Vai al contenuto

Alessandro F

CS AMINT
  • Numero contenuti

    4243
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Alessandro F

  • Categoria
    Super Utente
  • Compleanno 26/09/1956

Visite recenti al profilo

11741 visite nel profilo
  1. funghi da determinare

    Come nell'altro post: provare dalla parti di Trichaptum fuscoviolaceum... Aspetta altri pareri !!! Ale
  2. funghi da determinare 2

    Provare dalla parti di Trichaptum fuscoviolaceum... ma aspetta pareri più autorevoli Ale
  3. Pranzo Sociale AMINT di fine anno 2017 a Perugia

    Non ce la facciamo a venire, causa impegni con i saggi musicali pre-natalizi (come lo scorso anno... cadono purtroppo sempre nelle domeniche precedenti Natale) della Scuola di Musica Un affettuoso abbraccio e un mangereccio BUON APPETITO a tutti Alessandro & Elisabetta
  4. echinoderma jacobi?

    Ciao Pino. Per avere notizie sulla possibile determinazione, è meglio postare i messaggi in questa pagina Foto dei funghi da determinare anno 2017 . La pagina presente è quella riservata ai funghi fotografati e determinati, regione per regione. Ale
  5. perenniporia?

    Ciao Pino. Per avere notizie sulla possibile determinazione, è meglio postare i messaggi in questa pagina Foto dei funghi da determinare anno 2017 . La pagina presente è quella riservata ai funghi fotografati e determinati, regione per regione. Ale
  6. Ipotesi su due lignicoli...

    Grazie Pino! [ L'analisi micro... prima o poi mi deciderò ] Ale
  7. Ipotesi su due lignicoli...

    Grazie mille, Flavio!! Anche a me, per il Lenzites, mi era venuto il dubbio tra le due specie (betulina e warnieri). La Bernicchia parla di "margine ispessito e arrotondato" e "contesto ispessito" con spessore di 1,5 - 3 cm; per L. warnieri [con spore 6.5 - 9 x 3-3.5 (4) µm ] mentre parla di "margine sottile" e " di spessore di 1-3 mm" per L. betulina [ con spore più piccole: 5-6 x 2-3 µm ] Il bello è che su quella ceppaia c'era di tutto: un "Supermercato" di vari lignicoli! E c'erano esemplari col margine sia fine che arrotondato-ispessito. ******************** Allego le foto degli esemplari col margine arrotondato e ispessito... Comunque... fintanto che non acquisterò un microscopio rimarranno Lenzites sp.
  8. Ipotesi su due lignicoli...

    Ecco le foto fatte stamattina: quella che penso sia Trametes gibbosa: In sezione ********************* Quella che penso sia Lenzites betulina: In sezione: Ale
  9. Ipotesi su due lignicoli...

    Lo so che due insieme non si dovrebbero postare... ma quando ho cominciato a fotografarli ha iniziato a piovere. Poche foto di corsa, il tempo di staccare un paio di esemplari fotografati in fretta (che domattina con la luce del giorno rifotograferò e li posterò...) Insomma, le foto sono queste. Su una cappaia di cerro: leggendo la Bernicchia e vedendo in Archivio pensavo: in alto della foto a sinistra la Trametes gibbosa (?) (che qui le "gobbe" si vedono malino ma c'erano e ben evidenti... dimensioni anche di 10 cm e oltre, forma variabile: da mensola a irregolarmente circolare/lobata; anche fuse tra di loro che per staccarne una ho dovuto usare il coltellino; superficie sterile villosa/vellutata; margine ottuso) e in basso nella foto: Lenzites betulina (?) La Lenzites betulina (?) (superficie sterile zonata, pubescente/quasi irsuta; margine in qualche esemplare fine e in altri un po' ottuso - come quelli nella foto qui sotto; dimensioni delle singole mensole sui 5-7 cm) Imenoforo di Lenzite betulina (?) ; queste con margine abbastanza fine; "lamelle" anche dedaliformi Imenoforo: a sinistra di Trametes gibbosa (?) e a destra di Lenzites betulina (?) Grazie per l'attenzione! Ale
  10. Suillus granulatus?

    D'accordissimo con Stefano. Inoltre dopo aver levato la cuticola del cappello, aver scartato i gambi e aver gettato gli esemplari ormai passati (o verminati) che si vedono nella tua raccolta... non ti rimarrebbe granché da cucinare... Aspetterei una raccolta di esemplari più freschi e integri per provarci. Tanto i "pinaroli" sono abbastanza "testardi" e quando dicono di uscire non li ferma nessuno (tranne temperature troppo rigide e il consueto vento forte). Ale
  11. Entoloma??

    Dalle parti di Entoloma lividoalbum?? che però non dovrebbe avere odore e sapore disgustosi e dovrebbe essere più chiaro di cappello... Aspetta sicuramente altri pareri !!! Ale
  12. Di che fungo si tratta?

    Nella seconda foto mi sembra di vedere la "sporata" nerastra che l'esemplare superiore ha depositato sui cappelli. Direi delle Psathyrella. Poi se Psathyrella candolleana (con il margine del cappello su cui restano attaccati dei resti del velo, visibili nelle tue foto) o altra specie... aspetta altri pareri sicuramente più "informati" . Ale
  13. Conglomerato di...?

    Grazie mille Piero; ora mi torna!! ... evidentemente avevano levigato le punte Ale
  14. Conglomerato di...?

