Jump to content

Suillus granulatus (L.: Fr.) Roussel 1806


Recommended Posts

Suillus granulatus (L.: Fr.) Roussel; Regione Toscana; Novembre 2009; Foto e commento di Alessandro Francolini.

Ritrovamento a Monte Giovi; 500 m s.l.m., sotto Pino nero.
Un comune Pinarolo senza anello; cuticola liscia, viscida, spessa ed elastica ma asportabile; colore da giallo-aranciato a bruno-rugginoso; carne bianco-giallastra immutabile, soda e compatta solo negli esemplari giovani. Caratteristiche le goccioline lattiginose secrete dai pori nei primi stadi di crescita. Habitat preferito: Pini a due aghi.
Dal TUTTO FUNGHI, pag. 520:
“Può essere consumato dopo cottura a condizione di asportare la cuticola; essa svolge infatti una drastica azione purgativa. È preferibile il consumo di esemplari giovani e freschi perché la spugnosità della carne negli esemplari maturi, assorbendo molto condimento, li rende poco digeribili.”
Simile è il Suillus collinitus (con le stesse caratteristiche di commestibilità) che si riconosce per la presenza di fibrille radiali innate sulla cuticola del cappello più scure del colore di fondo; la cuticola è su toni ocra-brunastro (anche color cioccolato) e non arancio-rugginosi; inoltre il Suillus collinitusnon secerne goccioline dai pori.


post-4417-1257696038.jpg

Imenoforo con alcune goccioline secrete dai pori.

post-4417-1257696059.jpg

Link to post
Share on other sites

Suillus granulatus (L.: Fr.) Roussel; Regione Toscana; Maggio 2012; Foto di Luigi Minciarelli.
Raduno A.M.I.N.T. di Monte Cucco.

Crescita in pineta. Alcuni dettagli della cuticola, lucente, elastica ed asportabile.

post-3501-0-09328000-1337615257.jpg

L'imenio e le granulazioni, in campioni più maturi.

post-3501-0-84124100-1337615316.jpg

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information