Jump to content

Recommended Posts

Aleuria aurantia (Pers. : Fr.) Fuckel 1870

Tassonomia
Divisione Ascomycota
Classe Pezizomycetes
Ordine Pezizales
Famiglia Pyronemataceae

Sinonimi
Peziza aurantia Pers. : Fr. 1800
Scodellina aurantia (Pers. : Fr.) Gray 1821
Peziza aurantia f. minor Cooke 1879
Peziza aurantia var. stipitata W. Phillips 1887

Etimologia
Aurantia: relativo al colore arancione dell'ascoma.

Ascoma 
Si presenta sotto forma di coppa, sessile, fino a 10 cm di diametro, spesso irregolarmente ondulato, generalmente schiacciato, anche quando non cresce cespitoso, in maturazione tende a lacerarsi. Il colore della superficie interna (imenio) è di un bell'arancione più o meno carico ed uniforme. La superficie esterna è subconcolore ma può apparire più pallida per la presenza di fini decorazioni biancastre che le conferiscono un aspetto pruinoso o farinoso, a volte può presentarsi liscia per particolari condizione climatiche, priva di peli.

Carne
Ceracea, subconcolore.

Microscopia
Spore ellittiche, 16-18(19) × 8-10 µm ornamentazioni incluse, ialine, con due guttule evidenti da immature ovvero ancora contenute nell'asco; a maturazione munite di creste che possono raggiungere 1,5-2 µm, ornamentazione a reticolo con maglie larghe, parzialmente aperte, allungate ai poli, uniseriate nell'asco.
Aschi ottosporici opercolati, inamiloidi, 180-190(200) × 9-12 µm.
Parafisi cilindriche, settate, allargate all'apice fino a 8-9 µm di diametro.

Habitat
Fruttifica in estate-autunno, tipicamente in zone di montagna, tra la ghiaia dei sentieri, al bordo dei boschi, ma talvolta anche all'interno dei boschi sia di latifoglie che di conifere, con preferenza per i terreni silicei.

Commestibilità e tossicità
Non commestibile.

Specie simili 
Il quadro macroscopico unito a quello microscopico rendono semplice la determinazione di questa specie. Se non si dispone di un microscopio, bisogna fare molta attenzione a caratteristiche proprie di altre specie quali l'inverdimento dell'ascoma, la presenza di minuscoli peli scuri sul bordo dell'apotecio o la presenza di uno stipite ben differenziato.
Caloscypha fulgens (Pers. : Fr.) Boud. potrebbe destare qualche confusione, fruttifica però in primavera nelle zone umide dei boschi con preferenza per quelli di conifera e già nei giovani esemplari si presenta con il bordo dell'apotecio sfumato di verde bluastro.
Il Genere Melastiza accoglie al suo interno alcune specie simili per colore ma ben distinte per la presenza di una peluria scura presente sulla faccia esterna del bordo dell'apotecio (osservare con una lente).
Altro carattere importante da tenere presente è l'assenza di uno stipite ben sviluppato, che separa quindi agevolmente Aleuria aurantia da Sowerbyella rhenana (Fuckel) J. Moravec = Aleuria rhenana Fuckel.
Tremiscus helvelloides (DC. : Fr.) Donk, che fruttifica cespitoso nei boschi montani, viene subito individuato e separato per la sua consistenza gelatinosa ed il portamento generalmente petaloide.

Osservazioni
Ascomicete appariscente per le sue tonalità aranciate. La crescita cespitosa unita alla grandezza ed al colore acceso degli ascomi, sono caratteri piuttosto tipici, anche se non esclusivi, di questa bellissima specie.

Note tassonomiche
La Famiglia Aleuriaceae Arpin è stata assorbita dalla più ampia ed eterogenea famiglia dele Pyronemataceae. Gli studi recenti sui rapporti filogenetici supportano tale inquadramento.

Bibliografia
ERIKSSON, O.E., 2006. Outline of Ascomycota. - Myconet 12: 1-82.
HANSEN; K. & PFISTER, D.H., 2006. Systematics of the Pezizomycetes, the operculate discomycetes. Mycologia 98(6): 1029-1040.
ATHI et al. Nordic Macromycetes Vol. 1.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Massimo Biraghi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT

Regione Lazio; Maggio 2008; Foto e commento di Mauro Cittadini.

Trovato all'igresso del bosco in una zona con evidenti residui di legna bruciata, gli apoteci più grandi misurano 3 cm.

post-2286-1258020446.jpg

Regione Lazio; Maggio 2008; Foto e commento di Tomaso Lezzi.

