Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'Caryophyllaceae'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Associazione Micologica Italiana Naturalistica Telematica - A.M.I.N.T.
    • A.M.I.N.T. La nostra Associazione Micologica
    • Raduni e Manifestazioni A.M.I.N.T.
    • Nuclei Territoriali AMINT
  • C.S. AMINT - Area Riservata Micologica
  • Discussioni Micologiche
    • Foto Funghi trovati divisi per Anno di Competenza
  • Didattica Micologica
    • Legge 124/2017 - Art.1 commi 125-129
  • Archivio Micologico Generale Fotografico
    • Indice dei contenuti
    • Novità!
    • Funghi Commestibili
    • Funghi Velenosi
    • Funghi Non Commestibili o Sospetti
  • C.S. AMINT - Area Riservata Botanica
  • Discussioni Botaniche
    • Novità!
    • Schede di Alberi e Arbusti
    • Schede delle erbe, piante e fiori spontanei
    • Flora Mediterranea
    • Un Fiore alla volta di Giorgio Venturini
  • Orchidee Italiane
    • Collaborazioni
    • Forum G.I.R.O.S.
    • Galleria Fotografica AMINT delle Orchidee Italiane
    • Segnalazione Ritrovamenti delle Orchidee nelle Regioni Italiane
    • Schede delle Orchidee Italiane
    • Schede Fotografiche degli Ibridi di Orchidee
    • Schede Fotografiche dei Lusus di orchidee
  • Zoologia

