Jump to content
Archivio Micologico

Omphalotus olearius (DC. : Fr.) Singer 1948

Recommended Posts

Omphalotus olearius (DC. : Fr.) Singer 1948

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Omphalotaceae

Etimologia
Omphalotus = dal greco omfalòs = ombelico, con depressione al centro.
olearius = dal latino oleárius, a, um = attinente all'olio, all'olivo, per il presunto habitat di crescita.

Sinonimi
Clitocybe olearia (DC. : Fr.) Maire 1933 
Pleurotus olearius (DC. : Fr.) Gillet 1876

Nome inglese
Jack o' Lantern

Cappello
Piano-convesso, poi con il centro depresso, presto imbutiforme, di colore giallo-arancio, bruno-rossiccio, ma anche con larghe zone nerastre non omogenee, margine sottile ed a lungo involuto. La cuticola è liscia, lucente, percorsa da fibrille radiali.

Imenoforo
Lamelle molto decorrenti, abbastanza fitte, strette ed arcuate, di colore giallo, con lamellule di diversa lunghezza.

Gambo
Cilindrico, sodo, tenace, fibroso, concolore alle lamelle, centrale ma a volte eccentrico, sinuoso, ritorto, con la base attenuata, appuntita.

Carne
Giallastra, tenace, fibrosa, con odore e sapore lievemente fungino.

Habitat
Di solito cresce cespitoso in più esemplari su ceppaie, ma anche piante vive di Olivo, Quercia o Castagno, più raro trovarlo su legno di conifera. A volte è possibile rinvenire esemplari con crescita singola, apparentemente terricola, che in realtà sono attaccati a radici o legnetti interrati. Questo taxon è termofilo e maggiormente presente nelle regioni meridionali.

Microscopia
Spore da subglobose a largamente ellittiche, finemente verrucose, non amiloidi, misurate 32 spore da sporata, 5,1-7,2 (7,4) × 4,7- 5,9 µm; Q = 1,1-1,3; media 6,2 × 5,2 µm; Qm = 1,2.
Basidi clavati, la maggior parte tetrasporici, osservati in quantità minore anche bisporici.
Cheilocistidi con appendici digitate molto allungate, ramificate.
Epicute tipo cutis, a ife cilindriche, intrecciate, con pigmento parietale incrostante a placche e fini granuli, settate, con presenza di GAF, osservata reazione positiva con KOH 5% con colorazione al verde soprattutto delle incrostazioni delle ife. Ife dello strato mediano (derma) cilindriche, di larghezza maggiore di quelle della cutis, settate, con grossi GAF, la maggior parte lisce, solo alcune con pigmento incrostante costituito da finissimi granuli.

Commestibilità e tossicità
Si tratta di un fungo tossico, da non consumare, compreso tra quelli a sindrome gastrointestinale costante, che provoca vomito violento.

Somiglianze a varietà
Quando cresce in forma singola attaccato a legnetti interrati o radici bisogna prestare molta attenzione per la possibilità di confonderlo con il Cantharellus cibarius Fr., ottimo commestibile che si differenzia, appunto, per la crescita terricola, singola, per le colorazioni gialle uniformi, odore gradevole, fruttato di albicocca matura, per la presenza sotto al cappello non di vere lamelle ma di pieghe o pliche.
Omphalotus illudens (Schwein.) Bresinsky & Besl, si separa macroscopicamente per il cappello convesso con papilla o umbone ottuso al centro del cappello, dal punto di vista microscopico si osserva che Omphalotus illudens ha spore significativamente più piccole e nella pileipellis si trovano delle ife di rifrazione che invece sono rare in Omphalotus olearius. Sui due taxa sono stati condotti anche studi che hanno riguardato il DNA i cui risultati separano in modo netto le due specie. Per questa specie non si hanno segnalazioni sul territorio italiano, le raccolte studiate provengono dal nord Europa e dagli Stati Uniti.
Hygrophoropsis aurantiaca (Wulf.: Fr.) Maire, ad un esame superficiale, per le colorazioni aranciate del cappello, potrebbe essere confusa con O. olearius, ma si distingue agevolmente per le dimensioni minori, l’esiguità della carne del cappello, le lamelle anastomizzate e biforcate in sezione, per l’odore aromatico forte e per il diverso habitat di crescita, predilige infatti la lettiera di aghi di Pino.

Osservazioni
Un'ultima annotazione riguarda la capacità di questo fungo di essere “bioluminescente”, cioè se lo stesso viene osservato all’interno di un luogo buio dopo qualche minuto appena i nostri occhi si saranno abituati al nuovo ambiente ci accorgiamo che emette una debole ma caratteristica luce verde.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Mario Iannotti - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

Regione Umbria, Agosto 2014, Foto, descrizione e microscopia di Mario Iannotti.
(Exsiccatum MI20140816-01)

post-12947-0-09982800-1408529853.jpg

post-12947-0-52095200-1408529877.jpg

post-12947-0-17998400-1408529895.jpg

Spore da subglobose a largamente ellittiche, finemente verrucose, non amiloidi, misurate 32 spore da sporata, 5,1-7,2 (7,4) × 4,7-5,9 µm; Q = 1,1-1,3; media 6,2 × 5,2 µm; Qm = 1,2. Osservazione in Melzer anionico a 1000×.

post-12947-0-26551900-1408529977.jpg

post-12947-0-14827100-1408530001.jpg

post-12947-0-08314000-1408530025.jpg

Basidi clavati, la maggior parte tetrasporici, osservati in numero minore anche bisporici. Osservazione in Rosso Congo ammoniacale a 400×.

post-12947-0-35951100-1408530194.jpg

Osservazione in Rossso Congo ammoniacale a 1000×.

post-12947-0-90331000-1408530239.jpg

post-12947-0-07232200-1408530286.jpg

post-12947-0-70181100-1408530300.jpg

Cheilocistidi con appendici digitate molto allungate, ramificate. Osservazione in Rosso Congo ammoniacale a 400×.

post-12947-0-10402500-1408530338.jpg

post-12947-0-85121800-1408530406.jpg

post-12947-0-85187600-1408530427.jpg

Osservazione in Rosso Congo ammoniacale a 1000×.

post-12947-0-78185500-1408530463.jpg

post-12947-0-90417400-1408530487.jpg

post-12947-0-95622100-1408530511.jpg

post-12947-0-04614400-1408530534.jpg

post-12947-0-68195700-1408530558.jpg

post-12947-0-93745600-1408530577.jpg

post-12947-0-10967200-1408530606.jpg

post-12947-0-29466700-1408530635.jpg

post-12947-0-10353300-1408530671.jpg

Epicute tipo cutis, a ife cilindriche, intrecciate, con pigmento parietale incrostante a placche e fini granuli, settate, con presenza di GAF, osservata reazione positiva con KOH 5% con colorazione al verde soprattutto delle incrostazioni delle ife. Osservazione in acqua a 400×.

post-12947-0-30046900-1408530801.jpg

post-12947-0-32712700-1408530853.jpg

Epicute tipo cutis, a ife cilindriche, intrecciate, con pigmento parietale incrostante a placche e fini granuli, settate, con presenza di GAF, osservata reazione positiva con KOH 5% con colorazione al verde soprattutto delle incrostazioni delle ife. Osservazione in acqua a 1000×.

post-12947-0-38378500-1408530962.jpg

post-12947-0-06170700-1408530985.jpg

post-12947-0-08532200-1408530999.jpg

Osservazione con KOH 5% a 400×.

post-12947-0-05744600-1408531074.jpg

Osservazione con KOH 5% a 1000×.

post-12947-0-26485800-1408531092.jpg

post-12947-0-84943500-1408531126.jpg

post-12947-0-05190700-1408531164.jpg

post-12947-0-81010500-1408531222.jpg

Ife dello strato mediano (derma), cilindriche, di larghezza maggiore di quelle della cutis, settate con grossi GAF, la maggior parte lisce solo alcune con lieve pigmento incrostante costituito da finissimi granuli. Osservazione in acqua a 1000×.

post-12947-0-96779000-1408531296.jpg

post-12947-0-92158200-1408531346.jpg

post-12947-0-23640900-1408531364.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information