Jump to content

Ophrys holosericea subsp. linearis (Moggr.) Kreutz


Recommended Posts

Ophrys holosericea subsp. linearis (Moggr.) Kreutz

 

Sinonimi

Ophrys fuciflora var. linearis Moggr.

Ophrys pseudoscolopax (Moggr.) Paulus & Gack.

Ophrys linearis (Moggr.) P. Delforge

 

Tassonomia

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Liliopsida

Ordine: Orchidales

Famiglia: Orchidaceae

 

Nome italiano

Ofride lineare

 

Etimologia

Il nome del genere deriva dal greco ophrys=sopracciglio, forse perchè questo tipo di fiore veniva utilizzato per ricavare tinture per capelli e sopracciglia o, forse, per la forma dei tepali interni, simili appunto a sopracciglia.

Il nome specifico dal greco antico holosericea = di seta fa riferimento al labello di consistenza vellutata.

Il nome subspecifico dal latino linearis = lineare, in riferimento alla forma dei petali.

 

Descrizione

Pianta robusta e spesso slanciata, alta da 15 a 50 cm.

 

Foglie

Foglie verde chiaro, le basali disposte in rosetta, ovato lanceolate, le cauline più lunghe e strette, abbraccianti il fusto.

 

Fiori

Infiorescenza compatta, portante fino a 10 fiori medio-piccoli. Sepali ovato-lanceolati, a punta ottusa, da bianco a rosa, con una nervatura centrale longitudnale verde; petali più corti, da rosa a rossi, a forma triangolare-lineare, a bordi pelosi. Labello intero o oscuramente trilobato e scolopaciforme, globoso al centro, più o meno convesso lateralmente, di colore bruno rossastro scuro, vellutato al centro e contornto da una pelosità submarginale color miele, attenuata nella metà distale, frequentemente bordato da un margine glabro, giallo verdastro o bruno rossastro, spesso piuttosto largo. Gibbosità basali importanti, poco acute e spesso arcuate all'infuori. Macula di solito complessa ed estesa, a volte semplice, contornata da bordi più chiari. Apicolo ben sviluppato, tridentato, verde chiaro, volto in avanti. Ginostemio a becco acuto.

 

Tipo corologico

Sud-est della Francia e Liguria occidentale. Localizzata e piuttosto rara.

 

Periodo di fioritura

Da Marzo a Giugno.

 

Territorio di crescita

Liguria occidentale.

 

post-4431-0-61615500-1330177255.jpg

 

Habitat

Su terreno calcareo, prati, boscaglie, garighe, in pieno sole o a mezz'ombra, fino a 1000 mt.

 

Somiglianze e varietà

Le caratteristiche distintive della specie sono costituite dai petali lineari e dal labello ad ampio margine glabro. Le popolazioni che si trovano in Liguria sono alquanto eterogenee e, in genere, scolopaciformi.

 

Note

La riproduzione può avvenire per via vegetativa o può essere sessuata ad opera di Imenotteri, in genere della famiglia delle Apidae.

 

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Annamaria Bononcini e Gianni Bonini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information