Vai al contenuto

Pino Conserva

CS AMINT
  • Numero contenuti

    126
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Pino Conserva

  • Categoria
    Utente Junior

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Residenza
    roma
  • Interessi
    micologia tossicologia

Visite recenti al profilo

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Pino Conserva

    Cortinarius olidus ?

    piede bulboso non marginato, lamelle biancastre e pileo squamuloso (così mi pare) sono ottimi indizi per C. olidus, ma se completi i dati consigliati anche da Tom ci possiamo ragionare, ed anche fare micro, il 5-7 ottobre siamo a Campo di Giove convegno GEMA!
  2. Pino Conserva

    Hydnum vesterholtii?

    raccolto oggi nel cstagneto di Rocca di Papa: diverse postazioni di rufescen ad occhio, ma questo gruppetto aveva i toni biancastri! taglia del cappello sui 5-6 cm, pileo ocra pallido privo di toni aranciati, habitus snello con gambo biancastro che non raggiunge il centimetro, idni non decorrenti, e come si vede in foto conici, non a paletta; spore ellittiche. Le dimensioni sporali mostrano una oscillazione ampia: lunghezza 8,2-11,2 e larghezza 6,5-9,3 con Qm 1,20. Hydnum repandum var alba ha idni decorrenti e basidioma carnoso, gambo fino a due centimetri; in questo caso il gambo potrebbe sembrare anche carnoso ma era più lungo (reciso per foto!) e decisamente snello; Hydnum albidum invece è decisamente bianco ed ha spore più piccole; rimane Hydnum vesterholtii cui sembra corrispondere: qualcuno ha idee migliori? grazie
  3. Pino Conserva

    Cortinarius cisticola?

    ho trovato una chiave aggiornata del 2015 sui calochroi e arrivo sempre a cisticola, specie anche di latifoglia;
  4. Pino Conserva

    Volvopluteus earli?

    Ciao Manuel allora Auguri al Maestro! facendo il confronto con l'erba mi sembra di piccola taglia ma i cheilocistidi lungamente digitati, nelle immagini a me note, sono a collo più stretto e più lungo, insomma digitato; per fortuna abbiamo Tom sentiamo che dice
  5. Pino Conserva

    Cortinarius cisticola?

    Cortinarius 60 mm di diametro nel cappello, di un bel colore giallo, appena olivastro molto vivace; nessun tono rossastro né lilacino o viola; lamelle lilacine, gambo e carne biancastri, piede nettamente marginato; micelio biancastro; KOH su pileo rosso vinoso, rosa su carne pileica, nulla su base del piede; spore 12 x 7 µm, amigdaliformi, subcitriformi; verrucosità grossolana; faggeta del Monte scalambra; questo il percorso effettuato: Piede marginato Lamelle e/o carne biancastra, crema o ocracea, brunastra, violacea, non giallo, verde o olivacea Cappello inizialmente senza colori blu o violaceo, ma a volte con resti di velo violaceo Lamelle inizialmente con colori violacei o blu e/o bulbipellis distintamente rosa in KOH spore > 9 µm ; il quadrato della misurazione è mosso! non fateci caso! Carne non distintamente rosa con KOH (può essere leggermente grigiastra); odore non significativo; Pileo giallo, olivastro o giallo marrone; questo il percorso su Funga Nordica ove poi arrivo a C. cisticola; C. aureopulverulentus, picea betulla C. kristinae, Picea C. barbarorum di conifera; KOH rosso brunno su pileo, rosa sul bordo piede C. barbaricus, Peccio, KOH su pileo rosa rosso C. catharinae, biancastro con sfumature gialle C. cisticola, latifoglie o Heliantenum; C. calochrous ha spore più piccole e micelio giallo avete qualche suggerimento? Grazie
  6. Ciao Enzo

    ho dato una risposta al tuo triplex; sto facendo un lavoro su questo genere e ho in programma di controllare le schede in archivio; se usi il microscopio mi farebbe piacere anche collaborare su questo ed altri generi;  posso eventualmente utilizzare tua foto anche per una mia pubblicazione?

    grazie

  7. Pino Conserva

    Geastrum triplex vs G. saccatum

    Ciao Enzo lo pseudocollare lo si può trovare anche in altri Geastrum; il Geastrum non dovrebbe essere triplex; il primordio è a pera (lageniforme) color ocra e la superficie sembra feltrata, non glabra, quindi Geastrum saccatum. Il primordio del triplex ha forma subglosa, a fico, è vinosa e vira al viola se stropicciato.
  8. Pino Conserva

    Cortinarius alcalinophilus in faggeta

    speriamo di avere le spore; cmq c'è un ulteriore conferma con l'exsiccata: seguendo Funga Nordica non diventano vinoso o porpora ! vedremo
  9. Pino Conserva

    Cortinarius alcalinophilus in faggeta

    scusate per le foto; la seconda non rispecchia bene il colore reale; la seconda poi non sono riuscito a orizzontarla
  10. Pino Conserva

    Cortinarius alcalinophilus in faggeta

    in faggeta; lamelle verdastre e piede marginato; reazione al KOH come vedete, rosso brunastro sul pileo , nulla sulla carne, rosso sulla parte basale del piede, (bulbipellis?); micelio giallo! questo carattere restringe il cerchio a C. odoratus, forte odore di fiori d'arancio, residui velari assenti; C. atrovirens, reazione verdastra col KOH sulla carne, odore di pepe, residui velari assenti; C. alcalinophilus, grigio rosa sulla carne, rosso bruno alla base del piede; residui velari evidenti. le reazioni del KOH indirizzano a odoratus, L'odore potrebbe mancare perchè ancora immaturo? Per alcalinophilus manca la reazione grigio rosa sulla carne; in effetti noi l'abbiamo considerata nulla ma come vedete, si nota una sfumatura, che potremmo considerare grigiastra, ma che sul posto abbiamo interpretato come affetto caustico del KOH sulla carne. Che ne pensate? le misurazioni sporali, sperando di trovarle, forse chiariranno il quesito.
  11. Pino Conserva

    Boletoide

    considerando il gambo costolato prova Xerocomus ferrugineus
  12. Pino Conserva

    fungo su legno a lamelle

    la carne ocra al taglio indirizza verso Daedaleopsis; Lenzites biancastra. Daedaleopsis septentrionalis ha pileo biancastro ed è di Betulla. in foto non vedo bene il taglio
  13. Pino Conserva

    Boletus luteocupreus?

    col mio amico Dino abbiamo trovato diversi esemplari che ponevano lo stesso dubbio: luteocupreus o rhodopurpureus? io propendo per il secondo, come in questo caso, per l'omogeneità della diffusione del colore laddove in B. luteocupreus, essendo il viraggio espressione della tendenza a macchiarsi alla pressione, allo sfregamento o anche solo al minimo contatto con fili d’erba, gocce d’acqua o fuscelli. Viene quindi a crearsi un particolare effetto cromatico composito e disomogeneo, formato da macchie rosso-ramate nelle zone traumatizzate (blu in quelle colpite di recente). l'evoluzione cromatica a partire dal giallo si origina per traumi localizzati e non per una spontanea evoluzione cromatica come accade invece in B. rhodopurpureus.
  14. Pino Conserva

    Sarcodon illudens

    Commento e foto disgiunte! aggiornerò l'immagine delle spore!
  15. Pino Conserva

    Sarcodon illudens

    spore misurate correttamente
×

Important Information