Jump to content

Amanita cistetorum Contu & Pacioni 1998


Recommended Posts

Amanita cistetorum Contu & Pacioni 1998

Tassonomia 
Divisione Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Amanitaceae
Genere Amanita
Sottogenere Amanita
Sezione Vaginatae
Stirpe Malleata

Etimologia
L'epiteto Amanita deriva dal greco Ἀμανὶτης [Amanitos] = fungo del monte Amano, da Ἄμανος [Amanos] = Amano, catena di monti tra la Cilicia e la Siria, nella Turchia asiatica, dove questa specie sembra fosse abbondante in antichità.

Foto e Descrizioni
Amanita dai colori del cappello grigio piombo poi più chiari, grigio cenere, carnoso, viscido da giovane, con margine striato e resti del velo generale costituiti da verruche submembranose bianche poi presto ocra. Gambo cilindrico, dal bianco al grigio chiaro, rastremato all'apice, tende ad ingrossarsi verso la base, privo di anello, coperto da residui farinosi, cremosi, resti del velo generale, termina alla base con una volva submembranosa, abbastanza fragile, bianca, con evidenti sfumature ocracee anche nei giovani esemplari. Carne bianca, immutabile. Cresce in habitat mediterraneo, in piccoli gruppi, sotto Cistus salvifolius, Cistus monspelliensis, Quercus suber. Questa specie è stata originariamente descritta in Sardegna (Italia).

Regione Sicilia, Pantelleria, M. Gibele, circa 700 m s.l.m., sotto Cistus monspelliensis; Novembre 2014; Foto di Antonio Giacalone.

post-8185-0-63136500-1416650308.jpg

post-8185-0-62650200-1416650330.jpg

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information