Jump to content

Recommended Posts

Peziza vesiculosa Bull.

Tassonomia
Divisione Ascomycota
Classe Pezizomycetes
Ordine Pezizales
Famiglia Pyronemataceae Corda
Genere Peziza Fuckel

Nome italiano
Non risultano nomi volgari per questa specie.

Etimologia
Dal Latino vesicula = "vescichetta", perchè l'imenio lacerandosi forma delle piccole protuberanze simili a vesciche.

Sinonimi
Aleuria vesiculosa (Bull.) Gillet
Galactinia vesiculosa (Bull.) Le Gal
Helvella vesiculosa (Bull.) Bolton
Pustularia vesiculosa (Bull.) Fucke
Scodellina vesiculosa (Bull.) Gray

Ascoma
Apotecio di medie-grandi dimensioni, 4-10 cm di diametro, generalmente sessile, a volte provvisto di un pseudogambo, inizialmente subglobuloso-cupolato, in maturazione ricorda una sorta di coppa allargata e profonda, ma senza assumere un portamento disteso.
Imenio color beige chiaro, nocciola chiaro, di aspetto lucido con tempo umido, liscio in gioventù, decorato da irregolari e caratteristiche protuberanze che simulano delle minute vesciche. Queste non sono altro che dei piccoli lembi dell'imenio che, in maturità, si staccano dalla carne sottostante. Superficie esterna concolore, opaca, leggermente granulosa e quindi con aspetto furfuraceo-pruinoso, orlo involuto, lobato-crenulato, fessurato in età adulta.

Carne
Spessa, cassante, con cinque strati ben visibili alla sezione, alla frattura secerne un liquido trasparente e acquoso, odore di liscivia non sempre percepibile.

Microscopia
Spore 20-23(24) × 10-13 µm, uniseriate nell'asco, ellissoidali con estremità (poli), prive di guttule.
Aschi cilindrici 300-350(370) × 18-23(24) µm, pleurorinchi, Melzer+.
Parafisi cilindriche, irregolari, flessuose, apice allargato, diritte o appena ricurve, leggermente eccedenti dagli aschi, settate.
Subimenio indistinto o con textura angularis appena accennata.
Excipulum medullare superiore con textura a cellule allungate.
Excipulum medullare mediano ed inferiore con textura globulosa.
Excipulum ectale a textura globulosa compatta di dimensioni minori e con qualche pelo emergente.

Habitat
Comune su terreno concimato con sterco equino, ma anche su escrementi, sempre equini, in stato avanzato di decomposizione spesso frammisti a paglia.

Osservazioni
La Famiglia Pezizaceae Dumort è stata assorbita dalla più ampia ed eterogenea Famiglia Pyronemataceae. Gli studi recenti sui rapporti filogenetici supportano tale inquadramento. Specie fimicola che cresce esclusivamente su sterco equino. Le dimensioni importanti e la presenza di vescicole dovrebbero essere elementi sufficienti per riconoscerla sul campo e differenziarla da specie vicine. Peziza pseudovesiculosa Donadini è la specie più prossima, ma la crescita terricola e l'imenio liscio sono caratteri sufficienti per una separazione immediata.

Commestibilità e tossicità
Senza nessun interesse alimentare.

Somiglianze e varietà
Peziza pseudovesiculosa Donadini presenta dimensioni più ridotte, 3-5 cm al massimo, si differenzia per l'imenio liscio con orlo denticolato, la carne ceracea e fragile e per l'habitat terricolo. Microscopicamente presenta spore di 15-18 × 8-10 µm, guttulate da immature poi finemente granulose, aschi che non superano i 230 µm.
Peziza fimeti (Fuckel) Seaver = Peziza bovina W. Phillips raggiunge al massimo i 3 cm di diametro, presenta un portamento a forma di coppetta in gioventù, poi quasi distesa, orlo crenulato, rialzato. Aschi cilindrici con base mollto allungata e spesso forcata 300 × 18 µm in media, spore finemente granulose in maturità, 19-22 × 10-11 µm, excipulum a due strati con textura globulare con ife grossolane, excipulum ectale a textura globosa compatta con ife terminali piliformi. Cresce su sterco bovino.
Peziza moraveci Donadini si differenzia per avere un apotecio di 3-5 cm, generalmente cupolato-emisferico in gioventù, spesso compresso per la crescita appressata con altri esemplari, presenta un imenio liscio color ocra-nocciola, la superficie esterna più chiara e finemente granulosa, spore 13-15 × 6-8 µm, finemente granulose, cresce su sterco bovino.

