Jump to content
Sign in to follow this  
Gruppo Botanico AMINT

Campanula barbata L.

Recommended Posts

Campanula barbata L.

 

Tassonomia

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Magnoliopsida

Ordine: Campanulales

Famiglia: Campanulaceae

 

Nome italiano

Campanula barbata o barbuta, Campanella pelosa

 

Etimologia

Il nome generico deriva dalla forma a campana della corolla (dal latino campanula = piccola campana); l'attributo specifico dalla abbondante presenza di peli che ornano il bordo e la fauce del fiore.

 

Descrizione

La Campanula barbata è pianta erbacea perenne, alta da 10 a 30-40 cm, dotata di un robusto rizoma e più o meno villosa-ispida in tutte le sue parti aeree.

Il fusto è angoloso ed eretto, generalmente semplice ma talvolta scarsamente ramificato, sempre provvisto di peli ispidi.

 

Foglie

Le foglie sono grossolanamente pelose su entrambe le pagine; quelle basali, riunite in rosetta, sono di forma oblungo-lanceolata e ristrette alla base; quelle cauline, di grandezza decrescente verso l'alto, sono sessili e lanceolate-lesiniformi; il margine fogliare è intero o lievemente crenato.

 

Fiori

L'infiorescenza, costituita da fiori penduli e brevemente picciolati, in numero da 1 a 12, si presenta in racemo semplice e unilaterale, cioè con tutti i fiori disposti dalla stessa parte.

Fiori ermafroditi, attinomorfi, con verticilli perianziali pentameri.

Il calice è gamosepalo, irsuto, costituito da un breve tubo con 5 denti acuti; i seni tra i denti del calice sono dotati di appendici arrotondate e riflesse, di lunghezza maggiore o uguale al tubo calicino.

La corolla gamopetala, tubuloso-campanulata, è lunga 15-30 mm e i suoi 5 lobi sono fortemente villosi sia all'interno, sia sul margine; il colore varia da un bianco quasi puro (forma 'alba') ad un celeste-violaceo molto carico.

L'androceo è costituito da 5 stami liberi, con filamenti staminali membranosi alla base; le antere sono libere.

Gineceo: l'ovario è infero e triloculare; i 3 loculi sono opposti ai lobi calicini; lo stilo è cilindrico, mentre lo stimma è trilobo.

L'impollinazione avviene ad opera degli insetti.

 

Frutti

Il frutto è una capsula dalla forma che ricorda una pera, ed è avvolto dai residui essiccati della corolla.

 

Periodo di fioritura

Giugno - agosto

 

Territorio di crescita

Alpi, Carpazi occidentali, Norvegia meridionale.

In Italia è presente e molto diffusa su tutto l'arco alpino a quote che vanno da (800)1000 a 2300(3000) m s.l.m.

 

post-9917-1228978696.gif

 

Habitat

La C. barbata è specie che predilige terreni acidi e poveri di nutrienti, come quello del pascolo di alta quota tipicamente colonizzato da cespuglieti nani (Vaccinium e Rhododendron).

 

Somiglianze e varietà

 

Specie protetta

Nonostante la L. R. 27/07/1977, n. 33 Lombardia prevedesse la protezione di tutte le specie del genere Campanula, la L. R. 31/03/2008, n. 10 e il D. G. R. 24/07/2008, n. 8 non riportano più C. barbata né tra le specie a protezione totale né tra quelle a raccolta regolamentata.

 

Costituenti chimici

Catechina, flavonoidi, fenilpropanoidi.

 

Uso Alimentare

Non risultano usi alimentari per questa specie.

 

Uso Cosmetologico

Non risultano usi cosmetologici per questa specie.

 

Uso Farmacologico

Un recente studio ( 2001 ) dell'Istituto di Farmacologia e Fitochimica dell'Università di Losanna riferisce che 4 nuovi fenilpropanoidi derivati ed una nuova catechina sono stati isolati dalla pianta di C. barbata. I fenilpropanoidi sono allo studio come potenziali analgesici ed antinfiammatori e le catechine per l'eventuale attività antimutagenica.

 

Tutti i trattamenti farmacologici e sanitari devono sempre essere eseguiti sotto stretto e diretto controllo medico.

 

Medicina alternativa e Curiosità

 

Note

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Renato M. Fondi, Annamaria Bononcini, G.B. Pau e Gianni Baruffa - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

 

Link utili

 

Indici temi Botanici - Galleria dei Fiori Piante e Frutti dell'Associazione AMINT

 

Campanula barbata L. - Regione Alto Adige, Val Venosta, 1900 m slm - foto di Mauro Cittadini

 

post-127-1218557258.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information