Jump to content

Agaricus aridicola Geml, Geiser & Royse ex Mateos, J. Morales, J. Muñoz, Rey & Tovar 2009


Recommended Posts

Agaricus aridicola Geml, Geiser & Royse ex Mateos, J. Morales, J. Muñoz, Rey & Tovar 2009

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Agaricaceae
Genere Agaricus
Sottogenere Agaricus

Sinonimi
Montagnites dunalii Fr. 1838
Gyrophragmium dunalii (Fr.) Zeller 1943

Etimologia
L'epiteto Agaricus deriva dal greco αγαρικόν = fungo degli Agari; perché secondo Dioscoride proveniva dall'Ucraina, che a quel tempo veniva chiamata "Terra di Agaria".

Note tassonomiche
Anche se Geml et al. (2004) hanno proposto Agaricus aridicola come nome sostituito (nom. nov.) Per Gyrophragmium dunalii nel genere Agaricus, un errore ha invalidato la sua pubblicazione perché, contrariamente agli art. 41.5 e 41.8, il basionimo citato era Montagnites dunalii Fr., Fl. Scan.: 339. 1836, che è un lavoro diverso da quello della pubblicazione valida del basionimo. Mateos et al. (2009), tuttavia, fecero anche alcuni piccoli errori nel riferimento al basionimo, perché citano l'anno 1836 e la pagina 240 anziché l'anno 1838 e la pagina 241 in cui è stata pubblicata la diagnosi originale, ma questi errori, ai sensi dell'articolo 41.6, non precludono la pubblicazione valida del nome sostituito (Traduzione da MikoBank).
La collocazione tassonomica di questa specie, pur restando al momento valida l'attribuzione al genere Agaricus, risulta assolutamente incerta per quanto attiene alla sezione. Le sue caratteristiche morfologiche e molecolari non consentono al momento l'assegnazione a una delle sezioni degli Agaricus oggi utilizzate.

Bibliografia
GEML, J., GEISER, D.M. & ROYSE, D.J., 2004. Agaricus aridicola. Mycological Progress 3 (2): 172.
MATEOS, A., MORALES, J., MUÑOZ, J., REY, R. & TOVAR, C., 2009. Agaricomycetes gasteroides de interés en Extremadura. Boletín Informativo de la Sociedad Micológica Extremeña. 9(20): 41-53
PARRA SÁNCHEZ L.A., 2008. Agaricus L., Allopsalliota Nauta & Bas. Fungi Europæi. Vol 1. Alassio (SV): Ed. Candusso.
PARRA SÁNCHEZ L.A., 2013. Agaricus L., Allopsalliota Nauta & Bas. Fungi Europæi. Vol 2. Alassio (SV): Ed. Candusso.

Foto e Descrizioni
Insolito fungo ammofilo che presenta chiare affinità con le altre specie del genere Agaricus rispetto alle quali sembrerebbe essere una forma meno evoluta per alcuni o più evoluta per degenerazione o semplificazione per altri. Nei mesi di Novembre e Dicembre è facile rinvenire esemplari maturi, ancora infissi nel terreno o riversi sull'arenile.

post-36492-0-97934500-1460203356.jpg

Link to post
Share on other sites

Agaricus aridicola Geml, Geiser & Rose ex Mateos, J. Morales, J. Muñoz, Rey & Tovar; Regione Lazio; Foto e commento di Mauro Cittadini.

Più difficile risulta trovarlo ancora chiuso ed immaturo perché nella prima fase di sviluppo questi funghi sono appena affioranti dalla sabbia.

post-36492-0-22198200-1460203378.jpg

Link to post
Share on other sites

Agaricus aridicola Geml, Geiser & Royse ex Mateos, J. Morales, J. Muñoz, Rey & Tovar; Regione Lazio; Foto e commento di Mauro Cittadini.

Con il favore del vento e delle mareggiate che erodono le dune, è stato possibile osservare esemplari con il velo generale ancora integro o appena lacerato.
Non si hanno notizie certe sulla sua commestibilità, sicuramente è difficilissimo trovare esemplari freschi ed eliminare tutti i granelli di sabbia, comunque da proteggere per la sua rarità.

post-36492-0-45692000-1460203402.jpg

Link to post
Share on other sites
Mycomedusa, on Dec 3 2004, 10:26 AM, said:
 
Mycomedusa dice:

In realtà si tratta di forma più evoluta, evoluzione per degenerazione o semplificazione

Affermazione condivisibile...infatti come potrai notare l'ho inserita qui ma degenerazione e semplificazione sembrerebbero essere termini antitetici, sicuramente armonizzabili da teorie che prendano in considerazione l'ambiente di crescita e le strategie di disseminazioni delle spore. Ma permettimi, in mancanza di progenitori fossili del nostro, come è possibile affermare con sicurezza quale sia stato il "senso" del percorso intrapreso? Chi è comparso prima sulla duna Agaricus aridicola, od ad esempio Agaricus menieri che al momento utilizza altra strategia (disseminazione attiva delle spore)?
Kurt Vonnegut nel suo noto romanzo "Galapagos" teorizza che la prossima evoluzione dell'uomo in un futuro remoto sarà di rinunciare al suo grosso, complicato e foriero di guai, cervello, a favore di una struttura neurale piu semplice e funzionale all'ambiente: "In quel lontano passato, qual era, ad eccezione del nostro complicatissimo sistema nervoso, la fonte dei mali che vedevamo o dei quali sentivamo parlare praticamente dappertutto? Ecco la mia risposta: non esistevano altre fonti. Una volta esclusi quei grossi cervelli, il nostro era un pianeta del tutto innocente".
Mauro Cittadini

Link to post
Share on other sites

Agaricus aridicola Geml, Geiser & Royse ex Mateos, J. Morales, J. Muñoz, Rey & Tovar; Regione Lazio; Novembre 2006; Foto e commento di Tomaso Lezzi.

Un fungo veramente particolare per la sua posizione nella sistematica e per il suo habitat tipico.
Fa parte dei funghi secozioidi, cioè un gruppo di funghi di transizione tra Agaricomycetideae e Gasteromycetideae.
Il suo tipico ambiente di ritrovamento è la duna litorale, da cui il nome del del fungo stesso.

post-2993-1163344427.jpg

post-2993-1163344509.jpg

Agaricus aridicola ha un imenio formato da una struttura diversa sia dalle lamelle che dai tubuli, è come se fossero delle lamelle ripiegate e accartocciate su se stesse.

post-2993-1163344737.jpg

Un particolare della sezione dell'imenio dove si notano bene le strutture descritte.

post-2993-1163344944.jpg

Un particolare della base del gambo.

post-2993-1163345070.jpg

Link to post
Share on other sites

Agaricus aridicola Geml, Geiser & Royse ex Mateos, J. Morales, J. Muñoz, Rey & Tovar; Regione Lazio; Novembre 2006; Foto e commento di Gianni Pilato.

post-623-1163350162.jpg

post-623-1163350290.jpg

Particolare della parte imeniale della gleba sottostante il peridio, simula nella forma le lamelle, in realtà si tratta di una struttura labirintiforme formata da pseudolamelle che prendono il nome di trabecole.

post-623-1163350789.jpg

Particolare della parte basale della columella (sorta di gambo, non dimentichiamo che stiamo parlando di un gasteromicete agaricoide).

post-623-1163351804.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 3 years later...
  • Tomaso Lezzi changed the title to Agaricus aridicola Geml, Geiser & Royse
×
×
  • Create New...

Important Information