Jump to content
Sign in to follow this  
Gruppo Botanico AMINT

Ophrys sphegodes subsp. tarquinia (P. Delforge) Kreutz

Recommended Posts

Ophrys sphegodes subsp. tarquinia, Regione Toscana, Aprile 2012 - Foto e commento di Bruno Ballerini.

 

Vorrei presentare la Ophrys tarquinia con una serie di foto per vedere la variabilità di questa specie e aggiungo alcune considerazioni per riconoscerla.
Habitat: si trova spesso nelle "bassure" fluviali, sui greti dei torrenti dove l'erba è bassa, banchine stradali dove a volte può essere veramente molto abbondante, generalmente a quote basse, ma trovata anche a quote più alte nelle schiarite dei boschi. Spesso si trova in compagnia di Ophrys passionis con la quale si ibrida e forma popolazioni intermedie con vari gradi di introgressione, ma anche in compagnia di "Ophrys classica", (normalmente quasi già sfiorita). Anche con questa ultima specie forma spesso popolazioni intermedie di difficile collocazione.
Caratteri distintivi: pianta generalmente abbastanza robusta e alta (si può assimilare alle dimensioni della "sphegodes"),
pseudocchi verdi o comunque sempre cerchiati di verde biancastro, grandi, posti quasi all'interno della cavità stimmatica o che comunque danno l'impressione di cadervici dentro, cavità stimmatica relativamente stretta, o almeno rispetto alle dimensioni del labello e del fiore in generale e comunque più stretta rispetto a Ophrys classica e "sphegodes" s.l. concolore al labello e al campo basale.
Ginostemio corto con apice normalmente appuntito e angolo chiuso verso il labello.
Petali variabili nella colorazione e nella dimensione, comunque quasi sempre molto ondulati e che io definirei intermedi tra quelli di Ophrys sphegodes s.l. e Ophrys passionis.
Labello di dimensioni medie, normalmente senza gibbe o appena pronunciate, di forma allungata e molto convessa.

Macula variabile ma generalmente complessa e sottolineata di biancastro.

 

post-24470-0-79834800-1335105105.jpg

 

post-24470-0-85131300-1335105158.jpg
Soggetto con petali molto colorati.

post-24470-0-56414700-1335105210.jpg
post-24470-0-22596100-1335105313.jpg
Alcuni soggetti con colorazioni rossastre.

post-24470-0-97536000-1335105367.jpg
post-24470-0-73778500-1335105442.jpg
post-24470-0-14355400-1335105499.jpg
Soggetti con particolare macula complessa.

post-24470-0-79752800-1335105641.jpg
Soggetto con macula non molto in evidenza, che non sono rari.

post-24470-0-06970300-1335105779.jpg
post-24470-0-99539900-1335105871.jpg
post-24470-0-53130500-1335105907.jpg
post-24470-0-52227900-1335105943.jpg
Ed infine, se avete avuto la pazienza di arrivare sino qui, due foto di comparazione con Ophrys passionis (a destra).

post-24470-0-01529300-1335106131.jpg
...e con Ophrys classica ( a sinistra). Da notare, oltre alle dimensioni del fiore in generale, le dimensioni della cavità stimmatica, molto importante per una corretta determinazione.

post-24470-0-85820000-1335106287.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information