Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'hypholoma capnoides'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Aree Tematiche Riservate Soci AMINT
    • Rete Nazionale Ritrovamenti Micologici
    • I Funghi trovati e raccolti Oggi: fotografati e/o descritti
  • Associazione Micologica Italiana Naturalistica Telematica - A.M.I.N.T.
    • A.M.I.N.T. La nostra Associazione Micologica
    • Raduni e Manifestazioni A.M.I.N.T.
    • Nuclei Territoriali AMINT
  • C.S. AMINT - Area Riservata Micologica
  • Discussioni Micologiche
    • Foto Funghi trovati divisi per Anno di Competenza
  • Didattica Micologica
    • Legge 124/2017 - Art.1 commi 125-129
  • Archivio Micologico Generale Fotografico
    • Indice dei contenuti
    • Novità!
    • Funghi Commestibili
    • Funghi Velenosi
    • Funghi Non Commestibili o Sospetti
  • C.S. AMINT - Area Riservata Botanica
  • Discussioni Botaniche
    • Schede di Alberi e Arbusti
    • Schede delle erbe, piante e fiori spontanei
    • Flora Mediterranea
    • Un Fiore alla volta di Giorgio Venturini
  • Orchidee Italiane
    • Collaborazioni
    • Forum G.I.R.O.S.
    • Galleria Fotografica AMINT delle Orchidee Italiane
    • Schede delle Orchidee Italiane
    • Schede Fotografiche degli Ibridi di Orchidee
    • Schede Fotografiche dei Lusus di orchidee
  • Zoologia

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Residenza


Interessi

Found 1 result

  1. Hypholoma capnoides (Fr. : Fr.) P. Kumm. 1871 Tassonomia Ordine Agaricales Famiglia Strophariaceae Genere Hypholoma Sezione Hypholoma Etimologia L'epiteto Hypholoma deriva dal greco ὑφος [hýphos] = tessuto e dal greco λῶμα [loma] = frangia, per le decorazioni solitamente presenti sul cappello. L'epiteto capnoides deriva dal greco καπνός [kapnόs] = fumo e dal greco εἷδος [eídos] = aspetto; per il colore delle lamelle. Sinonimi Naematoloma capnoides (Fr. : Fr.) P. Karst. 1879 Geophila capnoides (Fr. : Fr.) Quél. 1886 Dryophila fascicularis var. capnoides (Fr. : Fr.) Quél. 1888 Dryophila capnoides (Fr. : Fr.) Quél. 1888 Psilocybe capnoides (Fr. : Fr.) Noordel. 1995 Cappello Cappello 3-6 cm da emisferico a spianato ed infine revoluto, liscio, episodicamente igrofano, vischioso, si presenta solitamente con cromatismi giallo-aranciati e con il centro rossastro, margine a maturità ondulato o anche fessurato. Presenta residui velari bianchi appressati al margine. Velo secondario ben sviluppato nei soggetti giovani, all'esordio unisce il margine del pileo al gambo, poi presto evanescente, lascia come residuo una macchia nerastra pseudoanulare sul gambo per la caduta delle spore e piccole placche al margine del cappello. Il colore dominante del cappello è arancio, rosso bruno al disco e giallo al margine, con riflessi verdastri. Imenoforo Lamelle mediamente strette, adnate, grigie nei soggetti giovani ed infine brunastre con toni porporini, con assenza di toni giallo-verdastri.Filo regolare bianco. Gambo Gambo lievemente ingrossato alla base, giallo, più scuro e con tonalità arancio brunastre alla base. Carne Carne dal biancastro al giallo, con colorazioni più intense alla base dello stipite, sapore dolce, odore fungino. Habitat Lignicolo, cresce su tronchi e ceppi degradati di conifere, non necessariamente fascicolato, anche apparentemente terricolo su legno infossato nel terreno o sulle radici degli alberi, dalla primavera all'autunno, fino ai primi freddi invernali negli ambienti subalpini e alpini. Microscopia Spore (6,6) 7,1-8,4 (8,9) × (3,6) 4,2-5,0 (5,3); Q = (1,4) 1,5-1,8 (2,1); N = 71; Media = 7,7 × 4,6 ; Qm = 1,7; da ellissoidali ad amigdaliformi. Crisocistidi presenti. Si definiscono "crisocistidi" quei particolari cistidi presenti nei generi Nematoloma, Flammula, Pholiota ed Hypholoma. Si presentano di dimensioni pari o solitamente inferiori ai basidi, con contenuto giallo oro, claviformi, a parete sottile e con collo corto alla sommità. In blu cotone si colorano interamente di blu mentre la reazione con l'ammoniaca esalta il loro contenuto e lo rende di un giallo vivo e rifrangente. GAF assenti. Commestibilità e tossicità Hypholoma capnoides è molto simile a Hypholoma fasciculare (Huds. : Fr.) P. Kumm e a Hypholoma lateritium (Schaeff. : Fr.) P. Kumm. che sono specie tossiche, e per questo è un fungo che deve essere raccolto da esperti solo se si è assolutamente certi della determinazione. Possiede carne dolce e non amara. Specie simili Hypholoma lateritium (Schaeff. : Fr.) P. Kumm. ha invece taglia generalmente maggiore, cappello e base del gambo di colore rosso-mattone, lamelle di colore giallo-grigiastre e poi olivastre con riflessi violacei; possiede carne lievemente amara ed è tossico. Il simile Hypholoma fasciculare, anch'esso tossico, si distingue facilmente con un semplice esame organolettico, in quanto questa specie è fortemente amara. Scheda di proprietà AMINT realizzata da Luca Astori - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT. Regione Trentino Alto Adige; Ottobre 2019; Foto e microscopia di Luca Astori. Ritrovamento sotto abete rosso a 1550 m s.l.m. Spore (6,6) 7,1-8,4 (8,9) × (3,6) 4,2-5,0 (5,3); Q = (1,4) 1,5-1,8 (2,1); N = 71; Media = 7,7 × 4,6 ; Qm = 1,7; da ellissoidali ad amigdaliformi. Osservazione in Acqua a 1000×. Crisocistidi. Si definiscono "crisocistidi" quei particolari cistidi presenti nei generi Nematoloma, Flammula, Pholiota ed Hypholoma. Si presentano di dimensioni pari o solitamente inferiori ai basidi, con contenuto giallo oro, claviformi, a parete sottile e con collo corto alla sommità. In blu cotone si colorano interamente di blu mentre la reazione con l'ammoniaca esalta il loro contenuto e lo rende di un giallo vivo e rifrangente. Osservazione in Rosso Congo a 1000×. Crisocistidi. Osservazione in Rosso Congo a 1000×.
×
×
  • Create New...

Important Information