Jump to content

Recommended Posts

Cantharellus cibarius var. cibarius Fr.

Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Cantharellales
Famiglia Cantharellaceae
Genere Cantharellus

Nome italiano
Galletto, Finferlo, Gallinaccio.

Sinonimi
Cantharellus rufipes Gill.
Cantharellus vulgaris Gray.
Cantharellus pallens Pilát

Etimologia
Dal latino cantharus = coppa, cibarius = commestibile.

Cappello
2-12 cm, carnoso e sodo, convesso poi appianato, imbutiforme con depressione più o meno accentuata al centro. Margine irregolarmente ondulato e incurvato. Colore giallo-uovo più o meno carico fino quasi al biancastro, virante al rossastro dopo il tocco.

Lamelle
Sono delle costolature simili alle lamelle, molto decorrenti, concolori al cappello, simili a pliche e venosità della superficie inferiore del cappello.

Gambo
3-8 × 0,7-2 cm. Più o meno cilindrico, alle volte attenuato verso il basso, pieno, liscio, concolore al cappello.

Carne
Bianca o leggermente giallastra che scurisce arrossendo al taglio. Odore fruttato. Sapore gradevolmente amarognolo e leggermente piccante , a volte con l'età assume il sapore del fieno.

Habitat
Fungo molto comune, ma anche molto ricercato. Cresce sia nei boschi di conifere che latifoglie, dal livello del mare fino ai 2000 metri di altezza. Lo si trova dal mese di maggio fino a novembre. Fungo simbionte di moltissime piante, legato a particolari condizioni di acidità del terreno.

Microscopia
Spore 8-10 × 4-7 µm, ellittiche, giallo pallide.

Commestibilità e tossicità
Ottimo commestibile. Assieme al porcino è il fungo più ricercato e consumato alle nostre latitudini. Viene impiegato in cucina in svariati modi: trifolato, con le lasagne, nel risotto, oppure conservato sott'olio o sott'aceto. Si presta invece male alla conservazione per essiccamento.

Osservazioni
Di questo fungo esistono diverse varietà riferite a forma e colore. È il fungo di più facile digeribilità, perchè povero di micosina.

Somiglianze e varietà
Può essere scambiato con diverse varietà della stessa specie quali: Cantharellus cibarius var. amethysteus, giallo, ma con squame adnate, violette sul cappello, Cantharellus cibarius var. bicolor con cappello e gambo pallidi e pseudolamelle gialle, Cantharellus cibarius var. ferruginascens che tende a macchiarsi, specie in vecchiaia e dopo manipolazione di bruno rugginoso in ogni sua parte. Cantharellus friesii di colore arancio vivo, Cantharellus ianthinoxanthus con tonalità giallo-bruno olivastre. Talora è stato confuso con funghi di altre specie, quali Hygrophoropsis aurantiaca sospetta e altri funghi velenosi come Omphalotus olearius e Cortinarius a carne gialla.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Pietro Curti - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

Regione Lombardia; Giugno 2008; Foto di Federico Calledda.

post-620-1213723374.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information