Jump to content

Recommended Posts

Lonicera implexa Aiton subsp. implexa

 

Tassonomia

Ordine: Dipsacales

Famiglia: Caprifoliaceae

 

Foto e Descrizioni

Pianta lianosa perenne; fusti legnosi, con ramificazioni lunghe da 1 a 6 m; corteccia grigio-cinereo-brunastra con l'età sfaldantesi in fibre longitudinali; rami giovani volubili glabri, da bianco-avorio a rossastri, pruinosi, cavi.

Foglie opposte, sessili o con picciolo subnullo, oppure connate alla base ad abbracciare i fusti, lamina da obovata a oblunga, raramente spatolata, sulla pagina superiore glabre e verdi glauche, su quella inferiore sericee per peli unicellulari, margine intero e spesso arrossato, generalmente apicolate, o con breve mucrone, all'apice.

Fiori sessili, delicatamente profumati, riuniti in fascetti all'ascella generalmente di (1) 2-4 coppie di brattee apicali da eretto-patenti a sub-erette, connate ad abbracciare il fusto, a lamina da subcordata a deltoide (1-4 x 1,5-3,5 cm), simili per colore ed indumento alle altre foglie; calice ridottissimo (lungo 2-3 mm), urceolato con 5 piccoli lobi triangolari, glaucescente o verde-biancatro, molte volte ± arrossato, pruinoso; corolla bilabiata, lunga (2,5) 3-4 (4,5) cm con tubo stretto e lungo, labbro superiore patente e un poco revoluto, diviso in 4 lacinie da emi-orbicolari a oblunghe, alle volte embriciate, labbro inferiore consistente in un'unica lacinia lineare-oblunga, patente e revoluta, in genere più lunga del labbro superiore; la corolla è esternamente da biancastra, a bianco-rosea, a fortemente arrossata, internamente (e quindi sulla faccia adassiale dei due labbri e alla fauce) biancastra o al più un poco rosata, ingiallente prima di sfiorire; stami 5 ineguali o subeguali, di poco sporgenti dalla fauce corollina (molto più brevi dei labbri), con filamenti bianchi e antere gialle lineari-oblunghe; ovario infero formato da 3-4 carpelli connati, stilo filiforme bianco-verdastro e villoso, da poco più breve a molto più lungo degli stami, con stigma capitato-appiattito verdastro.

I frutti sono bacche globose di 5-7 mm di diametro, di colore da rosso-aranciato a giallo carico, con 3-6 semi trigonali con albume; il calice, persistente, viene perlopiù inglobato all'apice della bacca, da cui sporgono i piccoli lobi triangolari; le bacche sono tossiche.

La fioritura avviene generalmente da marzo a giugno, con esemplari isolati, alle quote meno elevate, che possono iniziare a fiorire già da fine autunno-inizio inverno (novembre-gennaio).

Spontanea dei paesi che si affacciano al bacino del Mediterraneo; in Italia manca al Nord (Val d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna) ad eccezione della Liguria e della Toscana, presente in tutte le altre Regioni.

Si tratta di specie elio-xerofila, predilige quindi luoghi soleggiati e caldi fra cespugli e siepi della macchia mediterranea o nei macchioni misti di leccio, dal livello del mare fino a 800 m di quota.

 

Scheda breve di proprietà AMINT realizzata da G. B. Pau

 

Lonicera implexa Aiton subsp. implexa, Regione Lazio, retroduna costiero, giugno 2006 - Foto di Mauro Cittadini.

 

post-127-1149437354.jpg

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information