Jump to content

Recommended Posts

Tremella mesenterica Retz. : Fr. 1769

Tassonomia
Divisione Basidiomycota                            
Classe Tremellomycetes
Ordine Tremellales
Famiglia Tremellaceae

Sinonimi
Helvella mesenterica Schaeff. 1774
Tremella albida Huds. 1778
Tremella lutescens Pers. 1798
Tremella candida Pers. 1801

Etimologia
L'epiteto Tremella deriva dal latino trĕmŭlus = tremolante, per la consistenza gelatinosa del carpoforo.
L'epiteto mesenterica deriva dal greco μεσεντέριον [mesentérion] = mesenterio, da μέσος [mésos] mezzo e da ἔντερον [enteros] = intestino, per la forma che ricorda un intestino.

Basidioma
1-5 cm, gelatinoso, giallo brillante, giallo aranciato, o a volte giallo più pallido, fino quasi a bianco, a forma di cuscino, o ripiegato più volte su sé stesso, cerebriforme.

Carne
Gelatinosa, gialla, fino a quasi trasparente.

Habitat
Su rami e legni morti a terra soprattutto di latifoglia, ma anche di conifera. In realtà questa specie non è saprotrofa, ma parassita di Peniophora incarnata, un fungo corticioide che cresce sul legno. Anche le altre specie di Tremella sono tutte parassite di funghi corticioidi, polipori, pirenomiceti o licheni. Comune anche d'inverno.

Microscopia
Basidi (16,2) 18,2-23,0 (23,1) × (13,7) 15,7-21,2 (21,6) µm; Q = (1,0) 1,04-1,2 (1,3); N = 12; Media = 20,3 × 18,2 µm; Qm = 1,1; da ellissoidali a subglobosi, con 2-4 setti, che separano 2-4 cellule che portano gli sterigmi. Tetrasporici in grande maggioranza, occasionalmente bisporici, con abbondanti goccioline oleose. Sterigmi (15,6) 16,2-65,5 (65,9) × (2,3) 2,9-4,37 (4,4) µm; Q = (3,6) 3,8-17,0 (21,0); N = 20; Media = 35,4 × 3,6 µm; Qm = 10,4; molto lunghi, strettamente clindrici, sinuosi.
Spore (11,0) 11,9-14,0 (14,6) × (7,6) 7,62-9,7 (10,4) µm; Q = (1,3) 1,32-1,6; N = 13; Media = 12,9 × 8,9 µm; Qm = 1,5; ellissoidali, con apicolo evidente, con piccole gocce oleose. Occasionalmente producono spore secondarie.
Conidiofori ramificati abbondantemente e irregolarmente.
Conidiospore (2,8) 3,2-4,1 (4,6) × (1,9) 2,5-3,5 (4,0) µm; Q = (1,0) 1,1-1,4 (1,7); N = 40; Media = 3,6 × 3,0 µm; Qm = 1,2; subglobose, di profilo e dimensioni irregolari, molto più piccole delle basidiospore. Negli esemplari giovani le conidiospore possono essere molto abbondanti, con basidiospore occasionali.
GAF presenti in tutti i tessuti.
Hsustoria (cellule austoriali) presenti soprattutto vicino al substrato, negli esemplari maturi, ma non in quelli giovani. Sono formate da cellule madri più grandi, da cui si dipartono i filamenti austoriali, delle cellule cilindriche più sottili.
Cellule rigonfie da sferiche a fusiformi, a parete spessa, ialine, simili ai basidioli in formazione.
Hyphidia formati da cellule terminali, largamente clavate.

Commestibilità e tossicità
Considerato non commestibile in occidente, ma alcune altre specie di Tremella sono state a lungo usate come cibo o medicina tradizionale in Cina e in altri paesi asiatici.

