Jump to content
Sign in to follow this  
Alessandro F

2015.11 - Toscana - Tutor Alessandro

Recommended Posts

Coprinopsis insignis (Peck) Redhead, Vilgalys & Moncalvo; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

post-4417-0-98521400-1448399911.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coprinopsis insignis (Peck) Redhead, Vilgalys & Moncalvo; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

post-4417-0-35538100-1448399950.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Russula cyanoxantha (Schaeff.) Fr.; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

Come suggerisce il nome (dal greco kyanos = azzurro e xanthós = giallo), la gamma cromatica del suo cappello è molto ampia: dal viola al verde, attraverso tonalità bluastre o giallastre; anche se esemplari giovani possono presentare colorazioni uniformi di ciclamino. Tali colorazioni in genere sono presenti e frammiste nello stesso esemplare creando un aspetto cromatico come metallizzato. La cuticola è parzialmente separabile (per 2 quinti del raggio) e la carne sottostante ha tonalità lilacine. Gambo e lamelle sono bianchi, con qualche macchia rugginosa in vecchiaia. Carne bianca dal sapore dolce come di nocciola. Cresce dall’estate al tardo autunno nei boschi di latifoglie. Caratteristica distintiva sono le lamelle lardacee.

 

Dal (nuovo) Tutto Funghi, Scheda 159, Pag. 275: “Il colore violetto della carne sotto la cuticola non è un carattere valido per la determinazione in quanto non esclusivo di questa specie. La consistenza definita lardacea delle lamelle indica l’estrema difficoltà nello spezzarle con la pressione di un dito, piegandosi invece come fossero di lardo. Nelle altre specie di Russula le lamelle si rompono in modo più o meno evidente.”

 

post-4417-0-42428200-1448399985.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Russula cyanoxantha (Schaeff.) Fr.; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

post-4417-0-94965500-1448400014.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tricholoma saponaceum (Fr.: Fr.) Kummer; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

Tricholoma di taglia medio-grande; con carne bianca, consistente, elastica-fibrosa nel cappello e tenace nel gambo con sfumature rosate alla sua base. Il sapore è amarognolo e l’odore ricorda quello del sapone, sapone di Marsiglia, acqua saponata, acqua di scarico di lavatrice, ecc.

Camaleontico per i colori che può assumere il cappello: dal più tipico ocra grigiastro, grigio, grigio-olivastro al bruno-nerastro con sfumature bluastre, piombo, oppure ancora verdastro, o anche decolorato fin quasi al bianco in alcune forme, giallastro, con macchie rosa in vecchiaia.

Dal (nuovo) Tutto Funghi, Scheda 62, Pag. 166: “Ubiquitario, molto diffuso nei boschi di latifoglie e aghifoglie, nei prati, spesso a gruppi anche concresciuti, dall’estate all’inizio dell’inverno.

La caratteristica fondamentale per la determinazione è l’odore di sapone e il viraggio della carne al rosa specialmente nella parte bassa del gambo. È certamente uno dei funghi più belli da incontrare (anche se non è commestibile) a causa dei suoi cromatismi spesso stupefacenti e della sua taglia che può essere notevole in casi di particolare sviluppo.

Sarebbe impossibile elencare tutte le varietà (spesso sovrapponibili) che sono state create per questo fungo, definito comunemente come “il trasformista” per la sua spiccata variabilità; elenchiamo quelle più comuni e accettate. La var. squamosum possiede il gambo di colore grigio, squamoso; la var. ardosiacum ha il cappello di colore blu-nerastro e gambo squamato dello stesso colore; la var. atrovirens presenta un cappello di colore verdastro scuro e gambo bianco. I principianti possono scambiarlo con Clitocybe nebularis che possiede però carne bianca immutabile con un odore molto tipico, forte, aromatico, considerato sgradevole da alcuni e lamelle adnate-decorrenti.”

 

post-4417-0-73125700-1448400048.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tricholoma acerbum (Bull.: Fr.) Quélet; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

Con margine (molto involuto da giovane, che poi tende a distendersi) tipicamente costolato. Determinazione effettuata grazie alle indicazioni di Mario Iannotti

 

post-4417-0-74465300-1448400097.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tricholoma acerbum (Bull.: Fr.) Quélet; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

post-4417-0-37584400-1448400122.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mycena haematopus (Pers.: Fr.) P. Kumm.; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

Al taglio del gambo essuda latice colorato (rosso-vinoso-bruno) come la simile M. sanguinolenta; una differenza macroscopica è il filo delle lamelle: lamelle prima biancastre poi rosate e con sfumature bruno-vinose ma con filo concolore in M. haematopus; lamelle rosate ma con il filo discolore: rosso-vinoso-bruno in M. sanguinolenta. Un’altra Mycena che essuda latice colorato è M. crocata che ha però gambo interamente liscio con base coperta di peluria bianco-giallastra (mentre M. haematopus ha gambo interamente ricoperto da pruina biancastra, oltre alla peluria basale) ed essuda copiosamente latice giallo-arancio da qualsiasi parte (cappello, lamelle, gambo).

 

Dal (nuovo) Tutto Funghi, Scheda 84, Pag. 191: “Basta ferire leggermente il gambo con la punta di un coltellino o di una pinzetta per vedere questo fungo emettere una goccia di liquido rassomigliante, sia per densità che per colore, al sangue.”

 

post-4417-0-78653600-1448400510.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mycena haematopus (Pers.: Fr.) P. Kumm.; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

post-4417-0-88033000-1448400533.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lactarius subumbonatus Lindgren; Regione Toscana, Mugello; Novembre 2015; Foto di Alessandro Francolini.

 

Determinazione suggerita da Max Biraghi.

 

post-4417-0-90866500-1448400564.jpg

Edited by Alessandro F

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information