Vai al contenuto
Archivio Micologico

Cortinarius sanguineus (Wulfen : Fr.) Gray 1821

Recommended Posts

Cortinarius sanguineus (Wulfen : Fr.) Gray 1821

Etimologia
Dal latino sanguìneus = color sangue, per il colore dell’intero basidioma.

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Cortinariaceae
Genere Cortinarius
Sottogenere Dermocybe
 
Cappello
2-5 cm, campanulato o convesso in gioventù, poi piano, a volte con umbone largo e ottuso, con il bordo dapprima leggermente involuto, poi regolare più o meno eccedente; superficie
appena igrofana, sericea, asciutta e scabra verso il margine, da rosso carminio a rosso sangue, più scura e tendente al nerastro al centro, percorsa da fibrille radiali.
 
Imenoforo
Lamelle adnate, uncinate, mediamente fitte, a lungo concolori al cappello poi con riflessi bruno-fulvi; filo seghettato, più o meno concolore.
 
Gambo
3-9 × 0,3-1 cm, cilindrico, slanciato, fragile, talvolta sinuoso, asciutto, di color rosso carminio percorso da fibrille longitudinali brillanti, rosa-arancio per il micelio alla base.
 
Carne
Poco igrofana, rossastra ma tendente al nerastro verso il bordo, più aranciata alla base; odore russocoriaceo (cuoio di Russia) e sapore amarognolo.
 
Habitat
Isolato o gregario nei boschi di conifera, soprattutto di Peccio e Abete bianco, per lo più in zone umide e muscose con presenza di Mirtillo. Segnalato anche presso latifoglie (Faggio).
Dalla fine dell’estate all’autunno.
 
Commestibilità e Tossicità
Specie tossica, provoca sindrome gastrointestinale da sottoporre a ulteriori e approfondite valutazioni scientifiche.
 
Osservazioni
Facilmente riconoscibile anche sul campo per il colore rosso sangue dell’intero basidioma, per la taglia e per l’ecologia.
 
Somiglianze e Varietà
Questo fungo fa parte del Sottogenere Dermocybe o, secondo le ultime tendenze, del Sottogenere Cortinarius, sezione Dermocybe. Questo raggruppamento comprende specie di piccola-media taglia, con lamelle rosse, arancio, giallo e oliva; inoltre, come nel caso di Cortinarius sanguineus, in alcune specie tutto il basidioma risulta vivacemente colorato.
Cortinarius purpureus (Bull. : Fr.) Bidaud, Moënne-Locc. & Reumaux è sicuramente di taglia maggiore, presenta un cappello bruno-rossastro fibrilloso, lamelle e velo generale di colore rosso rubino, quest’ultimo orna straordinariamente sia il gambo che il cappello.
Cortinarius semisanguineus (Fr. : Fr.) Gillet presenta toni pileici bruno-olivastri contrastanti con le lamelle rosso sangue, velo generale ocraceo e stipite giallo pallido, solo alla base rossastro.
All’interno del Sottogenere Telamonia, caratterizzato da specie con cappello per lo più igrofano, una confusione risulta probabile con Cortinarius cinnabarinus Fr. (da qualche autore ancora classificato tra le Dermocybe).
Sicuramente la confusione più pericolosa per il micofago, è scambiare la specie qui trattata con le piccole Hygrocybe di montagna e in particolare con Hygrocybe coccinea (Schaeff. : Fr.) P. Kumm., di piccola taglia, leucosporea, praticola, con cappello igrofano di colore rosso e lamelle giallastre con riflessi rossastri.
 
Curiosità
Secondo il parere di qualche autore, nelle Dermocybe sono i pigmenti, solubili in acqua e facilmente estraibili, i principali responsabili della tossicità.

Scheda AMINT tratta da Tutto Funghi


Regione Lombardia, Alta Valcamonica, località Aprica; Settembre 2014; Foto e microscopia di Massimo Biraghi.

Cappello cm 2-4 da emisferico a disteso a volte con largo umbone, dai toni rosso-sangue con disco più scuro. Lamelle nel giovane concolori al cappello. Gambo cm 3-8 cilindrico concolore con fibrille rosso-arancio e base più chiara. Carne rosso-sangue con odore di legno di cedro/rafanoide. Cresce comunemente gregario soprattutto in boschi umidi di conifere.
bosco di Abete rosso1300 m s.l.m.

post-2286-0-80910700-1410367844.jpg

post-2286-0-11349200-1410367860.jpg

Microscopia
Spore ellissoidali - subagmidaliformi con rade verruche isolate
N° Long. Larg. Q
Moy 8,05 4,51 1,79
Min 6,71 3,91 1,50
Max 8,85 5,10 2,08
Media 8,17 4,51 1,79

Lxl: N = 30; dMd; (6,71)7,10-8,02-8,66(8,85) x (3,91)4,03-4,28-4,88(5,10) Qm= 1,79

Osservazione in acqua 400×

post-2286-0-49833100-1410367905.jpg

post-2286-0-55923200-1410367921.jpg

post-2286-0-44695800-1410367937.jpg

post-2286-0-43589900-1410367952.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cortinarius sanguineus (Wulfen : Fr.) Gray; Regione Trentino; Agosto 2008; Foto di Gianni Pilato.

post-623-1220026082.jpg

Particolari: sull' esemplare di sinistra è ben evidente il residuo di cortina, su quello di destra la polvere sporale bruno-ocracea.

post-623-1220026248.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information