Jump to content

Agaricus cupressicola Bon & Grilli 1987


Recommended Posts

Agaricus cupressicola Bon & Grilli 1987

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Agaricaceae
Genere Agaricus
Sezione Sanguinolenti (Bivelares vedi paragrafo Note tassonomiche)
Subsezione Sylvatici

Etimologia
L'epiteto Agaricus deriva dal greco αγαρικόν = fungo degli Agari; perché secondo Dioscoride proveniva dall'Ucraina, che a quel tempo veniva chiamata "Terra di Agaria".
L'epiteto cupressicola
 deriva dal latino cŭpressus = cipresso e dal suffisso -olo = che ne indica la provenienza; dei cipressi, per l'habitat di crescita.

Cappello
Bruno, con riflessi lilacini, fibrilloso. A volte presenta placche di velo generale.

Lamelle
Fitte, libere al gambo, rosa pallido che scuriscono con l’età, fino a diventare bruno-nerastre. Filo lamellare crenulato.

Gambo
Cilindrico clavato, a volte leggermente bulboso, biancastro, imbrunente verso la base, a volte con presenza di rizoidi sottili.

Anello
Supero, con la parte superiore bruna.

Carne
In sezione, soprattutto negli esemplari giovani, vira al rosso scuro violaceo nel cappello e all'arancio nel gambo, soprattutto vicino alla parte esterna del gambo. Odore fungino.

Reazioni macrochimiche
Reazione di Schäffer negativa.

Habitat
Specie con tipica crescita sotto Cupressus spp. In letteratura sono riportati rinvenimenti anche sotto Cedrus spp., Populus nigra e Cupressociparis spp.

Microscopia
Basidi tetrasporici.
Cheilocistidi da sferopeduncolati a cortamente clavati.

Commestibilità e Tossicità
Commestibile. 

Specie simili
Agaricus bresadolanus Bohus 1969 è spesso rinveniblie nello stesso habitat sotto cipresso, ma è molto differente, per il suo leggero odore fenolico e ingiallimento alla base del gambo, i rizoidi corti, ma spessi presenti alla base del gambo, i cheilocistidi molto più allungati.
Le specie più vicine appartenenti alla stessa sottosezione Sylvatici sono:
Agaricus benesii (Pilát) Pilát, senza resti di velo sul cappello, reazione di Schäffer negativa.
Agaricus sylvaticus Schaeff., senza resti di velo sul cappello, reazione di Schäffer positiva, da marrone porpora a viola scuro.

Note tassonomiche
Questa specie tradizionalmente era stata ascritta alla sezione Sanguinolenti, ma analisi genetiche degli ultimi anni riconoscono questa specie come appartenente alla sezione Bivelares.

Bibliografia
PARRA SÁNCHEZ L.A., 2008. Agaricus L., Allopsalliota Nauta & Bas. Fungi Europæi. Vol 1. Alassio (SV): Ed. Candusso.
PARRA SÁNCHEZ L.A., 2013. Agaricus L., Allopsalliota Nauta & Bas. Fungi Europæi. Vol 2. Alassio (SV): Ed. Candusso.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Tomaso Lezzi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT. 

Regione Umbria; Ottobre 2020; Foto e microscopia di Tomaso Lezzi.

Ritrovamento sotto Cupressus macrocarpa.

Agaricus cupressicola 03.jpg

Cheilocistidi sferopenduncolati, cortamente clavati. Osservazione in rosso Congo, a 400×.

Agaricus cupressicola 08 Cheilo e spore RC 400x.jpg

Agaricus cupressicola 17 Cheilo e spore RC 400x.jpg

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy