Jump to content

Recommended Posts

Vicia narbonensis L. subsp. narbonensis (1753)

Tassonomia
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Fabales
Famiglia: Fabaceae

Nome italiano
Veccia selvatica

Etimologia
L'epiteto generico, Vicia, deriva dal verbo latino vincìre = legare, avvincere. In riferimento alla maggior parte delle specie di questo genere che, tramite i propri cirri o viticci terminali, si avvinghiano a sostegni di varia natura.
L'epiteto specifico, narbonensis, significa: relativo a Narbona, nome in occitano della cittadina di Narbonne situata nella Francia Meridionale (Occitania).

Descrizione
Pianta erbacea annuale, pubescente, alta fino a 60 cm. Fusto eretto, rigido, tetragono. Foglie picciolate, le superiori formate da 1-4 paia di foglioline larghe 2-3 cm, orbicolari o ellittiche, intere o sinuoso-dentate, rachide terminante in un cirro ramoso, foglie inferiori formate da un paio di foglioline con rachide senza cirro, alla base del picciolo sono presenti 2 stipole semicordiformi, con il bordo inciso-dentato. Infiorescenza formata da un racemo, sorretto da un corto peduncolo, composto da 1-5 fiori papilionacei. Fiori ascellari, vessillo biancastro con venature porpora opaco, ali più scure; calice campanulato, zigomorfo con denti calicini diseguali, lanceolati, acuti. Il frutto è un legume lungo 5-6 cm, non stipitato, oblungo, compresso, con peli tubercolati sulle giunzioni e glabro sulle due facce contenente 4-9 semi subglobosi, il legume diventa nerastro a maturazione raggiunta. Cresce nei boschi, nella macchia, su terreni incolti e scarpate. 

Periodo di fioritura, presenza, distribuzione in altezza

1551842016_CARTINAinBIANCO-Copia.jpg.a722c53d05fba3d5dc1b21cb229107d4.jpg

 

Vicia narbonensis L. subsp. narbonensis (1753); Regione Sardegna; 100 m s.l.m.; Marzo 2011; Foto di G. B. Pau.

post-9799-0-26263700-1301434453.jpg

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy