Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'sanguinello'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Associazione Micologica Italiana Naturalistica Telematica - A.M.I.N.T.
    • A.M.I.N.T. La nostra Associazione Micologica
    • Raduni e Manifestazioni A.M.I.N.T.
    • Nuclei Territoriali AMINT
  • C.S. AMINT - Area Riservata Micologica
  • Discussioni Micologiche
    • Foto Funghi trovati divisi per Anno di Competenza
  • Didattica Micologica
    • Legge 124/2017 - Art.1 commi 125-129
  • Archivio Micologico Generale Fotografico
    • Indice dei contenuti
    • Novità!
    • Funghi Commestibili
    • Funghi Velenosi
    • Funghi Non Commestibili o Sospetti
  • C.S. AMINT - Area Riservata Botanica
  • Discussioni Botaniche
    • Novità!
    • Schede di Alberi e Arbusti
    • Schede delle erbe, piante e fiori spontanei
    • Flora Mediterranea
    • Un Fiore alla volta di Giorgio Venturini
  • Orchidee Italiane
    • Collaborazioni
    • Forum G.I.R.O.S.
    • Galleria Fotografica AMINT delle Orchidee Italiane
    • Segnalazione Ritrovamenti delle Orchidee nelle Regioni Italiane
    • Schede delle Orchidee Italiane
    • Schede Fotografiche degli Ibridi di Orchidee
    • Schede Fotografiche dei Lusus di orchidee
  • Zoologia

