Jump to content

Recommended Posts

Scrophularia canina L.

 

Tassonomia

Ordine: Lamiales

Famiglia: Scrophulariaceae

 

Foto e Descrizioni

Pianta erbacea perenne con fusti basali legnosi e superiori erbacei, glabra anche se a volte ha ghiandole sessili, i fusti sono molto ramificati. Le foglie di colore verde sono picciolate, composte, con foglioline disposte su due file, glabre e sessili o con corto picciolo, con segmenti oblanceolati, interi, le cauline somiglianti alle basali ma con lamina trilobata. L'infiorescenza è in cime bipare semplici o composte, i fiori spuntano all'ascella fogliare disposti alternativamente, bratteati e peduncolati, il calice ha sepali ovali, ottusi e con margini membranosi lacerati biancastri, la corolla è di colore violetto col labbro superiore bilobo, 2 lobi laterali stretti e allungati e 1 inferiore corto, tutti sono ricurvi e coi lobi bordati di colore crema o biancastri, 4 stami fertili con antere violette e 1 staminodo lineare biancastro che supera gli stami. Il frutto è una capsula ovoide verdastra contenete semi nerastri. Fiorisce da aprile a settembre, da 0 a 1500 m s.l.m., in sentieri, bordi boschivi e ghiaioni. Presente in tutta Italia.

Note: Tutta la pianta emana uno sgradevole odore di cimice.

In Italia sono presenti 2 subsp.:

Scrophularia canina L. subsp. bicolor (Sm.) Greuter presente maggiormente in ambito mediterraneo e che ha i lobi superiori marginati di bianco ed è presente solo in Liguria, Marche, Abruzzo, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna..

Scrophularia canina L. subsp. canina con foglie basali più strette, sempre pennatosette e lobi superiori dei fiori tutti di colore viola scuro, è presente in Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche e Umbria.

 

Regione Toscana, 700 m s.l.m., Maggio 2007, foto di Gianni Bonini.

 

post-665-1178577955.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information