buono stato e domani provvedo! la foto degli idni l'ho fatta; almeno vicino al collo sono spatulati! non sono riuscito a far meglio con le foto; provvedo subito a fare altre misurazioni
×
×
  • Create New...

Important Information