Vai al contenuto

Recommended Posts

Russula medullata Romagnesi

Tassonomia
Ordine Russulales
Famiglia Russulaceae
Genere Russula
Sezione Heterophillae
Subsezione Griseinae

Etimologia
Dal latino russŭlus = rossiccio, rossastro, rosso, per il colore che in genere assumono i cappelli dei basidiomi appartenenti a tale genere.
Dal latino medullatus = pieno di midollo, per la consistenza midollosa della carne.

Cappello
6-11 cm di larghezza, all'inizio convesso poi piano ed infine nettamente depresso. Il colore varia da verde acquamarina a verde più scuro o grigio-azzurro, fino a decolorarsi in ocra-biancastro; talvolta sono presenti sfumature rosa-lillacee. Cuticola asciutta, separabile fino a mezzo raggio; bordo regolare o leggermente ondulato, abbastanza scanalato soprattutto in vecchiaia.

Imenoforo
Lamelle fitte, intervenate sul fondo, adnate o leggermente decorrenti, di consistenza fragile, sono spesso biforcate o nettamente anastomosate soprattutto al gambo; è rara la presenza di lamellule. Il colore è prima biancastro, poi giallino-ocraceo. Filo intero concolore o macchiato di bruno verso l’orlo del cappello.

Gambo
Cilindrico, un po’ ricurvo, svasato in alto e un po’ appuntito in basso, bianco con sfumature ocra e macchie rugginose alla base. Rugoso, pruinoso in alto; pieno poi midolloso.

Carne
Soda e cassante, bianca o macchiata di ocra nelle parti contuse o erose. Odore subnullo. Sapore mite, leggero, di nocciole. Reazione rosa al Solfato ferroso Fe SO4; lentamente positiva con la Tintura di Guaiaco.

Habitat
Specie che predilige i boschi freschi subalpini, associandosi principalmente a Pioppo, Betulla e Abete rosso; rara nell’Appennino centro-meridionale, ove vegeta sotto Quercia e Castagno.

Microscopia
Sporata ocra-giallastra. Spore 6,5-8,3 × 4,9-6,7 µm; Qm = 1,3; subglobose-ovoidali, ornate da verruche isolate o appressate in gruppi di due o tre. Basidi banali, clavati, tetrasportici e bisporici. Cistidi affusolati o lanceolati più o meno appendicolati. Cuticola formata da peli molto settati e ramificati, ottusi e arrontondati alla sommità, costituiti da cellule corte e cilindriche. Dermatocistidi rari, appendicolati, con un contenuto poco rinfrangente.

Commestibilità e tossicità
Commestibile di scarsa qualità.

Somiglianze e varietà
Russula parazurea Jul. Schäff., ha il cappello con cromatismi analoghi ma si differenzia per avere il sapore delle lamelle leggermente acre e per le spore crestate e subreticolate;
Russula ochrospora (Nicolaj ex Quadr. & W. Rossi) Quadr., per alcuni autori sinonimo di Russula parazurea, si distingue per avere una sporata più carica, per la reazione subnulla al Solfato Ferroso, per le spore più grandi e reticolate;
Russula aeruginea Lindbl. ex Fr., esclusiva dell’habitat alpino o nordeuropeo, si differenzia per il sapore delle lamelle piccante soprattutto nei giovani esemplari e per avere una sporata color crema;
Russula pseudoaeruginea (Romagn.) Kuyper & Vuure, rara negli habitat alpini, ha sempre il cappello con cromatismi verdastri ma si distingue per il sapore acre delle lamelle negli esemplari immaturi e per avere le spore subreticolate;

Russula monspeliensis Sarnari, specie tipica della Sardegna, ritrovata anche in Toscana, che si associa a Cistus monspeliensis, pur avendo anch’essa cromatismi verde-ocracei, si differenzia per la leggera acredine delle lamelle soprattutto nei giovani esemplari, per la sporata crema pallido e per le spore zebrate-subcrestate;
Russula ionochlora (Romagnesi), si differenzia per i colori al bordo del cappello in genere violetto-lilla, per la sporata crema pallido e per le spore leggermente più piccole, quantunque aventi le medesime ornamentazioni di Russula medullata.

Osservazioni
Trattasi di una Russula dai colori e dai caratteri macroscopici simili ad altre specie del genere e pertanto di non semplice determinazione. Importante per il suo riconoscimento sono il sapore mite delle lamelle soprattutto nei giovani esemplari, la sporata ocra-giallastra e l’ornamentazione delle spore costituita da verruche isolate.

Bibliografia
SARNARI, M., Ristampa Giugno 2007. Monografia illustrata del Genere Russula in Europa. Tomo Primo. Trento: Ed. AMB.
SARNARI, M., 2005. Monografia illustrata del Genere Russula in Europa. Tomo Secondo. Trento: Ed. AMB.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Stefano Rocchi - Revisionata da Tomaso Lezzi.


Regione Umbria, Sterpare di Sellano (PG); Giugno 2015; Foto e Microscopia di Stefano Rocchi.

Esemplari rivenuti in bosco di Castagno.

post-9732-0-58374000-1440280474.jpg

post-9732-0-13811600-1440280484.jpg

post-9732-0-87675200-1440280498.jpg

post-9732-0-43589000-1440280507.jpg

post-9732-0-98578500-1440280513.jpg

Il filo delle lamelle brunastro verso l'orlo del cappello.

post-9732-0-58977400-1440280531.jpg

post-9732-0-95388500-1440280545.jpg

post-9732-0-93707000-1440280553.jpg

post-9732-0-59144400-1440280562.jpg

post-9732-0-02150200-1440280569.jpg

La pruina nella parte alta del gambo e le lamelle anastomosate.

post-9732-0-23578700-1440280575.jpg

Reazione lentamente positiva con la Tintura di Guaiaco.

post-9732-0-57609300-1440280584.jpg

Reazione rosa al Solfato ferroso Fe SO4.

post-9732-0-54050600-1440280589.jpg

Spore 6,5-8,3 × 4,9-6,7 µm; Qm = 1,3; subglobose-ovoidali, ornate da verruche isolate o appressate in gruppi di due o tre. 1000× in Melzer.

post-9732-0-82949800-1440280623.jpg

post-9732-0-03617900-1440280629.jpg

post-9732-0-51793900-1440280635.jpg

Basidi banali, clavati, tetrasportici e bisporici. 1000× in Rosso Congo.

post-9732-0-68612700-1440280844.jpg

post-9732-0-56637000-1440280850.jpg

Cistidi affusolati o lanceolati più o meno appendicolati. 400× in Rosso Congo.

post-9732-0-24923800-1440280854.jpg

Cistidi affusolati o lanceolati più o meno appendicolati. 1000× in Rosso Congo.

post-9732-0-59736400-1440280858.jpg

post-9732-0-85372000-1440280862.jpg

Cuticola formata da peli molto settati e ramificati, ottusi e arrontondati alla sommità, costituiti da cellule corte e cilindriche. Dermatocistidi rari, appendicolati, con un contenuto poco rinfrangente. 1000× in Rosso Congo.

post-9732-0-08329200-1440280883.jpg

post-9732-0-59089000-1440280891.jpg

post-9732-0-02841000-1440280899.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Russula medullata Romagnesi; Regione Emilia Romagna; Bore (PR); Giugno 2007; Foto di Emilio Pini.

Russula di Latifoglia ritrovata in castagneto, comune in particolare sotto Pioppo e Betulla; odore debole e sapore dolce anche nelle lamelle dei soggetti giovani.

post-36492-0-29808800-1462537568.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information