Specie simili
Tremella aurantia è sicuramente la specie più simile. Si differenzia per l'habitat, poiché parassita Stereum hirsutum, spesso visibile sullo stesso ramo; ha aspetto  opaco e non lucido o grasso e ha dimensioni spesso maggiori. Microscopicamente ha spore subglobose, più piccole, ife senza GAF e presenta ife della specie ospite.
Exidia spp. anche a questo genere appartengono specie di aspetto gelatinoso, nessuna di colore giallo e hanno tutte spore con profilo a salsicciotto, invece che globose o ellissoidali come nel genere Tremella.
Recentemente (Zhao et al. 2019) sono state descritte 4 nuove specie di Tremella: Tremella basidiomaticola, T. cheejenii, T. erythrina e T. salmonea, ma nessuna di queste ha colori simili a Tremella mesenterica.
Altre Tremella gialle, come T. philippinensisT. brasiliensisT. subrubiginosaT. taiwanensisT. mesenterellaT. iduensisT. boninensisT. flavaT. samoensis non sono ancora mai state trovate in Europa, e si distinguono per uno o più dei seguenti caratteri: i basidiomi foliosi o pulvinati, i basidi < 25 µm di lunghezza, le spore globose o subglobose e l'assenza di vescicole.

Note nomenclaturali
Tremella lutescens Pers. è considerata nomen dubium, e deve essere considerata come sinonimo di Tremella mesenterica.
Tremella albida Huds.
 e Tremella candida Pers. sono anch'esse considerate entrambe nomina dubia e rappresentano forme con basidiomi chiari o albini di Tremella mesenterica.

Bibliografia
OVERALL, A., 2017. Tremella aurantia & T. mesenterica, two British 'Yellow Brain Fungi' compared. Field Mycology 18(3): 82-84. DOI: 10.1016/j.fldmyc.2017.07.005.
PIPPOLA, E. & KOTIRANTA, H., 2008. The genus Tremella (Basidiomycota, Tremellales) in Finland. Ann. Bot. Fennici 45: 401–434.
ROBERTS, P., 1995. British Tremella species I: Tremella aurantia & T. mesenterica. Mycologist 9(3): 110-114.
ZHAO, Y., LIU, X.-z., BAI, F.-y., 2019. Four new species of Tremella (Tremellales, Basidiomycota) based on morphology and DNA sequence data. MycoKeys 47: 75-95. DOI: 10.3897/mycokeys.47.29180.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Giovanni Galeotti e Tomaso lezzi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT. 

Regione Umbria; Marzo 2022; Foto e microscopia di Giovanni Galeotti.
(Exsiccatum GG220203-01)

Basidiomi di consistenza gelatinosa, ripiegati su se stessi, che richiamano il padiglione auriculare.

1.jpg

2.jpg

Basidi e basidioli. Osservazione in rosso Congo, a 400×.

4.jpg

7 (2).jpg

Basidioli, conidiofori ramificati e conidi. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

5.jpg

Basidi con lunghi sterigmi, sinuosi, polipoidi. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

6.jpg

Ife settate con GAF, contenenti pigmento giallo, in guttule cilindriche o globose. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

7.jpg

8.jpg(

Spore (11,0) 11,9-14,0 (14,6) × (7,6) 7,62-9,7 (10,4) µm; Q = (1,3) 1,32-1,6; N = 13; Media = 12,9 × 8,9 µm; Qm = 1,5; ellissoidali, contenenti piccole gocce oleose, apicolo evidente. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

9.jpg

10.jpg

Conidiospore (2,8) 3,2-4,1 (4,6) × (1,9) 2,5-3,5 (4,0) µm; Q = (1,0) 1,1-1,4 (1,7); N = 40; Media = 3,6 × 3,0 µm; Qm = 1,2. Osservazione in acqua, a 1000×.

spore5.jpg

spore1.jpg

Conidiofori e conidiospore. Osservazione in acqua, a 1000×.

1743209588_conidiofori1000x.jpg.10c6335dc3a12673c42fb0986793095a.jpg

Cellule rigonfie formate da cellule terminali, di varia forma. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

15.jpg

Haustoria (cellule austoriali) formate da una cellula madre, da cui si dipartono filamenti ramificati. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

1386799227_6(3).jpg.90510641b7769a80241d81cf5bb795a2.jpg

1833820810_austori31000x.jpg.8fe3ef76ead4942b6aec6cf31084fba9.jpg

679046115_7(2).jpg.aa97b7b668f363d375cd8ce2b30ecf64.jpg

Hyphidia formati da cellule terminali, clavate, con GAF alla base. Osservazione in rosso Congo, a 1000×.

1000x hyphidia1.jpg

hyphidia 1000x 5.jpg

hyphidia 1000x.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Pietro Curti changed the title to Tremella mesenterica Retz. : Fr. 1769
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy