Jump to content

Gianni Pilato

Soci AMINT
  • Content Count

    1,431
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Gianni Pilato

  1. una delle particolarità di questo luogo è la presenza di un bosco di betulle ( Betula pendula ) che ne caratterizza l'unicità del luogo. Questa specie arborea infatti vive di solito in climi freddi ed in ambienti di tundra nelle alte quote dell'Europa centro-settentrionale. In Italia ce ne sono sparute popolazioni nell'arco alpino e nell'appennino......ma qui l'altezza sul livello del mare è solo 250 m e la distanza da questo, in linea d'aria solo 13 km...................
  2. avrete notato che la colorazione dell'acqua non è proprio cristallina.....infatti contiene una altissima quantità di zolfo.......tutto l'ambiente e infatti pregno del suo odore nausaebondo e nelle giornate di calma di vento.........all'interno della depressione qualche selvatico ne fa le spese, non di rado infatti rimangono vittime dei due tipi di gas che si sprigionano: anidride solforosa ed anidride carbonica che essendo più pesanti dell'aria ristagnano a terra
  3. Queste manifestazioni....così eclatanti.......stanno infatti a testimoniare una intensa attività vulanica avvenuta poco meno di un milione di anni fa
  4. Il termine caldara.......probabilmente deriva dal gergo popolare che avvicina questo ambiente ad un enorme calderone, pentolone........di acqua bollente INFATTI.......ecco una delle caratteristiche pozze ribollenti
  5. breve introduzione: La caldara di Manziana è un Monumento Naturale istituito con la legge regionale del 26 settembre 1988. E' un ecosistema complesso che si ritrova esclusivamente in questo microhabitat
  6. altro piccolo contributo alla bellezza di questo fungo
  7. forse un fungo tanto bello quanto..........puzzolente però in fatto di bellezza.....non si può certo discutere voi che ne dite?
  8. Mauro..........non stavo smad........ndo.......stavo solo riflettendo su quale fosse la reale necessità della "multifunzionalità" di ogni songolo pulsante visto che ce ne hanno messi tanti : Stavo poi pensando se il fatto di aver scelto una macchina che mi permettesse la completa gestione della stessa.....avesse minato nel profondo il mio sistema neurovegetativo Mi stavo infatti chiedendo se era il caso di incaponirsi nel cercare di gestirla o se invece prendere filosoficamente atto che .........la maledetta.......stava gestendo il mio sistema nervoso. : Gianni
  9. Ma a fine giro..........l'incidente Ci siamo imbattuti in una fioritura di.............purtroppo niente cesto......niente contenitori..........se non le nostre borse delle digitali......... Decisione drammatica.......macchinette a tracolla e funghi dentro le borse... non potevamo di certo lasciarli in sito........ Rapida uscita dal bosco per dare il giusto contenitore ai funghi: il cesto lasciato volutamente in macchina Cantharellus cibarius
  10. in tali occasioni.........la nostra "attrezzatura"......è ridotta al minimo: macchinetta digitale.....e fogli di alluminio (per mantenere integri ed isolati gli uni dagli altri i funghi da verificare) Pluteus sp (per ora)
  11. Effettivamente questa mattina ......solito giro con Mush alla ricerca di funghi "da studio". In questo contesto......le nostre attenzioni vengono rivolte a dei funghi......diciamo cosi......."particolari" Trichaptum biforme
  12. Mi dispiace......ma non posso esserti utile nella determinazione, L'unica certezza che ho.......è che non avendo le lamelle, mi sembra che accennassi a dei pori strettissimi (significa la spugna che ha sotto il cappello ?) posso solo escludere che si tratti di una Mycena......altro non saprei dirti. Gianni
  13. tutto questo potrebbe far storcere il naso ai "micofagi".........i Phallus hanno fatto storcere il naso anche a noi...........ma ci siamo divertiti lo stesso e stiamo già preparando l'uscita di sabato prossimo.....con la speranza di potervi raccontare ritrovamenti più interessanti sotto il profilo alimentare. ciao Gianni
  14. Ed ora.......qualcosa che ci ha fatto sobbalzare..........per capire il perchè occorre precisare che i primordi avevano le dimensioni equivalenti a palle da tennis......e l'esemplare adulto aveva un'altezza di circa 30 cm con un diametro al piede di circa 5 cm..........in letteratura tali dimensioni sono pressochè assurde da trovare..............ma non abbiamo nessuna voglia di farne una "specie nova"......ne tantomeno una "varietà".......riteniamo che possa ricondursi tutto nella variabilità della specie.....connessa a particolari condizioni climatiche Phallus impudicus............giganteschi
  15. altro ritrovamento interessante.... Amanita vaginata var. alba (mi scuso per la qualità pessima della foto)
  16. per far capire quanto la stagione micologica sia in ritardo........questo ritrovamento la dice lunga...... un bel gruppetto di Amanita verna........o decipiens........purtroppo non avevamo con noi la soluzione di KOH............ma stiamo già pensando di organizzarci
  17. uno Xerocomus sp. .........con tutto il fermento che c'è su questo genere......dire altro....sarebbe un suicidio
  18. purtroppo il vento della settimana scorsa non ha permesso lo sviluppo dei miceti....però la giornata è stata comunque interessante e gradevolissima.....come sempre....quando si è in compagnia di buoni amici.....ma passiamo in rassegna i ritrovamenti: Russule
  19. un indigeno.......per lui questo magnifico bosco ........non ha segreti
  20. La splendida faggeta.........da affrontare.....per la prima "sgambata" seria dell'anno
  21. Sabato abbiamo fatto la prima uscita ufficiale con il GMR: rigorosamente in ordine alfabetico Buchenwald Mauba Milvus Nebularis......destinazione....la faggeta di Monte Venere in quel del Lago di Vico...........esatto stesso luogo del Raduno Cpme al solito ....appuntamento prestissimo ed arrivo sul luogo altrettanto presto........... PREPARATIVI
  22. Ora siete curiosi di sapere cosa stesse fotografando...vero? un bellissimo sporoforo di Volvariella hypopithys = V. pubescentipes = Volvaria plumulosa.............considerate che il diametro del cappello misurava ben 1,5 cm e lo stipite raggiungeva la considerevole misura di 2 cm ve la presento....
  23. Impegnato e concentratissimo nel fotografare un fungo...a dir poco microscopico.........il nostro amico Mauba
×
×
  • Create New...

Important Information