Jump to content
Sign in to follow this  
Robinho

Ribollita alla fiorentina

Recommended Posts

Stimolato dalla gustosa ricetta di MOC, vi propongo la mia Ribollita alla Fiorentina.

La sottolineatura sul mia sta ad indicare che si tratta di una ricetta di un fiorentino importato, quindi non escluderei qualche differenza con l'originale, comunque chi l'ha assaggiata ne è rimasto entusiasta.

 

Ingredienti per una ventina di razioni:

1/2 Cavolo verza

Cavolo nero in uguale quantità

1/2 Kg di fagioli cannellini

1 cipolla rossa

2 coste di sedano

2 carote

2 patate medie

1/2 porro

aglio

timo

olio E.V. di oliva (un quartino)

1 Kg di pane toscano raffermo

2 dadi

sale e pepe

 

Pulire e lavare bene tutte le verdure

Ricoprire il fondo di una pentola capiente di olio

Tagliare a dadi grossolanamente cipolla, carota, sedano, porro, patate e mettere il tutto a rosolare delicatamente

Aggiungere il cavolo verza e il cavolo nero tagliati a striscioline

aggiungere i fagioli (io di solito utilizzo il prodotto congelato, ma va bene ovviamente anche il prodotto fresco o quello secco lasciato a mollo almeno 24 ore);

infine aggiungere acqua q.b. per riempire la pentola, i dadi da brodo, il timo (un mazzettino), il sale grosso ed il pepe.

Lasciare cuocere per circa 2 ore.

Tagliare a fette di 1/2 centimetro circa il pane raffermo e metterlo ad abbrustolire.

Riempire il fondo di una capace pirofila (se non basta usare più contenitori)

con uno strato di fette di pane strofinate con l'aglio crudo.

Quando la zuppa è pronte, ricoprire il pane con la zuppa stessa, fare un'altro strato di pane strofinato di aglio e così via sino a riempire la pirofila. Dimenticavo irrorare il pane abbrustolito con abbondante olio. Lasciare riposare per almeno un paio d'ore.

 

A questo punto, far ribollire (da qui il termine ribollita) la quantità di zuppa necessaria aggiungendo un poco di brodo se fosse troppo asciutta e servire calda, Mentre ribolle mescolare con un cucchiaio di legno per evitare che la zuppa si attacchi sul fondo.

 

Servire in scodelle avendo cura di mettere in tavola una oliera con dell'ottimo olio toscano (quello con il pizzicorino) da versare a filo sulla zuppa a piacimento.

 

La zuppa avanzata può essere congelata e fatta ribollire prima di consumarla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sarà senz'altro buonissima, ma in effetti non è la vera ribollita, in particolare si differenzia per il pane strofinato di aglio e per l'uso dei dadi, entrambe le cose assenti nell'a ribollita tradizionale; comunque, largo alla fantasia. :hands49:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente anche questa versione sarà squisita!

la mia ricetta, infatti è quella più vicina alla zuppa di pane pisana.

cmq ha delle analogie con quella più famosa fiorentina.

resta il fatto che siano entrambe ottime e tipicamente toscane.

Dimenticavo: Oltre l'olio toscano ci vuole un bel Chianti toscano

per poterla apprezzare appieno!

io ci mangio pure la cipolla o il porro crudo con un po' di sale ad ogni cucchiaiata di zuppa!

La povera Lucia ormai s'è rassegnata!

Maurizio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information