Vai al contenuto
Archivio Micologico

Amanita crocea (Quél.) Singer 1951

Recommended Posts

Amanita crocea (Quél.) Singer 1951

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Amanitaceæ
Genere Amanita
Sottogenere Amanita
Sezione Vaginatae

Nome italiano
Bubbolina.

Sinonimi
Amanitopsis crocea (Quél.) E.-J. Gilbert 1928
Amanita vaginata var. crocea Quél. 1898

Etimologia
Per il colore dello zafferano. Dal latino crocus = pianta del croco.

Cappello
5-8(12) cm, all'esordio allungato e stretto sul gambo, infine allargato, senza essere quasi mai totalmente espanso, con umbone centrale ampio; sericeo con tempo asciutto, untuoso e viscido in caso di pioggia, non presenta quasi mai decorazioni velari sul cappello, margine del cappello nettamente rigato; sul cappello predominano i cromatismi dell'arancio con varie sfumature, tenui ma anche molto forti, i colori sono più intensi al centro del cappello. Lamelle separate dal gambo, serrate e minute, biancastre o crema, con numerose lamellule.

Gambo
7-14 × 1-2,5 cm, allungato, stretto in alto, rivestito da minute squamule concolori al pileo (biancastre nella varietà subnudipes); in origine pieno e poi con cavità. Anello assente "obliterato". Volva consistente, alta sul gambo, strettamente ancorata alla base dello stipite, svasata in alto, biancastra, più scura internamente.

Carne
Poco spessa e consistente, leggera, bianca o biancastra, aranciata ai margini in modo abbastanza netto. Odore leggero, priva di sapori significativi, dolciastra.

Habitat
Questa specie ama ritagliarsi una nicchia privilegiata in ogni ambiete boschivo, ubiquitaria, la troviamo prevalentemente nei luoghi umidi, muschiosi ed erbosi. Si tratta di una specie abbastanza localizzata e non reperibile ovunque, dove presente può mostrarsi con produzioni densamente gregarie, dal mese di Agosto fino a tutto Novembre fruttifica favorevolmente.

Commestibilità e tossicità
Buon commestibile dal sapore delicato (esige cottura adeguata, 15 minuti dal primo bollore, perché è tossica da cruda).

Osservazioni
Pur avendo cromatismi del cappello che ricordano molto la rinomata e ben più famosa Amanita caesarea, l'assenza di anello e il colore biancastro del gambo e delle lamelle, ne consentono una facile separazione.

Somiglianze e varietà
Viene considerata dalla maggioranza degli autori specie a sé stante e non una delle tante varietà della Amanita vaginata (Bull. : Fr.) Lam. Si tratta di una delle poche Amanita del sottogenere Amanita, sezione Vaginatae, che si riescono a riconoscere e delimitare con facilita; in particolare per il colore aranciato del cappello, per il margine nettamente striato e per il gambo tipicamente screziato. Le assomiglia Amanita fulva Fr., fungo di taglia solitamente inferiore, con colore pileico fulvo brunastro e con crescita solitamente addossata a ceppaie di castagno, anche se presente in altri boschi di latifoglie. La mancanza dell’anello la distingue dagli esemplari tossici di Amanita, in particolare da forme aranciate e senza velo generale di Amanita muscaria (L. : Fr.) Lam. 

Curiosità
Il Gruppo delle Amanita del sottogenere Amanita, sezione Vaginatae, è costituito da un numero di specie molto vasto e ancora non ben delimitato. Tranne rarissimi casi, per una corretta determinazione di questo gruppo e indispensabile l’attenta osservazione microscopica. Sono tutte commestibili di ottimo pregio; si usufruisce del solo cappello ed e obbligatoria una cottura adeguata, seguendo la procedura e la tempistica già descritta. Essendo funghi molto fragili devono essere raccolti con grande delicatezza.  

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Pietro Curti - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

Regione Piemonte; Agosto 2008; Foto di Giuseppe Vanoli.

post-3472-1218707608.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Amanita crocea (Quél.) Singer; Regione Liguria; Luglio 2013; Foto di Maria Ligure.

post-3243-0-97536600-1373725046.jpg

Il gambo con le squamule concolori.

post-3243-0-75008600-1373725057.jpg

Particolare della volva consistente e più scura internamente.

post-3243-0-64349200-1373725061.jpg

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information