Vai al contenuto

Recommended Posts

Psathyrella piluliformis (Bull.) P. D. Orton

 

Sinonimi

Psathyrella hydrophila (Bull.) Maire

Etimologia

Dal Latino psathyrus = soffice, fragile e piluliformis = a forma di pallina, di pallottola.

Tassonomia

Ordine Agaricales

Famiglia Psathyrellaceae

Descrizione

Specie con crescita lignicola e cespitosa, presenta un cappello caratteristicamente emisferico, igrofano, con cuticola liscia, di aspetto opaco, raramente anche leggermente rugosa. Colorazioni pileiche bruno-rossastre con tempo umido, bruno-giallastre con tempo asciutto; margine ondulato e spesso con residui del velo. Lamelle abbastanza fitte, adnate al gambo, inizialmente biancastre, subito su toni grigiastri, infine brunastre a maturazione. Gambo cilindrico, abbastanza robusto per il genere, di colore biancastro ed ornato da fibrille e/o residui del velo, che gli donano un aspetto sericeo, anello non presente. Carne leggermente bruno-rossastra nel cappello, crema molto chiaro altrove, su tonalità grigie con tempo asciutto, odore leggero, gradevole, sapore insignificante. Fruttifica in gruppi di molti individui cespitosi su legno, ceppaie o alla base di tronchi di latifoglia, in particolare Fagaceae, in via di deperimento.

Microscopia

Spore 4,6-5,6 × 2,6-3,4 µm, ellissoidali, leggermente faseoliformi e con poro germinativo poco distinto.

Cheilocistidi 19-30 × 7,5-11,5 µm, clavato-ellissoidali e oblunghi, largamente fusiformi, anche ovoidi-utriformi.

Pleurocistidi 25-33 × 10-14 µm, da oblunghi-ovoidi a subutriformi.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Massimo Biraghi. Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

 

Regione Sardegna; Novenbre 2014; Foto, descrizione e microscopia di Massimo Biraghi.

Su tronco di Castanea sativa.

post-2286-0-45165800-1418663105.jpg

post-2286-0-42594300-1418663115.jpg

post-2286-0-49557900-1418663119.jpg

Spore 4,6-5,6 × 2,6-3,4 µm, ellissoidali, leggermente faseoliformi e con poro germinativo poco distinto.

Osservazione 400×.

post-2286-0-94720800-1418663226.jpg

Osservazione 1000×.

post-2286-0-80702900-1418663245.jpg

post-2286-0-07999500-1418663249.jpg

Cheilocistidi 19-30 × 7,5-11,5 µm, clavato-ellissoidali e oblunghi, largamente fusiformi, anche ovoidi-utriformi.

Osservazione 400×.

post-2286-0-53115500-1418663396.jpg

Osservazione 1000×.

post-2286-0-52995500-1418663416.jpg

post-2286-0-14924300-1418663420.jpg

Pleurocistidi 25-33 × 10-14 µm, da oblunghi-ovoidi a subutriformi.

Osservazione 1000×.

post-2286-0-62379700-1418663481.jpg

post-2286-0-52146700-1418663485.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Psathyrella piluliformis (Bull.) P.D. Orton; Regione Toscana; Ottobre 2008; Foto di Tomaso Lezzi.

post-2993-1226146253.jpg
enc.gif

Degli esemplari giovani in cui si vede bene il velo che unisce il bordo del cappello al gambo.

post-2993-1226146339.jpg
enc.gif

Degli esemplari adulti in cui il velo si è strappato, ma è ancora ben evidente al bordo del cappello.

post-2993-1226146411.jpg
enc.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Psathyrella piluliformis (Bull.) P.D. Orton; Regione Marche; Ottobre 2010; Foto di Tomaso Lezzi.

Crescita fortemente fascicolata e bordo del cappello con velo biancastro.

post-2993-040635400%201288810864.jpg

post-2993-080336900%201288810861.jpg

Un particolare del cappello "a pallottolina".

post-2993-073172700%201288810945.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Psathyrella piluliformis (Bull.) P.D. Orton; Regione Marche; Anno 2005; Foto di Pietro Curti.

Psathyrella cespitosa e lignicola, cappello emisferico, igrofano e brunastro con tempo umido, bruno giallastro con tempo secco, il margine si presenta ondulato, spesso ornato da residui velari. Lamelle grigio brunastre, fitte e con margine bianco, gambo rettilineo e sovente ricurvo, lievemente allargato alla base, finemente ornato da fibrille sericee e residui velari. Odore debole gradevole e sapore nullo, cresce sui residui legnosi morti delle latifoglie, privilegiando Quercus e Fagus.

post-36492-0-38410200-1462177037.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information