Jump to content

Recommended Posts

Cordyceps militaris (L. : Fr.) Fr. 1818

Tassonomia
Divisione Ascomycota
Classe Sordariomycetes
Ordine Hypocreales
Famiglia Cordycipitaceae

Sinonimi
Clavaria gemmata Schaeff. 1774
Sphaeria militaris (L.) Ehrh. 1791
Hypoxylon militare (L.) Mérat 1821
Xylaria militaris (L.) Gray A 1821
Corynesphaera militaris (L.) Dumort. 1822
Torrubia militaris (L.) Tul. & C. Tul. 1865

Etimologia
L'epiteto Cordiceps deriva dal greco κορδύλη [cordýle] = clava e dal suffisso latino ceps da càput = capo, testa; col cappello a forma di clava.
L'epiteto militaris deriva da miles = soldato.

Ascoma
Di forma sinuoso cilindrica, con apice attenuato, arrotondato, colorazioni arancio pallido, arancio vivo, arancio rosato; a partire dalla base e fino alla zona mediana la superficie è cosparsa da una pruina biancastra, fioccosa e forforacea, mentre la metà superiore fino all'apice dello stroma, corrispondente alla zona fertile, è ricoperta da numerosi minuscoli periteci, che conferiscono all'ascoma un profilo irregolare, ruvido e granuloso.

Carne
Di consistenza fibrosa.

Habitat
Fungo parassita, entomopatogeno, che fruttifica su insetti di diverse specie, in differenti fasi del loro sviluppo, dallo stadio larvale allo stadio adulto, racchiudendo l'ospite all'interno di un evidente strato di micelio giallo biancastro.

Microscopia 
Stroma matrice carnosa che costituisce la parte fertile, situata nella parte alta dell'ascoma.
Periteci:(579,6) 612,0-676,9 (692,8) × (306,7) 323,1-337,4 (369,8) µm; Q = (1,7) 1,9-2,0 (2,1); N = 7; Media = 636,0 × 333,4 µm; Qm = 1,9; contenuti nello stroma, citriformi, che portano all'estremità degli ostioli , aperture in cui sono ospitati gli aschi. 
Ostioli 35-25 µm.
Aschi 250-300 µm, cilindrici, molto allungati, contenenti spore filiformi disposte in serie.
Parafisi simili agli aschi, trasparenti ialine.
Spore: (2,7) 3,0-4,8 (5,8) × (0,9) 1,0-1,6 (1,7) µm; Q = (2,1) 2,3-3,9 (6,7); N = 30; Media = 4,1 × 1,3 µm; Qm = 3,2; allungate lungo gli aschi, multisettate, si frammentano quando a maturità fuoriescono dagli aschi.
Clamidiospore cilindriche. 

Osservazioni
L'infezione inizia con la dispersione dei conidi sulla superficie dell'insetto. Dopo aver attecchito nell'esoscheletro dell'ospite, i conidi, in condizioni idonee, germinano in poche ore, e sono in grado di secernere enzimi idrolitici, proteasi, chitinasi e lipasi, che agiscono sul tegumento esterno dell'insetto ospite, degradandolo gradualmente e dissolvendolo. Questi enzimi svolgono un ruolo molto importante nell'infezione dell'ospite, favoriscono la penetrazione dei conidi e forniscono nutrimento agli stessi in fase di germinazione.

Commestibilità e tossicità
Non commestibile.

Specie simili
Cordyceps capitata (Holmsk.: Fr.) Link., produce fruttificazioni isolate o in grappoli formati da un piede sterile e una testa fertile di
6-10 mm di diametro, marrone finemente punteggiata da piccole macchie più scure, corrispondente agli ostioli del peritecio. Spore
con contorno irregolare con piccole e numerose guttule.
Cordyceps ophioglossoides (Ehrh.: Fr.) Link, produce fruttificazioni isolate o più comunemente, in piccoli grappoli, costituiti da un piede
sterile e una testa fertile, la testa appare nerastra a maturità. Il piede, cilindrico, ha un colore simile alla parte superiore e sfuma verso il giallo alla base. Spore filiformi, multisettate, leggermente elicoidali.
Ophiocordyceps unilateralis (Tul. & C. Tul.) Petch, si differenzia innanzitutto per la sua natura parassitaria più selettiva, infatti, questo fungo entomopatogeno, tipico delle foreste pluviali, ama parassitare principalmente le formiche della specie Camponotus leonardi; lo stroma è di forma sottile ed allungato, con apice appuntito, di colore scuro, brunastro, ambrato ed emerge dalla porzione basale della testa della formica ospite; la parte fertile è costituita da un elemento di forma sferoidale, posizionato nella parte mediana dell'ascoma, sulla cui superficie sono inseriti numerosi periteci di forma arrotondato-ovoidale;
Ophiocordyceps sinensis (Berk.) G.H. Sung, J.M. Sung, Hywel-Jones & Spatafora, morfologicamente più simile a Cordyceps militaris, si differenzia da quest'ultimo per avere lo stroma con la porzione apicale meno arrotondata e più appuntita e una colorazione da giallo arancione ad arancione brunastra, più scura. La parte fertile dell'ascoma è situata nella parte apicale, che è ricoperta da numerosi e minuscoli periteci di forma ovoidale.
Anche Ophiocordyceps sinensis è parassita più selettivo di Cordyceps militaris, in quanto predilige parassitare le larve di Hepialus armoricanus.

Curiosità
Nel 2023 è uscita una serie TV post-apocalittica dal titolo "The last of us", basata su un videogioco action-adventure del 2013, e ispirata alla pandemia CV19, e che è basata sulla storia di una pandemia causata da una specie di Cordyceps mutante che non attacca gli insetti, ma gli uomini, rendendoli degli zombies.

