Jump to content

Recommended Posts

Helvella macropus (Pers.: Fr.) Karsten

Tassonomia
Divisione Ascomycota
Classe Pezizomycetes
Sottoclasse Pezizomycetidae
Ordine Pezizales
Famiglia Helvellaceae
Genere Helvella

Commestibilità e tossicità
Velenosa, responsabile di sindrome giromitrica.

Foto e Descrizioni
Bosco appenninico di Castagno e Cerro; Foto, descrizione e microscopia di Massimo Biraghi.

post-2286-1182893776.jpg

post-2286-1182893849.jpg

post-2286-1182893925.jpg

Microscopia
Aschi ottosporici leggermente ingrossati alla sommità 260-280(300) µm.

post-2286-1182894039.jpg

Parafisi con apice da 6 a 12 µm.

post-2286-1182894107.jpg

Spore lisce, fusiformi, appuntite mediamente alle estremità, grossa guttula centrale e con guttule più piccole ai poli, misuranti 22-24(25) x (9)10-11 µm.

post-2286-1182894298.jpg

post-2286-1182894560.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Helvella macropus (Pers.: Fr.) Karsten; Regione Lombardia; Giugno 2012; Foto, descrizione e microscopia di Massimo Biraghi.

Piccola Helvella reperibile nei boschi di latifoglia, si riconosce per il cappello a forma di coppa schiacciata ai lati, l'imenio liscio di colore ocra-grigiastro, la superficie esterna grigiastra ricoperta da peluria, presenta un gambo slanciato, cilindrico, a volte allargato alla base e ricoperto come la parte esterna del cappello da peluria. Microscopicamente presenta spore di 21-27 × 10-12 µm, fusiformi, con grossa guttula centrale e in modo irregolare con una-due guttule più piccole disposte alle estremità. Come altre Helvella si osservano spore nettamente gibbose che non sono un carattere importante ai fini determinativi. Aschi 250-300 × 12-17 µm, pleurorinchi, cilindrico-clavati, ottosporici, inamiloidi. Parafici cilindriche, dilatate all'apice anche oltre i 10 µm. Excipulum ectale composto da elementi concatenati.


Osservazioni
Helvella dissingii Korf = Helvella villosa (Hedw.) Dissing & Nannf = Helvella macropus var villosa (Hedw.) Pers. è difficilmente distinguibile macroscopicamente specialmente da giovane, l'analisi al microscopio ottico è l'unico modo per separarle, infatti Helvella dissingii presenta spore che misurano solo 16-22 × 9-12 µm, di forma ellissoidale e con grossa guttula centrale.

Colline Bergamasche, ritrovamento di Massimo Mantovani, fotografia e analisi microscopica di Massimo Biraghi.

post-2286-0-56315200-1340227295.jpg

post-2286-0-06726300-1340227310.jpg

post-2286-0-86091700-1340227330.jpg

post-2286-0-35409500-1340227357.jpg

post-2286-0-22731200-1340227382.jpg

Foto e commento di Massimo Mantovani.

Luogo del ritrovamento un castagneto nelle vicinanze di Trescore Balneario.

post-735-0-83081700-1340542908.jpg

Alcuni dettagli.

post-735-0-54827600-1340543111.jpg

 

Microscopia

Visione delle spore a 400×.

post-2286-0-84945300-1340227471.jpg

post-2286-0-82605300-1340227437.jpg

Spore 400×.

post-2286-0-35865600-1340228086.jpg

post-2286-0-74952500-1340228108.jpg

Parafisi in blu lattico.

post-2286-0-32926400-1340228167.jpg

Excipulum ectale.

post-2286-0-50264400-1340228197.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information