Bibliografia
AA.VV. 2000 Nordic Macromycetes. Volume 1. Ascomycetes Ed. Nordsvamp.
BREITENBACH, J. & KRÄLINZ, F. 1984 Champignons de Suisse Les Ascomycetes Tome 1 Ed. Mykologia
BROTZU, R., COLOMBO, S. 2009 I Funghi della Sardegna vol. 8 Ed. Archivio Fotografico Sardo
CACCIALLI, G., CAROTI, V., DOVERI, F. 1995 Funghi Fimicoli rari o interessanti del litorale Toscano Ed. Centro studi Micologici AMB
CONSIGLIO, G., PAPETTI, C., 2001 Atlante dei Funghi d’Italia Ed. A.M.B.
MEDARDI, G. 2005 Atlante fotografico degli Ascomiceti d'Italia Ed. A.M.B.
MEDARDI, G. 1994 Studio di alcune Pezize fimicole e di alcune emittenti latice alla frattura RdM XXXVIII (2) pag. 149-162

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Massimo Biraghi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT


Regione Lombardia, Colle Marenzo (BG); Aprile 2006; Ritrovamento di Ferdinando Bergamini; Foto microscopia di Massimo Biraghi.
(Exsiccatum MB20060422-16)

post-36492-0-35140900-1461959058.jpg
enc.gif

Aschi amilodi, ottosporici.

post-2286-1264337942.jpg

post-2286-1264337964.jpg

post-2286-1264338002.jpg

Reperto non perfettamente maturo, aschi che misurano da 300 a 340 µm osservazione in Rosso Congo 100×.

post-2286-1264338289.jpg

Aschi larghi fino a 20 µm.

post-2286-1264338377.jpg

Spore lisce, ancora in asco 20-21 × 9-11,5 µm, Rosso Congo 1000×.

post-2286-1264338518.jpg

Spore in Blu Lattico a caldo 1000×.

post-2286-1264338538.jpg

In Reagente di Melzer 1000×.

post-2286-1264338555.jpg

Parafisi settate, cilindriche, a volte appena dilatate all'apice, Rosso Congo 1000×.

post-2286-1264338752.jpg

Base degli aschi, Rosso Congo 1000×.

post-2286-1264338783.jpg

Sezione, Rosso Congo 100×.

post-2286-1264338822.jpg

Excipulum medullare superiore, Rosso Congo 1000×.

post-2286-1264338862.jpg

Excipulum medullare inferiore, Rosso Congo 1000×.

post-2286-1264338890.jpg

Excipulum ectale, Rosso Congo 400×.

post-2286-1264339025.jpg

Regione Lombardia; Novembre 2009; Foto e commenti di Angelo Mariani.
Raccolta il 29/11/09 su letame di cavallo.

post-10020-1264261122.jpg

Sezione ascoma e visione aschi in Melzer.

post-2286-1264269488.jpgpost-2286-1264269519.jpg

Spora in germinazione.

post-2286-1264269561.jpg

Spore in Rosso Congo osservazione a 1000×, 21-23,5 × 11,5-13 µm.

post-2286-1264269668.jpg

Asco in Rosso Congo 400×, lunghi fino a 370 × 19-23 µm j+.

post-2286-1264269689.jpg

Parafisi: cilindracee, leggermente allargate all'apice, irregolari, flessuose, settate.

post-2286-1264269711.jpg

Excipulum medullare con cellule più allungate nella parte superiore.

post-2286-1264269851.jpg

Excipulum medullare formato da cellule globose nella parte medio alta e medio bassa.

post-2286-1264269825.jpg

Excipulum ectale formato da cellule globose, sub-globose molto compatte.

post-2286-1264270133.jpg

Link to comment
Share on other sites

Peziza vesiculosa Bull.; Regione Lazio; Dicembre 2010;Foto, descrizione e microscopia di Tomaso Lezzi.

