Jump to content
Sign in to follow this  
Alessandro F

2017.02 - Toscana - Tutor Alessandro

Recommended Posts

Buoni ritrovamenti ;)

:bye: Alessandro

*****************

Indice della Toscana, mese di Febbraio 2017, totale n° 4 specie.

Fomitopsis pinicola (Sw. : Fr.) P. Karst.; Post # 3
Hygrophorus marzuolus (Fr. : Fr.) Bres.; Post # 2
Phyllotopsis nidulans (Pers. : Fr.) Sing.; Post # 5
Trametes versicolor (L. : Fr.) Pilát; Post # 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hygrophorus marzuolus (Fr. : Fr.) Bres.; Regione Toscana; Febbraio 2017; Foto di Alessandro Francolini.

Dal (nuovo) Tutto Funghi, Scheda 49, Pag. 153: “Viste le caratteristiche morfocromatiche generali, l’ecologia e il periodo di crescita, risulta praticamente impossibile confondere questa specie. Semiipogeo, associato alla neve in discioglimento.
Viene generalmente stimato come uno dei migliori commestibili, molto apprezzato e ricercato; la sua precocità, la fragrante e mai stucchevole sapidità della sua carne soda e compatta, fanno del Marzuolo uno dei funghi migliori e anche più versatili dal punto di vista gastronomico.
Il colore grigio piombo-nerastro contrasta con il candore delle lamelle che, trattandosi di un fungo ipogeo, non mostra mai: la mimesi con i sassi del sottobosco risulta quindi perfetta; la difficoltà di ricerca e il suo mimetismo lo proteggono e ne garantiscono la possibilità di riproduzione nel migliore dei modi.”

Coppia di piccoletti; lasciati a crescere:

post-4417-0-78893100-1486828808.jpg

Coppia di medie dimensioni:

post-4417-0-54845000-1486828846.jpg

Isolato:

post-4417-0-96139800-1486828849.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fomitopsis pinicola (Sw. : Fr.) P. Karst.; Regione Toscana; Febbraio 2017; Foto di Alessandro Francolini.

Fungo lignicolo pluriennale, di consistenza legnosa e di dimensioni ragguardevoli: può raggiungere i 40 cm e oltre di larghezza e i 15-20 cm di spessore. Fungo prevalentemente saprotrofo (raramente parassita) di conifere o (più di rado) di latifoglie, è considerato uno dei più potenti degradatori di massa legnosa, svolgendo così una importante azione per il mantenimento dell’equilibiro ecologico delle foreste. Nella sua crescita può inglobare substrato di vario genere (rametti, corteccia, terriccio, fili d’erba,...). È frequente osservare, soprattutto in esemplari giovani, delle goccioline acquose essudate dall’imenoforo.
Fomitopsis pinicola ha il cappello con toni aranciati, pori che vanno dal biancastro al crema, al bruno.

post-4417-0-09934200-1486829127.jpg

post-4417-0-74485900-1486829130.jpg

post-4417-0-53253400-1486829134.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trametes versicolor (L. : Fr.) Pilát; Regione Toscana; Febbraio 2017; Foto di Alessandro Francolini.

Fungo annuale, molto comune e coreografico, ubiquitario, con crescita su legno guasto di latifoglie (raramente su conifere; rinvenuto anche sulle traversine ferroviarie). Mensole assai sottili (fino a 3-4 mm) coriacee ed elastiche; pori piccoli, regolari, rotondi o rotondo-angolosi; superficie sterile vellutata, con zonature molto marcate, dai colori diversissimi (dal grigio al bruno, dal marrone all’ocra, al rossiccio, al crema e anche al blu); orlo sottile, ondulato, in genere più chiaro; superficie poroide biancastra o crema-ocra.

Una "invasione" su tronco marcescente di Faggio:

post-4417-0-13251100-1486829315.jpg

post-4417-0-82829200-1486829605.jpg

post-4417-0-56237400-1486829612.jpg

post-4417-0-75023300-1486829619.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Phyllotopsis nidulans (Pers. : Fr.) Sing.; Regione Toscana; Febbraio 2017; Foto di Alessandro Francolini.

Un bel lignicolo, sessile (talvolta resupinato in gioventù) con forma di conchiglia. Imenoforo con lamelle spaziate, di un bel colore vivace sul giallo-aranciato, intervallate da lamellule. La superficie sterile del cappello è più opaca, feltrata e villosa.
Soprattutto nei giovani il margine è molto involuto e ripiegato come a proteggere l’imenoforo: questa conformazione “giovanile” gli ha valso l’appellativo di “nidulans” (dal latino “nidulus” = piccolo nido).
Carne elastica e tenace, di colore giallognolo, con lieve odore erbaceo; sapore dolciastro-erbaceo.
Le lamelle si staccano facilmente “a pacchetti” dalla carne del cappello. La sporata in massa è di un bel colore rosato.
Può confondersi con Tapinella panuoides = Paxillus panuoides che ha generalmente colorazioni più opache e meno vivaci e, soprattutto, ha sporata color tabacco (ocrosporeo). Inoltre le lamelle di T. panuoides sono più fitte e caratteristicamente forcate e anastomosate.

Esemplari maturi, a fine ciclo:

post-4417-0-75866300-1486886689.jpg

post-4417-0-84130300-1486886696.jpg

post-4417-0-93325700-1486886700.jpg

Imenoforo:

post-4417-0-16722200-1486886711.jpg

Superficie villosa del cappello:

post-4417-0-60771300-1486886719.jpg

Lamelle che si possono facilmente staccare "a pacchetti":

post-4417-0-29623600-1486886726.jpg

Sporata rosa:

post-4417-0-43093600-1486886731_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information