Jump to content

Ophrys holosericea subsp. tetraloniae (W.P. Teschner) Kreutz


Recommended Posts

Ophrys holosericea subsp. tetraloniae (W.P. Teschner) Kreutz

 

Sinonimi

Ophrys tetraloniae W. P. Teschner

 

Tassonomia

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Liliopsida

Ordine: Orchidales

Famiglia: Orchidaceae

 

Nome italiano

Ofride di tetralonia.

 

Etimologia

Il nome del genere deriva dal greco ophrys = sopracciglio, forse perchè questo tipo di fiore veniva utilizzato per ricavare tinture per capelli e sopracciglia o, forse, per la forma dei tepali interni, simili appunto a sopracciglia.

Il nome specifico dal greco antico holosericea = di seta fa riferimento al labello di consistenza vellutata.

Il nome subspecifico da quello degli insetti impollinatori, apidi del genere Tetralonia, oggi in gran parte integrato nel genere Eucera.

 

Descrizione

Pianta piuttosto gracile, alta da (12) 30 a 50 cm.

 

Foglie

Foglie basali disposte in rosetta, ovato-lanceolate, le cauline più strette e lunghe, avvolgenti il fusto. Brattee inferiori più lunghe dei fiori.

 

Fiori

Infiorescenza lassa, portante 3-9 fiori piuttosto piccoli; sepali bianchi, rosa o raramete porpora, ovati, a bordi ricurvi, concavi, il mediano piegato in avanti.; petali vellutati, triangolari-arrotondati, concolori ai sepali e lunghi all'incirca un terzo di questi. Labello suborizzontale, intero, vellutato, bruno scuro, privo di gibbe o con due piccole gibbosità arrotondate, munito di pelosità submarginale completa, corta e densa, biancastra sulle spalle e brunastra nella metà distale; bordo del labello glabro, rossastro o giallo-verdastro. Macula grigio-bluastra brillante, a forma di H o di X, con un largo bordo chiaro, contornante come una collana il campo basale. Apicolo spesso, acuto, tridentato, giallo verdastro, volto in avanti. Cavità stigmatica larga, verdastra; pseudoochi verdi. Punti staminoidali quasi sempre presenti.

 

Tipo corologico

Subendemico-submediterraneo. Descritta originariamente in Istria.

 

Periodo di fioritura

Giugno, Luglio.

 

Territorio di crescita

Nel nostro paese è presente in alcune regioni settentrionali e centrali.

 

post-4431-0-14980000-1330181032.jpg

 

 

Habitat

In piena luce, su suolo calcareo-marnoso e fresco, prati, pascoli, boscaglie.

 

Somiglianze e varietà

Ophrys holosericea subsp. posidonia (P. Delforge) Kreutz, da cui differisce principalmente per il colore del bordo del labello e del perigonio.

 

Note

L'impollinazione, entomofila, avviene presumibilmente ad opera degli Imenotteri Anthrophoridae: Eucera fulvescens Eucera inulae

 

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Annamaria Bononcini e Gianni Bonini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

Ophrys holosericea subsp. tetraloniae (W.P. Teschner) Kreutz, Regione Abruzzo, Giugno 2012 - Foto e commento di Bruno Ballerini.

 

Maggio 2012, Avezzano (AQ) Regione Abruzzo.

Ophrys holosericea subsp. tetraloniae.
Habitat : prati incolti e cespugliati, bordi di querceti.
Inizio fioritura da fine Maggio; trovate vari esemplari con uno o pochi fiori aperti e molte piantine in boccio.
Pianta slanciata, con il primo fiore normalmente posto in alto sul fusto, ricorda un pò il portamento di una "insectifera".
Fiori molto piccoli (le dimensioni sono assimilabili a quelli di "speghodes"), distanziati.
Considerazioni personali : entità ben caratterizzata, con fiori piccoli e particolari, che si distingue anche da lontano e personalmente, in questo caso, credo che il rango di "specie" piena sarebbe più indicato, a differenza di altre entità.

 

post-24470-0-03680300-1338652353.jpg

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information