Jump to content

Recommended Posts

Agrocybe vervacti (Fr. : Fr.) Singer 1936

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Strophariaceae

Sinonimi
Naucoria vervacti (Fr. : Fr.) Quél. 1872
Agrocybe pediades var. vervacti (Fr. : Fr.) Singer 1950

Etimologia
Da nome proprio.

Cappello
Di piccole dimensioni, emisferico nel giovane, poi convesso ed infine piano-convesso con un largo umbone centrale a volte appena abbozzato, bordo leggermente ondulato. Le colorazioni pileiche sono di colore giallastro, giallo-aranciato, giallo-brunastro, cuticola di aspetto brillante a tempo secco e un poco viscosa con tempo umido, spesso al margine evidenzia decolorazioni fino al biancastro.

Lamelle
Abbastanza rade e intercalate da lamellule, adnate o decorrenti con dentino al gambo, di colore biancastre nel giovane, poi su tonalità crema, infine brunastre a maturazione, filo regolare e generalmente più chiaro.

Gambo
Poco slanciato, generalmente cilindrico, ma non di rado incurvato verso la base dove termina con un piccolo bulbo, inizialmente pieno, presto cavo, ricoperto da minute fibrille; colore da bianco sporco a crema, con sfumature giallastre.

Carne
Molto esigua, biancastra o crema chiaro, di sapore dolce e odore leggero, subfungino, non importante ai fini determinativi.

Habitat
Specie normalmente gregaria, ma anche isolata, fruttifica dalla primavera all'autunno,nelle zone erbose nei parchi, giardini, prati e nelle radure dei boschi.

Microscopia
Spore 8,0-9,0 × 5,0-6,0 µm, subcitriniformi, ellissoidali, con apicolo poco pronunciato, lisce.
Basidi 25-30 µm, bi-tetrasporici, clavati.
Cheilocistidi 30-45 µm, ventre10 µm, apice 2,5-3,0 µm, subulati, lageniformi, da subcapitulati a capitolati.

Commestibilità
Non commestibile per l'inconsistenza della carne, senza interesse alimentare.

Osservazioni
Piccola entità, abbastanza comune, specialmente nelle regioni settentrionali e centrali, la taglia minuta, le colorazoni pileiche giallastre con toni aranciati, il sapore dolciastro, i cistidi marginali a forma di bottiglia e le spore con apicolo poco evidente sono i caratteri fondamentali di questa specie, utili per una corretta determinazione, sia sul campo che all'osservazione con il microscopio ottico.

Specie simili
Agrocybe pediades (Pers. : Fr.) Fayod = Agrocybe semiorbicularis (Bull. : Fr.) Fayod, molto volentieri condivide gli stessi areali di crescita. Si riconosce macroscopicamente per la forma del cappello a lungo emisferico-convesso o emisferico-campanulato e per l'odore di farina, microscopicamente presenta spore di dimensioni maggiori 10-12 (13) × 7-8 µm, cheilocistidi lageniformi, subcapitulati, ma mai subulati (a forma di bottiglia).
Agrocybe praecox (Pers. : Fr.) Fayod ha taglia più grande e slanciata, colorazioni pileiche ocra chiaro, nocciola, odore di farina, anello ampio e persistente, sapore amaro alla prolungata masticazione. Microscopicamente evidenzia cistidi da utriformi a fusiformi.
Stropharia coronilla (Bull. : Fr.) Quél., l'osservazione del colore delle lamelle, grigio-violacee, la presenza di un anello striato nella faccia superiore e il colore bruno porpora della sporata, sono elementi che ne facilitano il riconoscimento sul campo.

Bibiografia
ARNOLDS, E., ULJÉ, C. & NAUTA M., 2005. Bolbitiaceae (Bolbitius, Conocybe, Pholiotina, Agrocybe) and Coprinaeae (I): the genus Coprinus. Flora Agaricina Neerlandica. Vol. 6. Curatori: Noordeloos, M.E., Kuijper, T.W. & Vellinga, E.C
AA.VV., 2008. Funga Nordica. Agaricoid, boletoid and cyphelloid genera. Ed. Nordsvamp.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Massimo Biraghi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

Regione Lombardia, in parco pubblico, Località Crespi D'Adda; Ottobre 2007; Foto e microscopia di Massimo Biraghi.
(Exsiccatum MB20071004-25)

post-2286-0-12262400-1332233078.jpg

post-2286-0-35457600-1332233148.jpg

Filo delle lamelle più chiaro e gambo terminante con un bulbo.

post-2286-0-49815500-1332233114.jpg

Spore 8,0-9,0 × 5,0-6,0 µm, subcitriniformi, ellissoidali, con apicolo poco pronunciato, lisce. Osservazione a 400×.

post-2286-0-49869300-1332233269.jpg

Osservazione a 1000×.

post-2286-0-13798200-1332233347.jpg

Spore 8,0-9,0 × 5,0-6,0 µm, subcitriniformi, ellissoidali, con apicolo poco pronunciato, lisce.

post-2286-0-06679300-1332233698.jpg

Cheilocistidi 30-45 µm, base 10 µm, apice 2,5-3,0 µm, subulati, lageniformi, da subcapitulati a capitolati.

post-2286-0-16064800-1332233798.jpg

Link to post
Share on other sites

Agrocybe vervacti (Fr. : Fr.) Singer; Regione Lombardia; Ottobre 2009; Foto e microscopia di Massimo Biraghi.

post-2286-0-09611400-1332234137.jpg

post-2286-0-20509800-1332234156.jpg

Spore ellissoidali (7) 7,5-8,5 (9) × 4,5-5,5 (6) µm.

post-2286-0-05164400-1332234295.jpg

Cheilocistidi 20-35 (40) × 6-10 µm, apice 3-5 µm, subulati (a forma di bottiglia), lageniformi, da subcapitulati a capitulati.

post-2286-0-53233600-1332234450.jpg

post-2286-0-61339100-1332234469.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 3 years later...
  • 5 months later...

Agrocybe vervacti (Fr. : Fr.) Singer; Regione Lombardia, Parco Oglio Nord; Maggio 2017; Foto e descrizione di Emilio Pini.

Le caratteristiche principali di questa specie sono: la taglia piccola 1-4 cm; il cappello presto piano con largo e basso umbone; le colorazioni del cappello giallo-aranciato, chiaro al margine; le lamelle subdecorrenti; la base ingrossata del gambo; odore e sapore insignificanti; le spore sensibilmente più piccole della precedente; i cheilocistidi a forma di bottiglia, localizzati principalmente sul filo lamellare.  

Agrocybe-vervacti_w1cr.jpg

Agrocybe-vervacti-Spore.jpg

Agrocybe-vervacti-cheilocistidi1.jpg

Agrocybe-vervacti-cheilocistidi.jpg

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information