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Residenza


Interessi

Found 2 results

  1. Lactarius deterrimus Groger 1968 Tassonomia Divisione Basidiomycota Classe Basidiomycetes Ordine Russulales Famiglia Russulaceae Genere Lactarius Sottogenere Piperites Sezione Dapetes Sottosezione Deliciosini Etimologia Dal latino deterrimus = pessimo, per le sue proprietà organolettiche. Cappello Da 4 a 10 cm, di medie dimensioni, convesso nei giovani esemplari poi piano-convesso, leggermente depresso, imbutiforme in età adulta, da regolare a ondulato, gibboso, con margine assottigliato, liscio, rivolto verso il basso nel giovane esemplare, poi disteso. Le colorazioni pileiche tendono all’arancio intenso, arancio-brunastro, facilmente inverdente, a volte anche nei giovani esemplari. La cuticola è separabile per più della metà del raggio, di aspetto brillante, viscida per l’umidità, decorata da leggere zonature concentriche e da piccole guttule di colore più scuro disposte verso il centro. Imenoforo Lamelle piuttosto fitte, arcuate o subdecorrenti, forcate al gambo e intercalate da lamellule arrotondate, di colore arancio-giallognolo, arancio-rosastro, macchiate di verdastro nelle ferite o per manipolazione, filo concolore o leggermente più pallido. Gambo Cilindrico, a volte decentrato, attenuato alla base, di consistenza fragile ha la peculiarità di diventare presto cavo, di colore arancio-giallastro con toni più marcati del cappello e con saltuaria presenza di guttule più scure, alone più chiaro all’attaccatura delle lamelle. Carne Carne arancio pallido nella zona sottocuticolare, biancastra da metà cappello a tutto il gambo ma aranciata ai bordi (zona corticale), vira alla sezione all’arancio-rossastro con macchie verdastre d’intensità inconstante, odore fruttato-acidulo, non molto gradevole e sapore amarognolo. Latice poco abbondante, di color carota, vira dopo 30 minuti all’arancio-rossastro. Habitat Specie legata ai boschi umidi di Abete rosso. Commestibilità e Tossicità Commestibile, ma per le sue proprietà organolettiche è di scarso interesse alimentare. Specie simili Annovera molte specie simili con latice aranciato-rossastro: Lactarius salmonicolor Heim & Leclair si distingue per la crescita sotto Abete bianco, per il carporforo che non inverdisce e per il cappello non zonato, di un arancio meno carico; Lactarius deliciosus (L.: Fr.) S.F. Gray cresce sotto Pino e ha latice aranciato rossastro e cappello con zonature marcate; Lactarius sanguifluus(Paulet) Fr. e Lactarius semisanguifluus R. Heim & Leclair, crescenti anch’essi nelle Pinete e viranti al verdastro, si differenziano per il latice presto su tonalità rossastre, rosso sangue, rosso vinoso e per le proprietà organolettiche grate meglio adatte al consumo; Lactarius zonarius (Bull.) Fr., Lactarius zonarioides Kühner & Romagn. e Lactarius acerrimusBritzelmayr, hanno il latice biancastro e il sapore nettamente pepato; Lactarius fennoscandicus Verbeken & Vesterh., suo sosia, ha il cappello distintamente zonato e di colore lilla-grigiastro, lilla-verdastro con toni grigiastri. Osservazioni Cresce abbondantemente, anche in colonie di numerosi esemplari, nei luoghi umidi e muscosi dei boschi di Abete rosso, tra i Sanguinelli è certamente quello meno indicato all’uso gastronomico. Scheda AMINT tratta da Tutto Funghi. Regione Abruzzo; Agosto 2010; Foto di Tomaso Lezzi. Lactarius della sottosezione Deliciosini, con latice arancio carota, il cappello arancione diventa sulle contusioni marcatamente verde. Crescita sotto Abete rosso. Il gambo presenta vicino all'attacco con le lamelle una zona anulare biancastra. Un particolare che evidenzia il carattere del latice arancio carota e della zona anulare biancastra all'attacco tra gambo e lamelle.
  2. Lactarius deliciosus (L. : Fr.) Gray 1821 Tassonomia Ordine Russulales Famiglia Russulaceae Genere Lactarius Sezione Dapetes Nome italiano Sanguinaccio, Sanguinello, Rossella. Etimologia Dal latino deliciosus, per le sue buone qualità gastronomiche. Cappello 5-15 cm di diametro, un poco carnoso e tozzo. Convesso-ombelicato, poi piano e depresso al centro ed anche imbutiforme. Margine involuto poi disteso e irregolarmente ondulato. Cuticola glabra, liscia, viscida con tempo umido, con leggere fossette, rosso-arancio, ocra-arancio, rosa-arancio fino a carnicino bruno con patina biancastra e con larghe zonature concentriche più scure che invecchiando si macchiano di verde-rame. Lamelle Fitte, sottili, strette, fragili, intercalate da lamellule, un poco decorrenti sul gambo, di color arancio vivo, se ammaccate si tingono come il cappello di verdastro. Gambo 3-7 cm in lunghezza e 1-2 cm di spessore, cilindrico o che si restringe verso il piede, tozzo, duro, fragile, midolloso, ma presto cavo, del colore del cappello, ma ricoperto di una fine pruina rosea o ocracea che ne sbiadisce la tonalità, spesso picchiettato da piccole erosioni (scrobicoli) col fondo più intensamente colorato. Carne Soda, cassante, fragile. Colore arancio pallido, più intenso presso la cuticola. Al taglio diventa subito rosso-carota. Odore fruttato. Sapore mite poi aspro, più o meno acre. Habitat In estate e autunno, sotto il pino silvestre, pino nero e ginepro, su suolo acido. Spore 8-10 × 6-8 µm, ellittiche, bianche o color crema. Commestibilità o Tossicità Buon commestibile da cuocere preferibilmente a fuoco vivo, considerato da molti uno dei migliori funghi se cotto alla griglia, se preparato diversamente, il suo aroma complessivo muore nella pentola. Osservazioni Viene facilmente confuso con le altre specie a latice rosso-carota, per cui è necessario per una esatta identificazione, l'habitat, il colore del latice al taglio della carne color arancio carota (non rosso) e immutabile, il cappello zonato con colorazioni assai cariche, il gambo scrobicolato, la taglia robusta, la tendenza praticamente nulla all'inverdimento e l'habitat sotto Pinus o ginepro. Specie simili Praticamente si potrebbe confondere con tutti gli altri funghi della Sezione Dapetes, per altro, parimente commestibili: Lactarius deterrimus Gröger e Lactarius salmonicolor R. Heim & Leclair, Lactarius sanguifluus (Paulet) Fr. e Lactarius semisanguifluus R. Heim & Leclair. Scheda di proprietà AMINT realizzata da Pietro Curti - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT. Regione Marche; Foto di Pietro Curti.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy