Jump to content

Recommended Posts

Dactylorhiza romana subsp. romana (Sebast.) Soò

Sinonimi
Orchis romana Sebastiani
Orchis sulphurea Sprengel
Orchis mediterranea Klinge
Dactylorhiza sulphurea subsp. pseudosambucina (Tenore) Franco
Dactylorhiza sambucina subsp. Pseudosambucina (Tenore) Sundermann

Tassonomia
Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Liliopsida
Ordine: Orchidales
Famiglia: Orchidaceae

Nome italiano
Orchide romana

Etimologia
Il nome del genere deriva dal greco dactylos = dito e rhiza = radice, con riferimento alla forma dei tubercoli. Il nome specifico deriva dal fatto che i primi ritrovamenti di questa specie sono stati fatti nei dintorni di Roma.

Descrizione
Pianta alta 15-35 cm, con fusto sottile e verde, dotata di rizotuberi scarsamente divisi.

Foglie
Foglie lineari, lanceolate, ammassate alla base del fusto ma non formanti una rosetta. Le foglie basali sono più lunghe e larghe di quelle caulinari, che sono bratteiformi e ben distanziate lungo il fusto. Brattee verdi, le inferiori più lunghe del fiore.

Fiori
Infiorescenza dapprima densa quindi allungata e alquanto lassa a maturità. Fiori giallo pallido, quasi bianchi oppure in varie gradazioni di rosso magenta. Sepali ovati, i laterali eretti ed asimmetrici, quello mediano connivente coi petali a formare un casco piuttosto lasso. Labello convesso, non maculato, trilobo, con lobi laterali subuguali e quello mediano ottuso e smarginato. Sperone cilindrico, arcuato, diretto verso l'alto, più lungo dell'ovario, troncato o appena bilobato all'apice.

Tipo corologico
Stenomediterraneo

Periodo di fioritura
Da marzo a maggio.

Territorio di crescita
Presente dall'Emilia Romagna a tutte le regioni centrali e meridionali, alla Sicilia, ad esclusione del Molise. Assente in Sardegna.

post-4431-1231672582.jpg

Habitat
Boschi aperti di latifoglie, fino a 1800 m s.l.m. generalmente su terreno asciutto.

Somiglianze e varietà
Dactylorhiza sambucina (L.) Soò, che si distingue per avere lo sperone discendente, mentre nella D. romana è arcuato verso l'alto.
Dactylorhiza insularis (Sommier) Landwehr, che si distingue per lo sperone orizzontale.

Note
L'impollinazione è entomofila e viene soprattutto operata da imenotteri . Si basa sull'inganno visivo poiché gli insetti vengono attratti dall'aspetto dei fiori, privi di nettare, che ricorda quello di altre specie nettarifere.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Annamaria Bononcini e Gianni Bonini - Approvata e Revisionata dal Gruppo di Coordinamento dell'Area Botanica

Link utili

Indici temi Botanici - Galleria dei Fiori Piante e Frutti dell'Associazione AMINT - Schede delle Orchidee Italiane

Dactylorhiza romana subsp. romana (Sebastian.) Soò, Regione Campania, Aprile 2008 - Foto di Felice Di Palma

post-4431-1231673021.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information