Vai al contenuto
Gruppo Botanico AMINT

Ophrys holosericea subsp. dinarica (Kranicev & P. Delforge) Kreutz

Recommended Posts

Ophrys holosericea subsp. dinarica (Kranicev & P. Delforge) Kreutz

 

Sinonimi

Ophrys dinarica R. Kranicev & P. Delforge

 

Tassonomia

Regno: Plantae

Divisione: Magnoliophyta

Classe: Liliopsida

Ordine: Orchidales

Famiglia: Orchidaceae

 

Nome italiano

Ofride del monte Dinara.

 

Etimologia

Il nome del genere deriva dal greco ophrys=sopracciglio, forse perchè questo tipo di fiore veniva utilizzato per ricavare tinture per capelli e sopracciglia o, forse, per la forma dei tepali interni, simili appunto a sopracciglia.

Il nome specifico dal greco antico holosericea = di seta fa riferimento al labello di consistenza vellutata.

Il nome subspecifico da quello del monte Dinara, in Dalmazia. Un tempo questa specie era considerata un'endemismo dalmata.

 

Descrizione

Pianta abbastanza robusta, alta 15-60cm.

 

Foglie

Foglie basali lanceolate, raccolte in una rosetta, le cauline più acute ed abbraccianti il fusto; di colore verde.

 

Fiori

4-10 (12) fiori abbastanza grandi; sepali ovali lanceolati, da rosa a violetto, più di rado bianchi o verde chiaro. Petali triangolari, auricolati vellutati, ciliati, più scuri dei sepali. Labello bruno scuro, intero e più di rado vagamente trilobato, vellutato, fortemente convesso e talvolta arrotolato longitudinalmente e dall'aspetto scolopaxoide, munito di gibbosità subacute, robuste, divergenti, dotate di un'attenuata pelosità submarginale. Bordo del labello ribattuto, munito di un margine glabro nella metà distale, a volte abbastanza largo, giallo verdastro. Macula grande e complessa, di colore grigio bluastro o rossiccia, bordata di giallastro. Appendice importante, dentata. Cavità stigmatica e campo basale di colore bruno.

 

Tipo corologico

Submediterraneo. Un tempo considerata un'endemismo dalmata, se ne segnalano ritrovamenti in varie regioni del nostro paese.

 

Periodo di fioritura

Abbastanza tardiva, maggio e Giugno.

 

Territorio di crescita

Se ne segnalano ritrovamenti in varie regioni del nostro paese: Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Piemonte e Liguria.

 

post-665-0-36182700-1361555812.jpg

 

Habitat

In piena luce, su substrato più o meno neutro, da secco a fresco: prati, garighe, boscaglie, da 350 a 1400 mt:

 

Somiglianze e varietà

Ophrys holosericea subsp. holosericea (Burm.f.) Greunter, da cui si differenzia per il labello fortemente convesso e bombato.

Ophrys holosericea subsp. apulica (O. Danesch & E. Danesch) Buttler , che si distingue principalmente per i fiori più grandi, il labello trapeziodale e la distribuzione endemica del sud-est dell'Italia, specie in Puglia.

 

Note

L'impollinazione di questa specie è entomofila, ad opera di imenotteri.

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Annamaria Bononcini e Gianni Bonini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

 

Link utili

 

Indici temi Botanici - Galleria dei Fiori Piante e Frutti dell'Associazione AMINT - Schede delle Orchidee Italiane

 

Ophrys holosericea subsp. dinarica (Kranicev & P. Delforge) Kreutz, Regione Abruzzo, Giugno 2012 - Foto di Gianni Bonini

 

post-665-0-69425200-1362505446.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×

Important Information