Jump to content
Sign in to follow this  
Gruppo Botanico AMINT

Campanula spicata L.

Recommended Posts

Campanula spicata L.

 

Sinonimi

 

 

Tassonomia

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Magnoliopsida

Ordine: Campanulales

Famiglia: Campanulaceae

 

Nome italiano

Campanula spigata

 

Etimologia

Campanula diminutivo di Campana per l'evidente forma che caratterizza la corolla delle specie appartenenti a questo genere; tale nome fu dato dal fisico e botanico tedesco Leonhart Fuchs -Fuchsius- (1501-1566) ad una pianta appartenente sicuramente a questo genere, poi ripreso da Tournefort e da Linneo; l'attributo specifico deriva dalla tipica disposizione a spiga densa (lat. spica) dei fiori.

 

Descrizione

Campanula spicata L. è una pianta erbacea perenne, alta 40-50 cm (ma può raggiunge il metro di altezza), ruvida per peli ispidi patenti su fusto e foglie, costituita da un unico scapo fiorifero emergente dalla rosetta basale.

Lo scapo è foglioso e solitamente arrossato.

 

Foglie

Le foglie basali, disposte in rosetta, sono persistenti all'antesi e sono lineari-spatolate e dotate di picciolo alato lungo circa 1/2 della lamina. La lamina (3-4 x 10-12 cm) ha margine crenulato, ondulato, irto di peli rigidi patenti; le cauline, alterne lungo il fusto, sono simili ma tutte sessili e semiamplessicauli.

 

Fiori

L'infiorescenza è una densa spiga, lunga anche 20-25 cm, all'apice dell'unico fusto; i singoli fiori, sessili, sono disposti all'ascella di brattee triangolari, lunghe all'incirca i 3/5 del fiore stesso.

Il fiore è ermafrodito, attinomorfo, di forma campanulata.

Il calice, gamosepalo, ha un tubo lungo 3 mm e cinque denti lineari glabri lunghi 5 mm e larghi 2 mm; la corolla, pure glabra, è di colore azzurro-violaceo ed ha tubo di 12 mm (circa 2,5 volte più lungo che largo) e denti riflessi di 6x8 mm.

Gli stami sono 5, biancastri e sottili, lunghi 4-5 mm; l'ovario è infero, triloculare; lo stilo è unico e terminante con tre stimmi di colore bianco.

 

Frutti

Il frutto è una capsula triloculare.

 

Periodo di fioritura

Da fine giugno ad agosto

 

Territorio di crescita

Campanula spicata L. è presente ma poco comune lungo l'arco alpino e rarissima nelle A. Apuane e lungo l'arco appenninico. Dubbia in Emilia-Romagna, è assente in Liguria, in Umbria, nelle regioni meridionali dal Molise in giù e nelle isole.

 

post-656-063553200%201290212665.gif

 

Habitat

Specie prevalentemente calcifila, Campanula spicata L. predilige terreni sassosi, margini ghiaiosi di strade sterrate, greti e pendii erbosi ed assolati, ma anche fessure di rupi scarsamente inerbate, da 400 a 2500 metri di altitudine.

 

Somiglianze e varietà

Campanula glomerata L., simile per dimensioni della pianta e dei singoli fiori, nonché per colore delle corolle, si distingue per avere fiori raccolti in glomerulo terminale anziché in spiga, e foglie cauline inferiori peziolate anziché sessili come in Campanula spicata L.

 

Specie protetta

Non risultano notizie di protezione di questa pianta su tutto il territorio italiano.

 

Costituenti chimici

Come quelle delle specie congeneri, le radici contengono inulina.

 

Uso Alimentare

Non si conoscono usi alimentari per questa specie.

 

Uso Cosmetologico

Non si conoscono usi cosmetologici per questa specie.

 

Uso Farmacologico

Non si conoscono usi farmacologici per questa specie.

Tutti i trattamenti farmacologici e sanitari devono sempre essere eseguiti sotto stretto e diretto controllo medico.

 

Medicina alternativa e Curiosità

Non si conoscono usi fitoterapici per questa specie anche se, teoricamente, l’inulina contenuta nelle radici, può esercitare attività astringente, detersiva e vulneraria.

 

Note

 

 

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Renato M. Fondi, Giovanni Baruffa, Gian Battista Pau, Annamaria Bononcini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

 

 

Link utili

 

Indici temi Botanici - Galleria dei Fiori Piante e Frutti dell'Associazione AMINT

 

 

Il tipico habitat.

 

Campanula spicata L. – Regione Piemonte, Val Vogna (Valsesia), 1500 m s.l.m., 16 luglio 2008 - Foto di R.M.Fondi

 

post-656-006572500%201291244963.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campanula spicata L. – Regione Piemonte, Val Vogna (Valsesia), 1500 m s.l.m., 29 giugno 2009 - Foto di R.M.Fondi

 

C. spicata ama terreni poveri, come questo pendio che è stato decorticato per aprire una strada ed ora è solo parzialmente inerbato.

 

post-656-086446800%201290214339.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campanula spicata L. – Regione Piemonte, Alagna Valsesia, 1250 m s.l.m., 1 luglio 2007 - Foto di R.M.Fondi

 

Le foglie della rosetta basale sono lineari-spatolate, con margine crenato e ondulato provvisto di peli ispidi. Lo scapo, ispido per peli patenti, è fortemente arrossato.

 

post-656-062929000%201290214497.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information