Jump to content

Recommended Posts

Galerina clavata (Velen.) Kühner 1935

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Strophariaceae
Genere Galerina
Sottosezione Tubariopsis

Sinonimi
Galera fragilis var. clavata Velen. 1921
Galera clavata (Velen.) J.E. Lange 1939
Galerina heterocystis (G.F. Atk.) A.H. Sm. & Singer 1964

Etimologia
L'epiteto Galerina è il diminutivo di Galera che proviene dal latino Galerus, galero, copricapo a forma di cupola di cuoio, usato come elmo.
L'epiteto clavata deriva dal latino Clavatus, a, um, a forma di clava.

Cappello
Cappello campanulato, convesso, poi appianato, liscio, igrofano, brillante con il tempo umido, il colore varia dal giallo-aranciato, bruno, ocraceo, al beige pallido con il secco, con basso umbone centrale, striato per trasparenza.

Imenoforo
Le lamelle sono adnate, spaziate, ventricose, da giallo-ocracee a giallo rugginose con la maturazione delle spore, intervallate da numerose corte lamellule, filo lamellare più chiaro.

Gambo
Il gambo è cilindrico, dal mielato pallido al giallastro, pruinoso e ricoperto di fioccosità-fibrillosità biancastra, fragile, ingrossato verso la base. 

Carne
La carne è giallo-ocracea. Sapore dolce e odore gradevole non definito.

Habitat
Cresce nei prati, pascoli e perfino nei boschi umidi tra lo sfagno. Questa raccolta è stata rinvenuta in una pineta umida, tra lo sfagno.

Microscopia
Spore da oblunghe ad sub-amigdaliformi, finemente verrucose, prive di plaga ilare evidente, senza poro germinativo, a parete spessa, non collassano in KOH; misurate 32 spore: 13,3-16,5 × 6,7-8,2 µm; media 15 × 7,6 µm; Q = 1,8-2,1; Qm = 2,0.
Basidi clavati, tetrasporici.
Pleurocistidi assenti.
Cheilocistidi 35-75 µm, prevalentemente tibiiformi, osservati anche di tipo lecitiforme.
Caulocistidi molto simili ai cheilocistidi.
Pileipellis, costituita da una cutis di ife cilindriche, di diversa grandezza, con andamento subparallelo, intrecciate, in parte con pigmento incrostante a granuli fini.
GAF assenti.

Commestibilità e tossicità
Probabilmente responsabile della sindrome phalloidea che causa avvelenamenti potenzialmente letali.

Specie simili
Galerina subclavata Kühner, ha un aspetto molto simile, ma i suoi basidi sono bisporici.
Galerina pumila (Pers.) Singer, si distingue per i colori del cappello e del gambo più vivaci, ha spore di grandezza minore e lisce, cistidi diversi morfologicamente da lageniformi a cilindrici e presenti solo sul filo lamellare, GAF presenti.
Galerina sphagnicola (G.F. Atk.) A.H. Sm. & Singer, cresce nello sfagno, portamento simile, ma le lamelle sono molto fitte, le spore sono più piccole e lisce, cistidi presenti solo sul filo lamellare, GAF presenti.

Bibliografia
AA.VV., 2018. Funga Nordica. Agaricoid, boletoid and cyphelloid genera. Ed. Nordsvamp. 2nd Edition, 2nd printing.

 

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Mario Iannotti - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

Regione Umbria; Novembre 2020; Foto, descrizione e microscopia di Mario Iannotti.
(exsiccata MI20201129_01).

Galerina-clavata-5007_10_2020.jpg

Galerina-clavata-5011_14_2020.jpg

Galerina-clavata-5015_19_2020.jpg

Galerina-clavata-5035_39_2020.jpg

Base del gambo leggermente ingrossata.

Galerina-clavata-5043_46_2020.jpg

Microscopia
Spore da oblunghe ad sub-amigdaliformi, finemente verrucose, prive di plaga ilare evidente, senza poro germinativo, a parete spessa, non collassano in KOH; misurate 32 spore: 13,3-16,5 × 6,7-8,2 µm; media 15 × 7,6 µm; Q = 1,8-2,1; Qm = 2,0.
Osservazione in KOH al 5%, a 1000×.

Galerina-clavata-spore-6_1000x-000024.jpg

Galerina-clavata-spore-8_1000x-000024.jpg

Galerina-clavata-spore-13_1000x-000024.jpg

Galerina-clavata-spore-16_1000x-000024.jpg

Basidi clavati, tetrasporici. Osservazione in KOH al 5%, a 400×.

Galerina-clavata-basidi-1_400x-000003.jpg

Osservazione in KOH al 5%, a 1000×.

Galerina-clavata-basidi-2_1000x-000003.jpg

Cheilocistidi 35-75 µm, prevalentemente tibiiformi, osservati anche di tipo lecitiforme. Osservazione in KOH al 5%, a 400×.

Galerina-clavata-cheilocistidi-7_400x-000003.jpg

Galerina-clavata-cheilocistidi-15_400x-000003.jpg

Galerina-clavata-cheilocistidi-16_400x-000003.jpg

Osservazione in KOH al 5%, a 1000×.

Galerina-clavata-cheilocistidi-21_1000x-000003.jpg

Galerina-clavata-cheilocistidi-23_1000x-000003.jpg

Galerina-clavata-cheilocistidi-25_1000x-000003.jpg

Galerina-clavata-cheilocistidi-27_1000x-000003.jpg

Caulocistidi molto simili ai cheilocistidi. Osservazione in Rosso congo ammoniacale a 400×.

Galerina-clavata-caulocistidi-1_400x-000003.jpg

Galerina-clavata-caulocistidi-3_400x-000003.jpg

Galerina-clavata-caulocistidi-4_400x-000003.jpg

Galerina-clavata-caulocistidi-7_400x-000003.jpg

Pileipellis, costituita da una cutis di ife cilindriche, di diversa grandezza, con andamento subparallelo, intrecciate, in parte con pigmento incrostante a granuli fini. Osservazione in KOH al 5%, a 400×.

Galerina-clavata-pileipellis-7_400x-000003.jpg

Galerina-clavata-pileipellis-10_400x-000003.jpg

Ife con pigmento incrostante a granuli fini.

Galerina-clavata-pileipellis-4_400x-000003.jpg

Galerina-clavata-pileipellis-5_400x-000003.jpg

Link to post
Share on other sites

Galerina clavata (Velen.) Kühner; Svizzera; Marzo 2015; Foto di Roberto Cagnoli.

Ritrovamento effettuato su tappeto muschioso in un prato ai bordi di un boschetto di latifoglie.
Spore leggermente verrucose, 13-17×7-9 µm da ellissoidi ad amigdaliformi.
GAF assenti (sottosezione Tubariopsis).
Pleurocistidi assenti.
Cheilocistidi nettamente capitulati con lungo collo, di due tipi: a base ventricosa (oltre 10 µm) e a base non ventricosa. Lunghezza 35-50 µm.
Caulocistidi numerosi di medesima forma dei cheilocistidi.

27.jpg

Spore.

28.jpg

29.jpg

Basidio tetrasporico.

30.jpg

Cheilocistidi.

31.jpg

32.jpg

33.jpg

34.jpg

35.jpg

36.jpg

Caulocistidi.

37.jpg

38.jpg

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information