Jump to content
Sign in to follow this  
Gruppo Botanico AMINT

Ophrys argolica subsp. crabronifera (Sebast. & Mauri) Faurh.

Recommended Posts

Ophrys argolica subsp. crabronifera (Sebast. & Mauri) Faurt.

Sinonimi
Ophrys exaltata Auct. non Ten.
Ophrys fuciflora subsp. exaltata Auct.
Ophrys crabronifera Sebast. & Mauri

Tassonomia
Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Liliopsida
Ordine: Orchidales
Famiglia: Orchidaceae

Nome italiano
Ofride calabrone

Etimologia
Il nome del genere deriva dal greco ophrys=sopracciglio, forse perchè questo tipo di fiore veniva utilizzato per ricavare tinture per capelli e sopracciglie (come riferiva Plinio il vecchio), o forse per la forma dei tepali interni, simili appunto a sopracciglie.
Il primo nome specifico (argolica) si riferisce ad una regione greca (l'Argolide) del Peloponneso, dal luogo dei primi ritrovamenti di questa orchidea e dal latino crabro=calabrone

Descrizione
Pianta alta 20-60 cm, fusto eretto, robusto.

Foglie
Foglie inferiori ammassate alla base, le alte guainanti.

Fiori
Infiorescenza lassa e allungata, 3-8 fiori, brattee assai più lunghe dell'ovario; sepali ovato-lanceolati, biancastri o rosei, raramente verdastri, con venatura mediana verde, quello centrale eretto, i laterali rivolti all'infuori; petali lanceolati da bianchi a porpora, raramente verdini, pubescenti; labello grande, convesso, con gibbosità basali assenti o minime, di colore variabile, dal bruno-giallastro al bruno-rossiccio o bruno-scuro, disegno plumbeo di due piccole macchie simmetriche, spesso collegate tra loro a ferro di cavallo. apicolo importante, triangolare, verde-giallastro, rivolto in avanti e in basso.

Tipo corologico
Euromediterranea

Periodo di fioritura
Marzo-maggio

Territorio di crescita
localizzata nell'Italia centrale

post-4431-0-79019800-1392481110.jpg


Habitat
Prati aridi, garighe, boschi luminosi.

Somiglianze e varietà
Ophrys argolica subsp. biscutella O. Danesch & E. Danesch Kreutz che si differenzia dalla macula (solitamente più unita a formare un paio di occhiali), dell'apicolo (più ridotto e intero) e per la base della cavità stigmatica più stretta.

Note
L'impollinazione avviene ad opera di api solitarie, appartenenti al genere anthophora.


Scheda di proprietà AMINT realizzata da Annamaria Bononcini e Gianni Bonini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica


Link utili

Indici temi Botanici - Galleria dei Fiori Piante e Frutti dell'Associazione AMINT - Schede delle Orchidee Italiane


Ophrys argolica subsp. crabronifera (Sebast. & Mauri) Faurh., Regione Toscana, Aprile 2008 - foto di Gianni Bonini

post-4431-1228241991.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information