Jump to content
Sign in to follow this  
Felice Di Palma

Cortinarius Trentini

Recommended Posts

Seconda immagine. :)

Piero

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Secondo me vanno bene anche le misure sporali, forse se vogliamo trovare il pelo nell'uovo siamo nella metà inferiore del suo range....

 

:bye: Matte

Share this post


Link to post
Share on other sites

E il filo dentellato biancastro e non unito subconcolore come dovrebbe essere?

Pierp

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo per l'ipotesi C. venetus.

Per la Telamonia...............vedo un gambo con sfumature violacee, C. triformis non dovrebbe averlo biancastro?

Massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Genere Cortinarius in Italia:

 

Filo intero più o meno concolore

 

 

Funghi di A Gennari:

 

Filo intero concolore

 

 

Che abbia ragione Cetto?

 

Esistono molte varietà di questa specie ancora non ben inquadrate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti :whistling:

L'osservazione capillare di tutti i caratteri macroscopici è determinante per trovare la giusta collocazione di una specie all'interno del genere Cortinarius...poi e solo poi, concentriamoci sulla microscopia!! :bustedcop3kk:

Io lascerei perdere il carattere del filo lamellare quando ce ne sono altri decisamente più evidenti:

-superficie pileica(squamosetta/liscia)

-odore(rafanoide/di legno di cedro o cuoio...)

Questi 2 caratteri macroscopici rappresentano un sicuro appiglio in caso di dubbia determinazione tra C. venetus e C. subtortus.

Per quello che si vede dalle foto e per le considerazioni iniziali di Felice (odore rafanoide/terroso) direi che C. venetus è sicuramente l'ipotesi più probabile :frantic4yc:

Ciao

Fede

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bhé ... sul primo vedo che siete abbastanza concordi ... (ricordo che anche Piero in loco aveva ipotizzato C. venetus) ...

 

Sul secondo non si pronuncia nessuno? (A parte il Pappy)

 

Felix.:bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

anch'io penso che il primo sia Cortinarius venetus, poi aggiungerei var. montanus ma l'osservazione di Piero del filo lamellare eteromorfo è pertinente e forse varrebbe la pena di indagare se intorno a questa Leprocybe sono state decritte delle specie nuove, per il secondo l'idea di Cortinarius triformis o forse Cortinarius privignoides non è male.

Riccio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao,

anch'io penso che il primo sia Cortinarius venetus, poi aggiungerei var. montanus ma l'osservazione di Piero del filo lamellare eteromorfo è pertinente e forse varrebbe la pena di indagare se intorno a questa Leprocybe sono state decritte delle specie nuove, per il secondo l'idea di Cortinarius triformis o forse Cortinarius privignoides non è male.

Riccio

Scusa felice il secondo mi era sfuggito :wheelchair3lb:

D'accordo con riccio e pappy :whistling: L'idea C.triformis non mi sembra male..

Per quanto riguarda il filo lamellare già in Flora Photographica ci sono 2 belle immagini di C.venetus con filo evidentemente più chiaro :whistling:

X Antonio:Sulla var.montanus io rimango un po scettico :whistling: ho effettuato diverse raccolte intermedie per portamento, colorazioni pileiche e odore in habitat differenti che mi stan convincendo sempre di più a ricondurre questa varietà nella specie tipo...tu che ne pensi?

Ciao

Fede

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Fede,

quando si tratta di sinomizzare io sono un poco olandese "cioè mi trovi quasi sempre daccordo".

Per quello che riguarda Cortinarius venetus e la sua varietà mi sono limitato alla letteratura che li divide per: spore leggermente superiori, portamento più massiccio ed habitat ma forse sono insufficienti anche per farne solamente una varietà.

Riccio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information