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Residenza


Interessi

Found 4 results

  1. Spergularia rubra (L.) J. & C. Presl. =Spergularia radicans Presl., Spergularia campestris (L.) Asch. Tassonomia Ordine: Caryophyllales Famiglia: Caryophyllaceae Nome italiano Spergularia comune. Foto e descrizione Pianta di piccole dimensioni, suffruticosa, annua o bienne raramente perenne, alta fino a 20 cm; radice sottile, leggermente legnosa, disposta verticalmente; fusti ramificati, legnosetti alla base, prostrati, glabri, internodi della parte inferiore dei fusti radicanti, parte superiore dei fusti pubescente-glandulosa ed ascentente; foglie non carnose, opposte, corte, lineari, mucronate, frequentemente disposte in fascetti simili a verticilli, stipole di forma triangolare-lanceolata, più lunghe che larghe, argentee, acuminate, scariose, a volte bifide; infiorescenza densa, pubescente-glandulosa posta all’ascella di brattee lunghe circa quanto il pedicello e simili alle foglie, pedicello lungo 6-10 mm eretto-patente; fiori attinomorfi, pentameri, ermafroditi, sepali densamente pubescenti, ovali, ottusi e scariosi al margine, petali ovali, di colore rosa, lunghi pressappoco quanto i sepali; 5-10 stami, 3 stili, ovario supero; il frutto è una capsula ovoidale con 3 valve, contenente numerosi semi piriformi di colore castano-scuro. Cresce su terreni sabbiosi, ghiaioni, pascoli, margini di sentieri e strade. Presente su tutto il territorio italiano. Fiorisce da marzo a luglio da 0 a 2700 m s.l.m.. Alpi del Meribel (Francia), 2700 m s.l.m., Luglio 2013, foto di Donato Palermo.
  2. Silene dioica (L.) Clairv. = Lychnis sylvestris Schkuhr, Melandrium diurnum Fr. Tassonomia Ordine: Caryophyllales Famiglia: Caryophyllaceae Foto e descrizione Pianta erbacea, perenne, rizomatosa col fusto eretto ricoperto da villosità e da peli glanduliferi nella parte superiore. Le foglie di colore verde sono tomentose e di consistenza erbacea; le inferiori sono di forma spatulata e picciolate, mentre le superiori sono oblanceolate. L'infiorescenza è un dicasio paucifloro, le brattee assomigliano alle foglie superiori, il calice è di forma ovoide e villoso, con i denti triangolari e acuti nei fiori femminili e ovato-ottusi in quelli maschili; i fiori sono generalmente di colore rosa scuro, a volte bianchi, con 5 petali bilobati che hanno alla base della fauce piccole ligule bifide dello stesso colore. Gli stami sono 10 e gli stili 3, il frutto è una capsula ovoide con denti ricurvi a maturità, contenete numerosi semi tubercolati. Fiorisce da aprile a novembre, da 300 a 2200 m s.l.m., nei sottoboschi, negli orli boschivi e prati umidi. Presente in tutta Italia ad esclusione di Calabria e Isole maggiori. Regione Emilia Romagna, 1500 m s.l.m., Luglio 2006, foto di Gianni Bonini.
  3. Heliosperma alpestre (Jacq.) Griseb. = Silene alpestris Jacq. Tassonomia Ordine: Caryophyllales Famiglia: Caryophyllaceae Nome italiano Silene alpestre. Foto e descrizione Pianta erbacea perenne, cespitosa, alta fino a 30 cm; radice fittonante, fusto sottile, ascendente o eretto, ramoso e vischioso nella parte superiore; foglie basali in rosetta, spatolate, ottuse, foglie del caule opposte, lineari, acute all’apice e ciliate alla base; infiorescenza vischiosa, formata da cime bipare, lasse, sorrette da lunghi pedicelli; fiori pentameri, ermafroditi; calice tronco alla base, munito di corti peli ghiandolosi, campanulato, sinsepalo, denti calicini rossastri all’apice; corolla con corona di scaglie alla fauce, ciliate e bidentate, petali lunghi 3-6 mm, bianchi o più raramente rosei, lembo con 4 denti, i due denti centrali più grandi dei laterali; 10 stami, 3 stili, ovario supero; il frutto è una capsula ovoidale lunga circa il doppio del calice, con 6 denti apicali ricurvi a maturazione, contenente numerosi semi lenticolari. Cresce in ambienti umidi detritici e sassosi, presso sorgenti e margini di ruscelli, preferibilmente con substrato calcareo. In Italia è presente nelle seguenti regioni: Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Fiorisce da giugno ad agosto, da 900 a 2200 m s.l.m.. Regione Piemonte, 900 m s.l.m., giugno 2011, foto di Giovanni Baruffa.
  4. Cerastium latifolium L. Tassonomia Ordine: Caryophyllales Famiglia: Caryophyllaceae Nome italiano Peverina a foglia larga. Foto e descrizione Pianta erbacea perenne, ricoperta da peli semplici e ghiandolosi, alta fino a 15 cm; radice fascicolata; fusti fioriferi striscianti, gracili, ascendenti, leggermente legnosi alla base, senza residui di foglie secche dell’anno precedente, le foglie poste sugli steli basali formano lassi cuscinetti; foglie largamente lanceolate, di colore verde-grigiastro, opposte, sessili e vellutate; infiorescenza formata da 2-4 fiori sorretti da pedicelli più lunghi del calice; fiori di notevoli dimensioni rispetto alla pianta, attinomorfi, ermafroditi; calice con 5 sepali liberi, lanceolati, ottusi e con il bordo scarioso; corolla campanulata dialipetala, formata da 5 petali bianchi, ovali, bifidi a lobi larghi, lunghi il doppio dei sepali; 5 stili, ovario supero lisicarpico; il frutto è una capsula leggermente ricurva, contenente numerosi semi. Cresce su terreni ghiaiosi, rupi e sfasciumi di montagna, preferibilmente con substrato calcareo. In Italia è presente in Valle d'Aosta, Piemonte e Lombardia, dubbio in Trentino Alto Adige; fiorisce in luglio-agosto, da 1500 a 3000 m s.l.m.. Regione Valle d'Aosta, 2500 m s.l.m., luglio 2011, foto di Giomalvi.
×
×
  • Create New...

Important Information