Jump to content

Alessandro F

CS AMINT
  • Content Count

    6,163
  • Joined

  • Last visited

About Alessandro F

  • Rank
    Super Utente
  • Birthday 09/26/1956

Recent Profile Visitors

16,543 profile views
  1. Brogli Brogli Brogli Brogli ... Chiamerò a raccolta i miei sostenitori e darò l'ordine di invadere (pacificamente ) la Sede del Forum... (anche senza elmo cornuto . E giammai!!!!, per tutta la vita, dopo aver scuoiato un lupo ) Almeno fintanto che non si sia fatto un ulteriore e capillare e scrupoloso e meticoloso e aritmetico spoglio di tutte (ma proprio tutte, neh! ) le votazioni pervenute Ale P.S. Scriveva Rudi che non ha più le foto originali (pesanti) a disposizione per trasferirle/applicarle sulla Tessera. Questo lo deve giudicare Tom ma, viste le ridot
  2. Un suggerimento... Vista l'esorbitante quantità di foto che vi sta arrivando (sommergendovi e rischiando di ingolfare il sistema) per partecipare al Concorso Ludico "Disegna la Tessera Soci AMINT" e al fine di dare un po' più di soddisfazione ai numerosissimi partecipanti, suggerirei all'Organizzazione di premiare non solo la prima foto ma anche la seconda: si premierebbero così due Soci invece che uno solo. Poi, se Tom ha del tempo che gli avanza dal gestire lo smaltimento della mole di foto giunte, Tom stesso potrebbe ridurre la seconda premiata nell'identico formato della vincitr
  3. Intanto metto la liberatoria: Poi, vista l'idea carina e interessante che avete avuto, una domanda prima di scegliere e postare le foto: Deve essere esclusivamente bosco inteso in quanto habitat di sole piante? La presenza di qualche funghetto è ammessa oppure no (visto che anche i funghi, assieme alle piante, fanno parte dei boschi)? A parer mio e per evitare problemi di scelta (e/o contestazioni) escluderei qualsiasi presenza fungina (in primo o secondo piano o su sfondo) nelle foto. Ma occorrerebbe un chiarimento in merito. Tanto per fare qualche esempio:
  4. Craterellus cornucopioides (L. : Fr.) Pers.; Regione Toscana; Dicembre 2019; Foto di Alessandro Francolini. Fungo gregario che cresce a gruppi anche numerosissimi durante i periodi particolarmente freschi e umidi in estate e, soprattutto, in autunno. Buon commestibile: si presta benissimo anche all'essiccazione e a successiva riduzione in polvere per essere impiegato come aromatizzante. Dal (nuovo) Tutto Funghi, Scheda 33, Pag. 136: “Questo fungo è un buon commestibile, molto ricercato, anche se non tutti gradiscono un piatto ingrigito o addirittura annerito da questi funghi; essicca
  5. Trametes versicolor (L. : Fr.) Pilát; Regione Toscana; Dicembre 2019; Foto di Alessandro Francolini. Fungo annuale, molto comune e coreografico, ubiquitario, con crescita su legno guasto di latifoglie (raramente su conifere; rinvenuto anche sulle traversine ferroviarie), reperibile in ogni stagione. Si presenta con mensole assai sottili (fino a 3-4 mm) coriacee ed elastiche di diametro fino a 10 cm; la superficie sterile è vellutata, con zonature molto marcate, dai colori diversissimi (dal grigio al bruno, dal marrone all’ocra, al rossiccio, al crema e anche al blu); l’orlo è sottile, on
  6. Armillaria gallica Marxmüller & Romagnes; Regione Toscana; Dicembre 2019; foto di Alessandro Francolini. Armillaria caratterizzata dal gambo fusiforme-claviforme, talvolta nettamente bulboso alla base. Cappello di colore da bruno-ocra a a bruno più o meno scuro, cosparso di squamule da grigiastre a giallastre. Ha velo generale giallastro o giallo vivo che lascia traccia di sé sul gambo sotto forma di screziature o fioccosità giallastre. All’apparenza sembra specie terricola ma in realtà fruttifica su residui legnosi interrati di latifoglie; fruttifica preferibilmente isolata o in po
  7. Armillaria cepistipes Velen.; Regione Toscana; Dicembre 2019; foto di Alessandro Francolini. Una Armillaria simile alla più comune Armillaria mellea. La contraddistinguono i resti del velo di colore giallognolo, l’igrofaneità e, di conseguenza, l’orlo del cappello striato per trasparenza, la presenza di squamule irsute e scure sul cappello solitamente più fitte nella zona centrale e rare o assenti verso il margine, il gambo che termina con una sorta di bulbo anch’esso sfumato di giallastro, anello poco consistente o fugace, le dimensioni più ridotte e l’aspetto più esile. Habitat su legn
  8. Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link; Regione Toscana; Dicembre 2019; Foto di Alessandro Francolini. Dal (nuovo) Tutto Funghi, Scheda 124, Pag. 234: “Velenoso mortale. Responsabile del maggior numero di decessi dovuti all’incauta raccolta dei funghi spontanei. Provoca intossicazione a lungo termine di tipo falloideo. Le caratteristiche prioritarie e principali per il suo riconoscimento sono: la presenza di quattro strutture morfologiche ben definite (cappello, gambo, anello e volva), il colore molto mutevole del cappello con prevalenza del verdastro e presenza di fibrille radiali inn
  9. Galerina cfr. marginata (Batsch); Dicembre 2019; Foto di Alessandro Francolini.
  10. Hydnum repandum L. : Fr.; Regione Toscana; Dicembre 2019; Foto di Alessandro Francolini. Si tratta del comune e noto “Steccherino dorato” o “Dentino dorato” che deve il suo nome al colore generale e all’imenoforo ad aculei. Dal (nuovo) Tutto Funghi, Scheda 22, Pag. 125: “Buono da giovane, liberato dagli aculei amarognoli. Gli esemplari maturi sono amari e indigesti. Si presta alla conservazione sott’olio. Lo “Steccherino dorato” come viene volgarmente chiamato, è un fungo comune, diffuso e ampiamente raccolto dall’inizio dell’estate fino ad autunno inoltrato. Nelle zone temperate
×
×
  • Create New...

Important Information