Jump to content

Inocybe leptocystis G.A. Atk. 1918


Archivio Micologico
 Share

Recommended Posts

Inocybe leptocystis G.A. Atk. 1918

Tassonomia
Divisione Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Inocybaceae
Genere Inocybe
Sottogenere Inocybe
Sezione Fibrillosae (secondo Funga Nordica), Inocybe (secondo Bon)
Sottosezione Mesosporinae (secondo Bon)

Sinonimi
Inocybe hygrophila J. Favre 1960

Etimologia
L'epiteto Inocybe deriva dal greco ἴς, ἱνός [ís, inós= fibra, e dal greco κύβη [kube= testa; per il cappello spesso rimoso, cioè dissociato in fibre.
L'epiteto leptocystis deriva dal greco λεπτός [leptós] = fine, e κύστις [cýstis] = vescica, cistidio; per le pareti sottili dei cistidi.

Cappello
Di piccole dimensioni, 2-4 cm di diametro, inizialmente conico-campanulato, poi convesso, con presenza di un umbone poco accentuato ed un margine continuo. Superficie pileica fibrillosa, con fibrille dalle tonalità brunastre e con residui evidenti di velo di colore biancastro verso l'esterno e screpolata verso il centro. Di solito il cappello negli esemplari giovani è decorato finemente da piccole squame biancastre che vengono successivamente perse alla maturità. Le colorazioni pileiche sottostanti, sono su tonalità marroni, ocra o bruno-rossastre. 

Imenoforo
Lamelle abbastanza fitte, sinuate, adnate o leggermente uncinate, di colore inizialmente bianco grigiastro, a maturazione bruno chiaro con delicati toni olivastri.

Gambo
Si presenta fino a 2 cm di lunghezza e 0,5 cm di spessore, finemente glassato, pruinoso. Ricoperto interamente da fini fibrille grigiastre, tranne nella zona apicale dove si evidenzia una sorta di pruina biancastra. Ha una forma cilindrica ristretta all'apice e allargata alla base.

Carne
Nel cappello fibrosa e di colore biancastro; più compatta nel gambo e di colore più ocra; sapore insignificante e debole odore spermatico.

Habitat
Specie saprofita che cresce in boschi di pianura più o meno igrofili di caducifoglie ed aghifoglie.

Microscopia
Spore (8) 8,6-11,1 (11,5) × (4,6) 4,9-5,6 (5,7) µm; Q = (1,6) 1,64-2 (2,1); N = 31; Media = 9,5 × 5,2 µm; Qm = 1,8; oblunghe, con parete spessa, lisce (secondo Stangl spore 9-10-(12) × 5,5-6-(6,5) × 5,5-6-(6,5) µm).
Basidi (23,7) 31-33,6 (34) × (5,8) 5,9-8,3 (8,9) µm; Q = (3,7) 3,73-4,6 (5,6); N = 7; Media = 31,4 × 7,5 µm; Qm = 4,3; tetrasporici, clavati (secondo Stangl basidi 23-28 × 7-8 (-12) µm).
Pleurocistidi e Cheilocistidi (43,8) 45,4-53,6 (61,9) × (10) 10,8-15,2 (17,5) µm; Q = (2,7) 3,2-4,7 (5); N = 9; Media = 50 × 13,3 µm; Qm = 3,9
; da subfusiformi a ventricosi, sono identici tra loro, con la presenza all'apice di un gel molto evidente negli esemplari più freschi e sono a parete sottile, a volte quando il gel è assente si notano dei cristalli all'apice (secondo Stangl cistidii imeniali 50-60(-75) × 15-20 µm).
Caulocistidi a parete sottile presenti specialmente nella parte superiore del gambo.
Epicute formata da ife cilindriche larghe 4-14 µm.
GAF molto frequenti, specialmente nella caulocute.

Commestibilità/Tossicità
Tossico, responsabile della Sindrome muscarinica.

Osservazioni
Le caratteristiche più evidenti della specie sono i cistidi più o meno utriformi con la presenza di pareti sottili e un gel sulla superficie terminale. È una specie poco comune di ambienti igrofili in boschi soprattutto di conifere, sia di macchia mediterranea, che di pianura. 

Somiglianze e varietà
Dopo un esame microscopico, non si hanno dubbi per la determinazione della specie, data la particolarità morfologica dei cistidi utriformi con pareti sottili e contornati da una sostanza gelatinosa. Non esistono altre specie nel genere Inocybe con queste caratteristica.

Bibliografia
AA.VV., 2018. Funga Nordica. Agaricoid, boletoid and cyphelloid genera. Ed. Nordsvamp. 2nd Edition, 2nd printing.
ALESSIO, C.L. & REBAUDENGO, E., 1980. 
Inocybe, In G. Bresadola. Iconographia Mycologica. 29, Suppl. 3. Trento.
BON, M., 1997. Clé monographique du genre Inocybe (Fr.) Fr. 2ème Partie: sous-genre Inocybe = Inocybium (Earle) Singer. Documents Mycologiques 27, 108: 1-77.
KUYPER, T.W., 1987. A revision of the genus 
Inocybe. I. Subgenus Inosperma and the smooth-spored species of Subgenus Inocybe. Brittonia. 39, 3: 406–406.
STANGL, J., 1989. Die Gattung Inocybe in Bayern. Hoppea 46: 5388.

Scheda di proprietà AMINT realizzata da Paolo Avetrani e Manuel Atzeni - Approvata e Revisionata dal CLR Micologico di AMINT.

 

Regione Toscana, Orbetello (GR); Febbraio 2020; Foto macro di Paolo Avetrani e Manuel Atzeni, foto micro di Manuel Atzeni

Foto di Paolo Avetrani.
Cappello pruinoso con fibrille radiali.

macro 800.jpg

Lamelle biancastre ocracee nei giovani esemplari. Sul gambo è presente della pruina. 

lamelle e gambo.jpg

Tavola n. 71, Fig 2 (Alessio & Rebaudengo 1980) di Inocybe leptocystis.

Senzanome.jpg

Foto di Manuel Atzeni.

800x600.jpg

Basidi e spore. Osservazione in Rosso Congo a 400×.

40x.jpg.2928e2731c036b088e8150473442239e.jpg

Basidi e spore. Osservazione in Rosso congo a 600×.

60x-3.jpg.5e589fb452c1193904dbc2eac6795ce0.jpg

Cheilocistidi e basidi. Osservazione in Rosso Congo a 400×.

40x-1.thumb.jpg.af69d06463b1cf6d3cc3325746c03142.jpg

Pleurocistidi. Osservazione in Floxina 1% a 600×.

60x-1.thumb.jpg.4909c2a1afd573f0aea42c280a02b005.jpg

Pleurocistidi. Osservazione in Rosso Congo a 600×.

60x-2.thumb.jpg.27032d4f691f567dfe6f81c787557a5e.jpg

Caulocistidi. Osservazione in Rosso Congo a 600×.

caulo60x-2.jpg.4e9e35477a3e2b3e335fa2b95b78e3b2.jpg

GAF caulocute. Osservazione in Rosso Congo a 600×.

267973605_gafcauylocute60x.jpg.3f76db6a36690de882a78a077a95f575.jpg

Ife pileipellis. Osservazione in Rosso Congo a 400×.

pileipellis-2.jpg.16d5ad7305cb8c75dd795e7fd5bc4d3e.jpg

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy