Jump to content

Ophrys bertolonii subsp. benacensis (Reisigl) P. Delforge


Recommended Posts

Ophrys bertolonii subsp. benacensis (Reisigl) P. Delforge

 

Sinonimi

Ophrys benacensis (Reisigl) O. Danesch E. Danesch & Ehrend

Ophrys bertoloniiformis subsp. benacensis Reisigl.

Ophrys saratoi subsp. Benacensis (Reisigl.) Del Prete

 

Tassonomia

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Liliopsida

Ordine: Orchidales

Famiglia: Orchidaceae

 

Nome italiano

Ofride insubrica

Ofride del Benaco

 

Etimologia

Il nome del genere deriva dal greco ophrys =sopracciglio, forse perchè questo tipo di fiore veniva utilizzato per ricavare tinture per capelli e sopracciglie (come riferiva Plinio il vecchio), o forse per la forma dei tepali interni, simili appunto a sopracciglia.

Il nome specifico da benacus = Benaco, antico nome con cui veniva chiamato il lago di garda.

 

Descrizione

Pianta alta 10-25 cm, con fusto robusto, eretto subflessuoso.

 

Foglie

Foglie basali a rosetta, verde chiaro, lanceolate, le superiori erette e guainanti il fusto.

 

Fiori

Infiorescenza lassa, pauciflora, con 2-7 fiori relativamente grandi, Brattee lunghe fino a superare l'ovario. Sepali ovato-lanceolati, rosa, raramente bianchi, con nervatura centrale verde; petali allungati, leggermente più corti e di colore più intenso, con margini spesso ondulati; Labello poco convesso, quasi ovale, solo leggermente incavato a sella; macula scutiforme grigio-bluastra brillante, con pelosità soprattutto marginale e con macula più o meno centrale; apicolo verde più o meno sviluppato, triangolare; cavità stigmatica arrotondata, più larga che alta.

 

Tipo corologico

Subendemica

 

Periodo di fioritura

Da Marzo a Maggio.

 

Territorio di crescita

Italia settentrionale, eccetto la valle d'aosta.

 

post-665-1263054894.jpg

 

Habitat

Prati aridi, garighe, suoli calcarei.

 

Somiglianze e varietà

Ophrys bertolonii subsp. bertoloniiformis (O. Danesch & E. Danesch) H. Sund., che si distingue principalmente per la zona di crescita (abruzzo e puglia).

Ophrys bertolinii subsp. bertolonii Moretti che si distingue per il labello intero, convesso lateralmente, ed incurvato a sella longitudinalmente e per la cavità stigmatica più alta che larga.

 

Note

L'impollinazione di questa specie è entomofila, ad opera di imenotteri del genere Chalicodoma.

 

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Annamaria Bononcini e Gianni Bonini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

 

Link utili

 

Indici temi Botanici - Galleria dei Fiori Piante e Frutti dell'Associazione AMINT - Schede delle Orchidee Italiane

 

Ophrys bertolonii subsp. benacensis (Reisigl) P. Delforge, Regione Veneto, Maggio 2009 - Foto di Gianni Bonini

 

post-665-1263835404.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 2 years later...
×
×
  • Create New...

Important Information