Il campione appariva internamente arancione e esternamente biancastro, ma solo a causa della pruina bianca che riveste la superficie esterna che è comunque arancione.

post-2286-1258020733.jpg

post-2286-1258020814.jpg

Regione Lazio; Maggio 2008; Foto e commento di Mauro Cittadini

Aschi ottasporici, non amiloidi, lunghezza max misurata 190 µm, in Melzer tutto il pigmento aranciato incrostante vira al verdastro.
Spore immature ellittiche, lisce e biguttulate lunghezza massima 15 µm. Spore mature da irregolarmente a completamente reticolate con calotte polari irregolari e sporgenti lunghezza massima comprese le ornamentazioni 19 µm.

post-2286-1258021654.jpg

post-2286-1258021785.jpg

Visione dell'excipulum in Blu cotone lattico a caldo.

post-2286-1258022444.jpg

Ife terminali dell'excipulum.

post-2286-1258022515.jpg

Regione Lazio; Maggio 2008; Foto e commento di Tomaso Lezzi.

post-2286-1258022254.jpg

Link to post
Share on other sites

Aleuria aurantia (Pers. : Fr.) Fuckel; Regione Sardegna; Novembre 2009; Foto e commento di Mauro Cittadini.

post-127-1258049117.jpg

post-127-1258049153.jpg

Regione Sardegna; Novembre 2009; Foto e commento di Tomaso Lezzi.

post-2993-1258417799.jpg

post-2993-1258417830.jpg

Regione Sardegna; Novembre 2009; Foto e commento di Felice Di Palma.

post-3093-1258544419.jpg

Regione Sardegna; Novembre 2009; Foto di Massimo Biraghi.

Aschi e parafisi in Rosso Congo, ingrandimento 1000×.

post-2286-1258022023.jpg

post-2286-1258022038.jpg

Parafisi cilindriche con apice allargato fino a 8-9 µm.

post-2286-1258022131.jpg

post-2286-1258022154.jpg

Spore in Rosso Congo, ingrandimento 1000×.

post-2286-1258022637.jpg

Spore in reagente di Melzer, ingrandimento 1000×.

post-2286-1258022994.jpg

post-2286-1258023035.jpg

Link to post
Share on other sites

Aleuria aurantia (Pers. : Fr.) Fuckel; Maggio 2011; Foto di Tomaso Lezzi.

Aschi ottasporici, uniseriati; spore ellissoidali, crestate, biguttulate, le guttule sono più evidenti nelle spore non mature in cui le creste sulle spore non si sono ancora ben formate, spore con appendici alle estremità; parafisi settate, cilindriche, con estremità ingrossata.

post-2993-0-62400500-1465301522.jpg

Aschi ottasporici.

post-2993-0-41615300-1465301526.jpg

Spore con appendici alle estremità.

post-2993-0-61815500-1465301528.jpg

post-2993-0-33641600-1465301532.jpg

Parafisi settate, cilindriche, con estremità ingrossata.

post-2993-0-82151300-1465301535.jpg

Link to post
Share on other sites

Aleuria aurantia (Pers. : Fr.) Fuckel; Regione Trentino; Settembre 2009; Foto e commento di Alessandro Francolini.

Ascomicete con forma di piccola coppa colorata che predilige terreno compatto e battuto (anche su strade sterrate, dal fondo compatto): imenoforo arancione carico, liscio; praticamente senza gambo; la parte sterile (a contatto con il terreno) è finemente farinosa e quasi dello stesso colore. Le può somigliare Caloscypha fulgens che ha imenoforo simile ma fruttifica in primavera ed ha superficie esterna con tonalità verdastre; altra specie simile è Sowerbyella rhenana che ha uno stipite ben delineato. Le specie somiglianti del Genere Melastiza hanno orlo e parte esterna provviste di brevi peli.

post-4417-1254031776.jpg

post-4417-1254031915.jpg

Link to post
Share on other sites

Aleuria aurantia (Pers. : Fr.) Fuckel; Regione Lombardia, località Valtorta; Settembre 2014; Foto Di Massimo Biraghi, microscopia di Angelo Mariani e Massimo Biraghi.

Ai bordi di un sentiero ghiaioso.

post-2286-0-05548800-1412341191.jpg

Excipulum medullare a textura intricata.

post-2286-0-59868700-1412341240.jpg

Excipulum ectale a textura globuloso-angularis.

post-2286-0-31941900-1412341213.jpg

Spore ellissoidali, reticolate con poli irregolari alle estremità.

post-2286-0-12497300-1412341392.jpg

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information