Esemplari rinvenuti presso una Quercia su paglia in disfacimento mista a letame. I campioni più grandi misurano circa 9 cm, l'apotecio è sessile, inizialmente globoso poi si apre sino a prendere forma di coppa svasata, il colore è molto chiaro, biancastro negli esemplari giovani ancora coperti dalla paglia, crema in quelli più sviluppati, più scuro sulla superficie fertile all'interno dell'apotecio. La superficie esterna è forforosa e quella interna mostra negli esemplari adulti delle piccole vescicole (da cui il nome della specie).
Aschi ottosporici, uniseriati; spore 22,1-24,1 × 11,5-13,5 µm; Qm = 1,85, ellissoidali, lisce, senza guttule; parafisi cilindriche, sottili, con diversi setti.

post-2993-0-31533700-1298930698.jpg

post-2993-0-56067700-1298930700.jpg

post-2993-0-48765300-1298930702.jpg

post-2993-0-47347100-1298930704.jpg

post-2993-0-68863800-1298930706.jpg

Microscopia
Sezione della carne dell'apotecio, a destra la palizzata degli aschi che contengono le spore, a sinistra i tessuti dell'excipulum con le cellule subglobose.

post-2993-0-00955000-1298931978.jpg

Sezione della carne dell'apotecio, nella parte sinistra della foto è visibile la parte esterna dell'apotecio.

post-2993-0-99610000-1298931979.jpg

post-2993-0-19203600-1298931982.jpg

Aschi ottosporici, uniseriati.

post-2993-0-03311200-1298932250.jpg

Osservazioni in Rosso Congo.

post-2993-0-24593600-1298932252.jpg

post-2993-0-90721200-1298932253.jpg

post-2993-0-90113900-1298932255.jpg

Le spore che escono dall'asco.

post-2993-0-58768200-1298932346.jpg

La base degli aschi.

post-2993-0-29457300-1298932348.jpg

Le parafisi, cilindriche, sottili, settate.

post-2993-0-62059700-1298932454.jpg


Spore 22,1-24,1 × 11,5-13,5 µm; Qm = 1,85, ellissoidali, lisce, senza guttule.

post-2993-0-65145700-1298932536.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 3 years later...

Peziza vesiculosa Bull.; Regione Umbria; Febbraio 2018; Foto, descrizione e microscopia di Mario Iannotti.

Apotecio costituito da un unico esemplare 5-8 cm di diametro, di color ocra-brunastro, dal bordo spesso, margine lungamente revoluto, da intero a frastagliato, lobato, la superficie esterna è ornata da una evidente forforosità biancastra, costituita da pustole appressate; l’imenio è leggermente più chiaro, si frattura e assume un aspetto vescicoloso con l'età; la carne ha un odore di farina; l’habitat è costituito da un bosco di Quercia e Leccio, ai margini di una strada comunale, con crescita su terreno con lettiera ricca di foglie e detriti legnosi, cupole di ghiande, ove, sono stati abbandonati rifiuti vari di natura ferrosa, tessuti, ecc.. Le specie simili sono: Peziza varia, si separa per le spore di molto più piccole, al massimo raggiungono i 16 µm; per le altre si rimanda alla scheda generale dell’archivio Peziza vesiculosa: https://www.funghiitaliani.it/topic/26214-peziza-vesiculosa/.

Microscopia

Spore, ellissoidali, lisce, misurate n. 32 spore: (19,2)20,10-22,8(23,1) × 10-11,6(12) µm; Q = 1,8-2,2; Qm = 2,0. 
Aschi ottosporici 310-330 × 12-15 µm, amiloidi, opercolati, pleurorinchi.
Parafisi cilindriche con apice leggermente allargato, non ricurvo, settate. In alcune di esse i segmenti mediani sono stati interessati da “fortulismo”. 
Subimenio formato da piccole ife subglobose tendenti a leggera textura angularis.
Excipulum medullare superiore a textura globulosa, composto da cellule globose frammiste a connettivi più o meno cilindrici.
Excipulum medullare medio a textura intricata, composto da ife cilindriche allungate di varia larghezza.
Excipulum medullare inferiore a textura globulosa, composto da cellule da subglobulose. 
Excipulum ectale a textura globulosa, composto da grosse cellule globose, leggermente  incrostate. 