Bibliografia
CEREIJO, D., 2001. O xénero Cordyceps (Fr.) Link en Galicia. Mykes 4: 29-36.
RATHI, A., SINGH, C., PATHAK, P., CHAUDHARY, N. & VYAS, D., 2021. A thematic approach on Cordyceps. Recent trends in mushroom biology.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Giovanni Galeotti, Alessandro Gigli e Tomaso Lezzi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT. 
(Exsiccatum GG191210-01)

Regione Umbria; Dicembre 2019; Foto, e microscopia di Giovanni Galeotti

Ascoma, alla base del quale è possibile osservare l'ospite colonizzato dal micelio.

0D8_9445.jpg.bc3611fa65635ebd0299a55acfea0d2a.jpg

669980871_foto(5).jpg.b5ab25d641c6a420501c169095d732dc.jpg

0D8_9459.jpg.ef137ad33eb99f1dd8a15a7cb8230296.jpg

1938063435_foto(1).jpg.f942ab545947c6e6e49ffa1e0904a151.jpg

19596263_foto(4).jpg.c387ca5bb3b6816bf98937ebf3d3e3fc.jpg

1877863899_foto(2).jpg.d8ffa7f5e83220b99eb5ee4cce824c3c.jpg

Ingrandimento dello stroma, con periteci citriformi, all'apice di ogni peritecio si osserva un zona circoscritta, liscia, di colore più intenso, dove è situato l'ostiolo, che si aprirà per liberare le spore mature.

644859721_foto(2).jpg.440706d9363e5bc131532bb08fcdf795.jpg

Periteci. Osservazione in rosso Congo, a 100×.

1.jpg.fed4557bbf066d75d158ab33d250da80.jpg

Periteci. Osservazione in rosso Congo, a 400×.

image.jpeg

image.jpeg

image.jpeg

image.jpeg

image.jpeg

Periteci, ostiolo. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

5.jpg.6476410df96a457d6d957a63e9e92a46.jpg

Aschi e parafisi. Osservazione in rosso Congo, a 100×.

image.jpeg

Aschi e parafisi. Osservazione in rosso Congo, a 400×.

image.jpeg

image.jpeg

Aschi e spore. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

4.jpg.7e9130dce866066cee1aa2edfa29077c.jpg

image.jpeg

Spore:(2,7) 3,0-4,8 (5,8) × (0,9) 1,0-1,6 (1,7) µm; Q = (2,1) 2,3-3,9 (6,7); N = 30; Media = 4,1 × 1,3 µm; Qm = 3,2; Osservazione in rosso Congo, a 400×.

1.jpg.ea47ad26297f6b707a84fd88eec1b12f.jpg

 Spore. Osservazione in rosso Congo, a 400×.

2.jpg.c5c9ce7b0ce1698f28b8aa4aabdb5143.jpg

Spore. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

6.jpg.b4dd168cd5871911c1eec17fa5a40490.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
  • Archivio Micologico changed the title to Cordyceps militaris (L. : Fr.) Fr. 1818
  • 2 months later...

Cordyceps militaris (L. : Fr.) Fr.; Regione Toscana; Dicembre 2021; Foto di Alessandro Francolini.

Ascomicete che si sviluppa sotto forma di fruttificazione complessiva di periteci; come in altre specie simili i periteci non nascono isolati ma formano delle colonie addensandosi l’un l’altro. I periteci sono immersi nello stroma, un tessuto compatto di ife, lasciando apparire in superficie l’ostiolo, l'apertura che li collega all'esterno. Di solito la presenza degli ostioli è rivelata dalla granulosità della testa stromatica.

Teste stromatiche di colore arancione vivo e dalla forma irregolarmente clavata; il gambo sottostante è cilindrico, liscio, non porta nessun peritecio ed è di colore più chiaro rispetto alla testa.

DSC00031.JPG.63361955c897c3184b18510f056970b3.JPG

La specie fruttifica parassitando larve o crisalidi di lepidotteri interrati. Estratti alcuni esemplari e buona parte del terriccio sottostante, attaccati ai fragili e bianchi cordoncini miceliari, sono state riscontrate solo piccole formazioni globose che si sono disfatte in materiale terroso appena manipolate.

DSC00036.JPG.65f30e4a33cbafa6a88d8a6e2774be79.JPG

DSC00050.JPG.cf03880598510c503cf992c81a57e93e.JPG

Testa stromatica e sue dimensioni. È evidente la presenza di numerosissimi periteci.

DSC00047.JPG.840a140e90d385c2106d34a9844d74a8.JPG

DSC00053.JPG.c661c99acd1f5676d2eba910e79f3cac.JPG

In sezione si nota lo stroma, con i periteci in esso inseriti. La testa stromatica si mostra vuota all'interno.

DSC00057.JPG.2e2980dfaf963183da25309ab159cabb.JPG

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Cordyceps militaris (L. : Fr.) Fr.; Regione Lombardia; Dicembre 2009: Foto, commento e microscopia di Massimo Biraghi.

Ascomicete che fruttifica su larve di lepidotteri morte, precedentemente attaccate dal micelio.

26.jpg

25.jpg

24.jpg

23.jpg

27.jpg

Palizzata degli aschi.

image.jpeg

Aschi. Osservazione a 400×.

image.jpeg

Le ascospore inizialmente sono molto lunghe e filiformi.

image.jpeg

32.jpg31.jpg

Le spore maturando si discaccano in corrispondenza dei setti e generano spore secondarie a forma di piccolo cilindro 4-5(6) × 1,5-2 µm.

image.jpeg

image.jpeg

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy