Jump to content
Archivio Micologico

Coprinus comatus (O.F. Müll. : Fr.) Pers. 1797

Recommended Posts

Coprinus comatus (O.F. Müll. : Fr.) Pers. 1797

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Agaricaceae
Genere Coprinus
Sottogenere Coprinus
Sezione Coprinus

Nome italiano
Coprino chiomato, Agarico chiomato, Fungo dell'inchiostro.

Etimologia
Dal latino comatus = dotato di chioma. Per le squame filamentose che ricoprono l'apice del cappello come una chioma.

Cappello
5-10(20) × 3-6 cm, poco carnoso, dapprima ovoidale-oblungo o a forma di clava, ricopre una gran parte del gambo al quale aderisce con le lamelle, come un ditale; poi si apre a forma di campana allungata, mentre il margine si lacera, si arrotola verso l'alto e comincia a liquefarsi. La cuticola degli esemplari giovani è bianca, giallognola al centro e quasi liscia, maturando si rompe in squame arricciate disposte regolarmente su cerchi concentrici, e il colore si fa più scuro a partire dal margine che diventa rosa e poi nerastro. A questo punto diventa molle e si liquefà in una poltiglia nerastra.

Lamelle
Fitte, appressate come le pagine di un libro chiuso, con orlo pruinoso, bianche, poi rosa, rosso-brune, poi nere ed infine deliquescenti.

Gambo
10-15 × 1-1,5 cm, cilindrico, slanciato, ingrossato alla base, cavo e bambagioso. Bianco sericeo, poi rosa grigiastro o brunastro, leggermente peloso-fibrilloso, poi glabro.

Anello
Mobile, membranoso, sottile che sovente sparisce.

Carne
Tenera, acquosa, bianca, poi rosea, infine nerastra e deliquescente. Odore mite. Sapore grato.

Habitat
Dalla primavera all'autunno in gruppi numerosi nei terreni umidi e concimati, sciolti o sabbiosi, ricchi di materiale calcareo e di sostanze fertilizzanti organiche, nei prati, nei giardini, ai lati dei sentieri del bosco. Nelle piazzole boschive dove si esegue il taglio della legna, sembra particolarmente apprezzare i tanti trucioli che nel tempo si accumulano in queste aree e la compressione del terreno realizzata dai mezzi pesanti che ci transitano sopra.

Microscopia
Spore 10-15 × 6-8 µm, ellittiche, bruno-nerastre.

Commestibilità e tossicità
Delicato commestibile solo se immaturo (lamelle bianche!), da consumarsi appena colto perché si altera rapidamente, in pratica è il solo coprino commestibile e senza eccedere lo possiamo anche mangiare crudo. Si consiglia di eliminare il gambo subito dopo averlo raccolto, per rallentare la maturazione. Recenti studi hanno messo in evidenza una piccola presenza di coprina anche in questa specie, questa sostanza presente in più alta concentrazione in Coprinopsis atramentaria (Bull. : Fr.) Redhead, Vilgalys & Moncalvo = Coprinus atramentarius (Bull. : Fr.) Fr. è responsabile della sindrome coprinica. È consigliabile evitare, o ridurre al minimo, l'assunzione di bevande alcoliche con Coprinus comatus. È veramente ottimo saltato in padella con una noce di burro. Considerato da molti autori il miglior fungo in assoluto.

Somiglianze e varietà
Coprinus comatus var. ovatus (Schaeff. : Fr.) Quél., commestibile, più esile, cappello sferoidale, maturazione delle lamelle più lenta. Coprinus comatus var. clavatus (Fr.) Quél., commestibilità incerta, ha sul vertice del cappello claviforme un disco di feltro brunastro con spaccature radiali, anello che resta alla base del gambo, cresce su terreno molto concimato. Coprinus piccoli senza interesse alimentare: Coprinellus silvaticus (Peck) Gminder = Coprinus silvaticus Peck, grigio a cespi nei boschi. Coprinellus domesticus (Bolton : Fr.) Vilgalys, Hopple & Jacq. Johnson = Coprinus domesticus (Bolton : Fr.) Gray, grigio poi ricoperto di squame granulose, a cespi. Parasola auricoma (Pat.) Redhead, Vilgalys & Hopple = Coprinus hansenii J.E. Lange, ocraceo, di forme gentili. Coprinopsis nivea (Pers. : Fr.) Redhead, Vilgalys & Moncalvo = Coprinus niveus (Pers. : Fr.) Fr. cresce su escrementi di bovini ed equini.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Pietro Curti - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

In una foto ravvicinata possiamo meglio apprezzare la tipica decorazione del cappello, non ha caso uno dei nomi volgari più diffusi è fungo del bersagliere, ricorda infatti il cappello di parata dell'Arma e l'altro è fungo chiomato.

 

post-4-0-65536300-1463477921.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Coprinus comatus (O.F. Müll. : Fr.) Pers.; Regione Marche; Foto di Pietro Curti.

Al centro notate un esemplare maturo, il margine del cappello sta collassando e liquificando, si trasformera in una sostanza acquosa e nerastra, altro nome volgare di questo fungo è infatti: "fungo dell'inchiostro".

post-4-0-97076700-1463477749.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information