Vai al contenuto

Recommended Posts

Hygrophorus agathosmus (Fries) Fries

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Hygrophoraceae
Genere Hygrophorus

Nome italiano
Igroforo profumato.

Etimologia
Dal greco hugros = umido e fero = porto, agathos = buono e osmos = odore. Quindi, portatore di acqua profumata.

Cappello
3-9(12) cm, emisferico, poi convesso-campanulato con largo umbone, in seguito appianato o depresso; il margine è inizialmente sottile, poco eccedente, talvolta involuto, lobato, di colore più chiaro rispetto al resto del cappello; la cuticola è liscia, vischiosa, feltrata, con varie tonalità di grigio, fino a grigio-ocra, più scura al centro.

Lamelle
Imenoforo a lamelle, adnate o appena decorrenti, larghe, spesse, rade, igrofane e lardacee, di colore bianco-grigio, con qualche alone o macchia giallastro-verdognola.

Gambo
4-8(9) × 1-1,5 cm, pieno e poi midolloso, cilindrico, leggermente ingrossato alla base, a volte leggermente attenuato, bianco e poi grigiastro, leggermente ocraceo verso la base.

Carne
Bianca, sotto la cuticola è grigia per uno spessore di circa 1 mm; di consistenza compatta, è subito invasa da vermi, ha sapore dolce-amarognolo ed odore di mandorle.

Habitat
È un fungo associato al Peccio, talvolta al Faggio, e predilige soprattutto le radure o il margine dei boschi; nelle stazioni di crescita è piuttosto comune ed abbondante.

Commestibilità e Tossicità
I caratteri organolettici sono talmente scadenti da determinarne la non commestibilità.

Somiglianze e Varietà
Una specie similare è Hygrophorus hyacinthinus Quél., dalla cuticola liscia, fibrillosa e viscida con tempo umido. Presenta colorazioni appena più pallide, sericeo-argentate e, con l'età, scurisce verso toni più brunastri; le lamelle sono biancastre con riflessi rosati, è commestibile, ma senza alcun valore alimentare; il gambo che misura cm 2,5-6 cm è curvo, attenuato alla base, con fioccosità bianche in alto. L'elemento che lo caratterizza è l'odore, non sempre molto evidente: inizialmente si nota un delicato profumo di giacinto che si trasforma presto in terroso, sensibilmente sgradevole.Hygrophorus agathosmus fo. alba Candusso, è caratterizzato dal colore bianco in ogni parte del carpoforo; qualche volta, soprattutto a maturazione, questo fungo candido mostra un leggerissimo alone giallino, crema-ocraceo al centro del cappello, nella zona dell'umbone; Hygrophorus agathosmusfo. aureo-floccosus Bres. differisce dal tipus soltanto per le numerose squamule, poste nella parte alta del gambo, aventi una gradevole tonalità giallo-dorata. Hygrophorus odoratus A.H. Sm. & Hesler sembra essere un miniatura di Hygrophorus agathosmus (Fries) Fries, il cappello, con il margine un pochino plissettato, quasi micenoide, misura al massimo 2,5 cm; altra differenza è la colorazione giallastro-rosata delle lamelle; vive tra gli aghi, nei boschi di Peccio ed odora di mandorle amare.

Osservazioni
Agaricus cerasinus Berk. è stato ricondotto a questa stessa entità.
Odorando Hygrophorus agathosmus (Fries) Fries, viene in mente la colla bianca detta comunemente coccoina.

Scheda AMINT tratta da Tutto Funghi


Regione Emilia Romagna, Appennino piacentino; Anno 2006; Foto di Emilio Pini.

post-4-0-15675400-1476435254.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information