Jump to content
Sign in to follow this  
Gruppo Botanico AMINT

Ophrys argolica subsp. pollinensis (O. Danesch & E. Danesch) Kreutz

Recommended Posts

Ophrys argolica subsp. pollinensis (O. Danesch & E. Danesch) Kreutz

 

Sinonimi

Ophrys pollinensis E. Nelson ex Devillers-Tersch. & Devillers

Ophrys crabronifera subsp. pollinensis (E. Nelson ex Devillers-Tersch. & Devillers) H. Baumann & R. Lorenz

 

Tassonomia

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Liliopsida

Ordine: Orchidales

Famiglia: Orchidaceae

 

Nome italiano

Ofride del Pollino

 

Etimologia

Il nome del genere deriva dal greco ophrys=sopracciglio, forse perchè questo tipo di fiore veniva utilizzato per ricavare tinture per capelli e sopracciglia o forse per la forma dei tepali interni, simili appunto a sopracciglie.

Il nome specifico (argolica) si riferisce ad una regione greca (l'Argolide) del Peloponneso.

Il nome subspecifico pollinensis in riferimento al massiccio del Pollino, posto ai confini fra Basiliata e Calabria.

 

Descrizione

Pianta alta 15-30 cm. , a volte formante gruppi di 2-4 fusti.

 

Foglie

Foglie inferiori ammassate alla base, le alte guainanti.

 

Fiori

Infiorescenza formata da 3-12 fiori grandi. Sepali da rosa pallido a porpora, spesso sfumati di verde sulle punte, lunghi 12-15 mm. , i laterali rivolti all'indietro, il centrale leggermente curvo in avanti; Petali vellutati, ovali-lanceolati, a volte falciformi, lunghi più della metà dei sepali e più scuri di questi. Labello intero, grande, di forma variabile da arrotondato a trapezoidale, più largo nella metà inferiore,vellutato e bruno rossastro al centro, contornato da una pelosità submarginale bruno rossastra; gibbosità da subnulle a più o meno pronunciate. Macula estesa e complessa, spesso munita di ramificazioni che raggiungono la cavità stigmatica. Cavità stigmatica più stretta alla base; campo basale più chiero del resto del labello; pseudoocchi nerastri, brillanti e punti staminali rossi, quasi sempre presenti.

 

Tipo corologico

Endemismo delle montagne del Cilento e dell'Appennino calabro-lucano.

 

Periodo di fioritura

Aprile, Maggio.

 

Territorio di crescita

Campania, Calabria e Basilicata.

 

post-665-0-39089400-1361603915.jpg

 

Habitat

Prati, garighe, boschi chiari, su terreno calcareo e arido, roccioso da 700 a 1200 mt.

 

Somiglianze e varietà

Specie con caratteristiche abbastanza costanti, intermedie fra quelle di O,. crabonifera e di O. biscutella. Alcune popolazioni presentano labelli particolarmente grandi, fino a 22 mm.

 

Note

L'impollinazione avviene ad opera di api solitarie, appartenenti al genere anthophora.

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Annamaria Bononcini e Gianni Bonini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

 

Link utili

 

Indici temi Botanici - Galleria dei Fiori Piante e Frutti dell'Associazione AMINT - Schede delle Orchidee Italiane

 

Ophrys argolica subsp. pollinensis (O. Danesch & E. Danesch) Kreutz, Regione Basilicata, Maggio 2012 - Foto di Bruno Ballerini

 

post-665-0-51504200-1362561143.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information