    Non è del 2017, anzi è di diversi anni fa. Foto ritrovata mettendo un po' di ordine... Sotto Larice con misto di Peccio, in Trentino. Non ho altre informazioni; non riesco a capire (o a ricordare... se mi era stato detto) cosa sia... Un Clavariadelphus ligula "molto socievole" e bisognoso di compagnia? Le dimensioni, a quello che mi ricordo, sono al massimo di una decina di cm di altezza (nel centro); tutto nato da una base comune. Grazie per l'attenzione Ale
  15. 2017.10 - Toscana - Tutor Alessandro

    Lepista nuda (Bull. : Fr.) Cooke; Regione Toscana; Ottobre 2017; Foto di Alessandro Francolini. Buon commestibile (dopo adeguata cottura!), dall’odore aromatico (spesso assai forte), gradevole e caratteristico; come le altre Lepista ha le lamelle che si possono separare, con una semplice pressione delle dita, dalla carne sovrastante. Colori che gravitano sul lilla-violetto (con eventuali sfumature bruno-rossastre in vecchiaia sul cappello) e che gli hanno valso il nome volgare di Agarico violetto; l’aggettivo nuda è invece riferito al rivestimento pileico liscio. Può confondersi con Lepista sordida: quest'ultima è però più esile, ha cappello meno carnoso e più igrofano, ha odore non aromatico ma piuttosto fungino-rancido, predilige ambienti erbosi antropizzati (parchi, giardini) mentre L. nuda è preferibilmente boschiva. In genere tutte le Lepista hanno la caratteristica di inglobare il substrato di crescita alla base del gambo ma L. nuda ne ingloba almeno il doppio, se non di più, rispetto alle altre specie. Dal (nuovo) Tutto Funghi, Scheda 73, Pag. 179: “Lepista nuda va raccolta con tempo asciutto, quando la carne non è intrisa d'acqua. Buono e saporito solo dopo adeguata cottura, è lievemente tossico da crudo per presenza di tossine termolabili.” ************** In un secco "tristissimo", unica specie da fotografare ****************************** Indice della Toscana, mese di Ottobre 2017, totale n° 32 specie. Amanita caesarea (Scop. : Fr.) Pers.; Post # 16; 27; 28 Amanita citrina (Schaeffer) Persoon; Post # 32 Amanita franchetii (Boud.) Fayod; Post # 24 Amanita phalloides (Vaill. ex Fr.) Link; Post # 19 Amanita rubescens (Pers. : Fr.) S.F. Gray; Post # 17 Armillaria mellea (Vahl) P. Kumm.; Post # 25 Boletus aemilii Barbier = Boletus spretus Bertéa; Post # 35 Boletus aereus Bull. : Fr.; Post # 11; 29 Clitocybe odora (Bull. : Fr.) Kummer; Post # 2 Desarmillaria tabescens (Scop. : Fr.) R.A. Koch & Aime = Armillaria tabescens (Scop. : Fr.) Emel; Post # 10; 39 Entoloma sinuatum (Bull.) P. Kumm. = Entoloma lividum (Bull.) Quélet; Post # 15 Gymnopilus junonius (Fr. : Fr.) P.D. Orton = Gymnopilus spectabilis (Weinmann : Fr.) A.H. Smith; Post # 36 Hericium erinaceus (Bull. : Fr.) Pers.; Post # 34 Imperator rhodopurpureus (Smotl.) Assyov, Bellanger, Bertéa, Courtec., Koller, Loizides, G. Marques, J.A. Muñoz, N. Oppicelli, D. Puddu, F. Rich. & P.-A. Moreau = Boletus rhodopurpureus Smotl.; Post # 26 Lactarius chrysorrheusus Fr.; Post # 18 Leccinellum crocipodium (Letellier) Della Maggiora & Trassin. = Leccinum crocipodium (Letellier) Watling; Post # 38 Leccinum duriusculum (Schulzer ex Kalchbr.) Singer; Post # 20 Lepiota clypeolaria (Bull. : Fr.) Kummer; Post # 13 Lepista nuda (Bull. : Fr.) Cooke; Post # 40 Lycoperdon perlatum Pers. : Pers.; Post # 5 Macrolepiota mastoidea (Fr. : Fr.) Singer; Post # 8 Macrolepiota procera (Scop. : Fr.) Sing.; Post # 3; 14 Mucidula mucida (Schrad. : Fr.) Pat. = Oudemansiella mucida (Schrad. : Fr.) v.Höhnel; Post # 4 Mycena rosea (Bulliard) Gramberg; Post # 30 Omphalotus olearius (De Cand. : Fr.) Fayod; Post # 12 Russula cyanoxantha (Schaeff.) Fr.; Post # 22 Russula vesca Fries; Post # 31 Trametes versicolor (L. : Fr.) Pilát; Post # 21 Tricholoma pardinum (Persoon : Secrétan) Quélet; Post # 33 Tricholoma sejunctum (Sow. : Fr.) Quél.; Post # 37 Tubulifera arachnoidea Jacq.; Post # 7 Xerocomus subtomentosus (L. : Fr.) Quélet; Post # 23 *************************** Non determinati Clitocybe cfr. costata Kühner & Romagnesi [= Infundibulicybe costata (Kühner & Romagn.) Harmaja]; Post # 6 Agaricus cfr. sylvaticus Schaeff. [= Agaricus haemorrhoidarius Schulzer]; Post # 9
×

Important Information