Vai al contenuto

Recommended Posts

Geastrum fimbriatum Fr.

Tassonomia
Regno: Fungi
Divisione: Basidiomycota
Classe: Agaricomycetes
Ordine: Geastrales
Famiglia: Geastraceae
Genere: Geastrum

Sinonimi
Geastrum rufescens sensu Kits van Waveren (1926)
Geastrum rufescens var. minor Persoon
Geastrum sessile (Sowerby) Pouzar
Lycoperdon sessile Sowerby
Geastrum tunicatum Vittadini

Etimologia
Dal greco = terra e astér = stella; dal latino fimbriatus = munito di frange, fibrilloso, per la sua forma.

Basidioma
Da giovane ha una forma subsferica, semiipogeo; negli esemplari maturi l' esoperidio si apre in lacinie formando una stella.
L’esoperidio è formato da tre strati:
Lo strato miceliare: bruno, ricoperto di terra, a volte questo strato è mancante.
Lo strato fibroso: color crema, appare a volte in superficie per la mancanza dello strato miceliare.
Lo strato pseudoparenchimatico: da biancastro a marrone, a maturità diventa grinzoso e lacerato.
Il sacco-endoperidio ha forma più o meno sfeica e non presenta apofisi; è sessile o ha peduncolo breve peduncolo.
L’endoperidio ha un peristoma conico, con un area non nettamente delimitata.
La distribuzione delle spore nell'ambiente avviene attraverso lo stoma, quando eventi esterni come la pioggia ne favoriscono la fuoriuscita.
È facile trovare sul terreno esemplari molto vecchi anche a distanza di parecchio tempo dalla loro maturazione.

Gleba
Da bianca fino a Marrone, con una columella di forma subglobosa, ellissoidale, o strettamente clavata.

Habitat
Ubiquitario, frequente in montagna, anche a quote elevate, sotto Peccio.

Commestibilità e Tossicità
Senza alcun valore commestibile.

Somiglianze e Varietà
Geastrum rufescens si differenzia dalla specie trattata, per le spore più grandi e, macroscopicamente per la taglia maggiore, i colori rosati, il sacco-endoperidio provvisto di un minutissimo stipite.
Geastrum saccatum, Geastrum triplex, Geastrum lageniforme, hanno un’area peristoma ben delimitata e spore più grandi.

Scheda AMINT tratta da Tutto Funghi


Regione Marche; Foto di Pietro Curti.

post-36492-0-57702000-1460110408.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information