Jump to content

Hygrophorus lindtneri Moser 1967


Recommended Posts

Hygrophorus lindtneri Moser 1967

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales (M. Candusso, Hygrophorus, Fungi europaei, vol VI)
Famiglia Hygrophoraceae
Genere Hygrophorus Fries
Sezione Discoidei (Bataille) Konr. & Maubl.

Sinonimi
Hygrophorus lindtneri Moser var carpini (Gröger) M. Bon 1989
Hygrophorus carpini Gröger 1980
Hygrophorus unicolor Gröger 1980

Etimologia
Hygrophorus: dal greco hugros (umido) e fero (io porto) = portatore d' acqua.
lindtneri: in onore di Lindtner studioso botanico serbo (1904-1965).

Cappello
Da 10 a 40, fino a 60 mm, da emisferico a campanulato, a convesso poi piano, con margine regolare, involuto ed eccedente glutinoso e viscido, di color ocra con toni da caffelatte, a crema-rosato a bruno; il bordo pileico è molto decolorato verso il crema, mentre al centro si evidenzia un disco con tonalità ocracee, fulvo, rosa, ruggine.

Imenoforo
Lamelle da adnate, a decorrenti, rade ed anastomosate di colore biancastro-crema con riflessi rosati.

Gambo
Da mm 30 a 60 fino a 80 × 3-8, cilindrico, slanciato, cavo, asciutto, ma cavo con tempo umido; superficie bianca, fioccosa soprattutto verso l' alto, dove si evidenziano fioccosità crema-ocra o rosate.

Carne
Esile, fibrosa crema-ocra-rosata nel cappello, mentre il gambo è bambagioso; il sapore non è significativo, mentre l' odore incostante che varia da bon-bon a formaggio di capra, a sedano.

Habitat
Boschi di latifoglie in genere.

Microscopia
Spore da 6,5 a 9 × 4,2-6,0 µm, ellittiche, ovoidali, subcilindriche, talvolta subsferiche con apicolo ben evidenziato.
Basidi claviformi con 4 spore e giunti a fibbia alla base, dimensioni 32-55 × 6-9 µm.
Epicute costituita da 1 ixotricoderma di 300-400 µm di spessore.
Giunti a fibbia presenti ovunque.

Commestibilità o Tossicità
Non è compreso nell' elenco dei funghi commestibili, ammessi al commercio!

Specie simili
Hygrophorus lindtneri, Hygrophorus carpini e Hygrophorus unicolor , sono considerate una specie unica, differiscono, praticamente, per l' habitat, mentre le discordanze micro rientrano nella normale variabilità della specie

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Gianni Baruffa e Tomaso Lezzi - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

Foto di Pietro Curti.

post-36492-0-51257700-1460582195.jpg

Link to comment
Share on other sites

Hygrophorus lindtneri Moser; Regione Toscana; Ottobre 2008; Foto e microscopia di Mauro Cittadini.

post-127-1225472888.jpg

post-127-1225472965.jpg

Microscopia
Sporata bianca in massa, al microscopio le spore appaiono con grossa guttula centrale rifrangente, lisce, ovo-ellittiche, con apicolo molto pronunciato, dimensioni (6)6,5 - 9(9,5) × 4,5 - 6 µm. Basidi clavati di forma allungata misurati sino a 42 µm, prevalenza tetrasporica ma osservati molti bisporici. GAF abbondanti e presenti in tutti i tessuti.

post-127-1225473322_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Hygrophorus lindtneri Moser; Regione Umbria; Novembre 2009; Foto di Tomaso Lezzi.

Hygrophorus con centro del cappello più scuro, con bordo del cappello chiaro, rosato, lamelle bianco-rosato, base del gambo più scura, cappello non fibrilloso. Il simile Hygrophorus roseodiscoideus ha sempre colori del pileo decisamente più forti.
Ritrovamento sotto Querce.

post-2993-1258590230.jpg

Particolare delle lamelle, si nota la pruina nella parte alta del gambo

post-2993-1258590310.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 3 years later...
  • Pietro Curti changed the title to Hygrophorus lindtneri Moser 1967
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy