Jump to content
Sign in to follow this  
Gruppo Botanico AMINT

Lobularia maritima (L.) Desvaux

Recommended Posts

Lobularia maritima (L.) Desv. subsp. maritima

 

Tassonomia

Ordine: Brassicales

Famiglia: Brassicaceae (Cruciferae)

 

Foto e Descrizioni

Pianta erbacea perenne multicaule con radice fittonante lignificata, cespitosa, alta da 15-20 a 30-40 cm, con villosità biancastro-cinerea (per peli 2-forcati a navetta); fusticini legnosetti e afilli (con cicatrici fogliari) alla base, ± ramificati; foglie alterne, sessili a lamina intera da lungamente obovato-spatolata a sublineare-lanceolata (lunghe da 5-6 mm fino a 3-4 cm, raramente anche di più); fiori in racemi apicali ad asse nudo (senza brattee), dapprima subglobosi, tendenti ad allungarsi man mano che inizia la fruttificazione (fruttificano prima i fiori più in basso lungo il rachide dell'infiorescenza); calice dialispalo con 4 sepali ellittici e ottusi, privi di gibbosità basali a margine intero brevemente scarioso (lente); corolla 4-mera con petali liberi (lunghi da 2 a 4 mm), generalmente bianchi, raramente bianco-giallastri o rosati (esistono comunque delle cultivar ornamentali con petali rosato-violacei) con limbo da subrotondo a largamente ellittico, drasticamente ristretti in una breve unghia giallo-verdastra; androceo con stami 4-dinami (4 centrali e 2 laterali leggermente più brevi degli altri), antere di un colore giallo-intenso; gineceo formato da un ovario supero 2-carpellare sincarpico, stigma capitato persistente; si tratta di pianta nettarifera, il nettare, molto profumato (conferisce ai fiori un tipico odore di miele) è prodotto da 8 nettarii infrastaminali, 4 centrali lesiniformi e 4 periferici molto più brevi; il frutto è una siliquetta ellittica o subrotonda lunga 2-3 mm, da verde-giallastra a rossiccia.

Generalmente fiorisce da marzo a settembre-ottobre, ma in ambienti particolarmente favorevoli la si ritrova fiorita tutto l'anno.

Specie spontanea del bacino del Mediterraneo e delle Isole Canarie, molto apprezzata a scopi ornamentali, è stata introdotta, naturalizzandosi, anche in altri Paesi; in Italia è presente allo stato spontaneo in tutte le Regioni ad eccezione di Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Marche; naturalizzata in Friuli Venezia Giulia e Veneto; presenza da verificare in Emilia Romagna e Umbria (in quest'ultimo caso come specie avventizia).

Predilige ambienti sabbiosi non molto distanti dal mare, quindi è molto frequente in zone retrodunali o in prossimità di stagni costieri; il suo habitat si allarga, comunque a rupi costiere e in località anche distanti dal mare, preferibilmente su depositi alluvionali o su suoli da neutri ad alcalini. Vegeta da 0 a 1200 m s. l. m.

 

Scheda breve di proprietà AMINT realizzata da G. B. Pau

 

Lobularia maritima (L.) Desv. subsp. maritima, Regione Sardegna, 5 m s. l. m., 14 novembre 2010 - Foto di G.B. Pau.

 

post-9799-098084000%201289852765.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information