(Exsiccatum MI20180211-02)
                                                      

5a927a4bcd5df_Pezizavesiculosa8156_57_2018.jpg.1fc9ab64282e75b74ad7153cae6baa19.jpg

5a927a671e6d7_Pezizavesiculosa8159_61_2018.jpg.82aea8364b831aacf9e0de5d30fb98ce.jpg

Peziza-vesiculosa-8162_65_c_2018.jpg.dd5bb60447e27201bd63e58ff4ed7471.jpg

Microscopia                                                                                                                                                                                                                                                                 

Spore, ellissoidali, lisce, misurate n. 32 spore: (19,2)20,10-22,8(23,1) × 10-11,6(12) µm; Q = 1,8-2,2; Qm = 2,0. Osservazione in Melzer a 1000×.

P-vesiculosa-spore-51_52_55_1000x.jpg.c61a8cc8190d08c45893811ed03ab581.jpg

P-vesiculosa-spore-30_1000x.jpg.e52c990f340fa5406f0c7758412eab0b.jpg

P-vesiculosa-spore-48_1000x.jpg.76cfb4f9af9f85da20b503a0b4aa6117.jpg

Aschi ottosporici 310-330 × 12-15 µm, amiloidi, opercolati, pleurorinchi. Osservazione in Melzer a 100×.

P-vesiculosa-aschi-10_100x.jpg.0e828a7fb8584c9e720e6a50e14391fb.jpg.

Osservazione in Melzer a 400×.

P-vesiculosa-aschi-22_400x.jpg.0eb5f6f933993aa7565980fb99923dff.jpg

P-vesiculosa-aschi-24_400x.jpg.9fde0823b0314c58e0afd36d37d8a249.jpg

Apice degli aschi visibilmente amiloide. Osservazione in Melzer a 1000×.

P-vesiculosa-aschi-53_1000x-.jpg.ba97b38582cce18237c7bdae1869617a.jpg

Parafisi cilindriche con apice leggermente allargato, non ricurvo, settate. In alcune di esse i segmenti mediani sono stati interessati da “fortulismo”. Osservazione in Melzer a 400×.

P-vesiculosa-parafisi-18_400x.jpg.4ac2e3de53cfd90057a8ea5e7c6e8738.jpg

Osservazione in Melzer a 1000×. 

P-vesiculosa-parafisi-43_1000x.jpg.e5f7d7c944a2435f959b67eb6be05495.jpg

Parafisi in cui in alcune di esse i segmenti mediani sono stati interessati da “fortulismo”. Osservazione in Melzer a 1000×. 

P-vesiculosa-parafisi-fort-44_1000x.jpg.6f270188a317f8c4e7b7924a296affe7.jpg

Osservazione in acqua a 1000×.

P-vesiculosa-parafisi-fort-50_1000x.jpg.e90ceed54340a3a5c397b1f1072d2d92.jpg

Subimenio formato da piccole ife subglobose tendenti a leggera textura angularis. Osservazione in acqua a 400×.

P-vesiculosa-subimenio-11_400x.jpg.ae5cdac80c17316da2d4035300e303e5.jpg

Excipulum medullare superiore a textura globulosa, composto da cellule globose frammiste a connettivi più o meno cilindrici. Osservazione in acqua a 400×.

P-vesiculosa-exc--med-sup-8_400x.jpg.6d6995075b4823f9d9fe8657401447af.jpg

Excipulum medullare medio a textura intricata, composto da ife cilindriche allungate di varia larghezza. Osservazione in acqua a 400×.

P-vesiculosa-exc--med-medio-10_400x.jpg.d1368034cf1a7a7f3d550f81a6e9dbad.jpg

Excipulum medullare inferiore a textura globulosa, composto da cellule da subglobulose. Osservazione in Melzer a 400×.

P-vesiculosa-exc--med-inf-8_400x.jpg.3aab4c7654e8039a78d2457c38055470.jpg

Excipulum ectale a textura globulosa, composto da grosse cellule globose, leggermente  incrostate. Osservazione in Melzer a 400×.

P-vesiculosa-exc--ectale-2_400x.jpg.88f6b85fb05bd11dd62a1abe773b4ca7.jpg

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information