Jump to content

Mario Iannotti

Admin
  • Posts

    5,973
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by Mario Iannotti

  1. Clitocybe alexandri (Gillet) Gillet; Regione Umbria; Novembre 2016; Foto e commento di Mario Iannotti.

    Ritrovamento in una pineta d'impianto di Pinus nigra e Cupressus sp., cappello convesso, con leggera depressione centrale, di colore ocra-argilla, con macchie più scure, margine a lungo involuto, lamelle decorrenti, basse, biforcate, su toni argillacei, più chiari del cappello, gambo cilindrico, si ingrossa verso la base ove ingloba nella carne materiale vegetale costituito da aghi, foglie e rametti. La carne ha un odore caratteristico, aromatico, pungente, evocante il lucido da scarpe.

    post-12947-0-82123400-1479914449.jpg

    post-12947-0-34428900-1479914464.jpg

    post-12947-0-22572100-1479914484.jpg

    post-12947-0-16156100-1479914504.jpg

  2. Suillus lakei (Murrill) Smith & Thiers; Regione Umbria; Novembre 2016; Foto e commento di Mario Iannotti.

    Ritrovamento sotto Pseudotsuga menziesii (Mirbel) Franco a 1000 m s.l.l..

    post-12947-0-37653800-1479897171.jpg

    post-12947-0-88308100-1479897185.jpg

    La carne vira al blu alla base del gambo.

    post-12947-0-12728500-1479897222.jpg

    Particolare del viraggio al blu della carne e dell'anello membranoso, fioccoso, inguainante.

    post-12947-0-27786100-1479897276.jpg

    Particolare dell'imenoforo con i pori i ampi ed angolosi, di colore giallo, virano al brunastro al tocco, disposti a raggera.

    post-12947-0-48384600-1479897311.jpg

    post-12947-0-22796800-1479897327.jpg

    post-12947-0-18505800-1479897342.jpg

  3. Battarrea phalloides (Dicks. ex Persoon) Persoon; Regione Umbria, Isola Polvese; Novembre 2016; Foto, commento e microscopia di Mario Iannotti, legit Marco Cecchini.

    Esemplari in stadio avanzato di maturazione rinvenuti sotto Cipresso.

    post-12947-0-63938100-1478792729.jpg

    Capitulo contenente la gleba che a maturità si frammenta sotto forma di polvere ocra-rugginosa contenente le spore e parti del capillizio, fratturato in segmenti chiamati "elateri".

    post-12947-0-38229300-1478792757.jpg

    post-12947-0-07114400-1478793123.jpg

    post-12947-0-21117400-1478793155.jpg

    Microscopia
    Spore 3,9-5,2× 3,9-5,1µm; Q =1-,1; Qm,=1,0, subglobose, di colore ocra-ruggine in massa, con la superficie decorata di piccole verruche. Osservazione in acqua a 1000×.

    post-12947-0-87127100-1478793539.jpg

    post-12947-0-77477800-1478793551.jpg

    post-12947-0-72727100-1478793568.jpg

    post-12947-0-80576600-1478793580.jpg

    Capillizio frammentato in segmenti chiamati "elateri". Osservazione in acqua a 1000×.

    post-12947-0-22107600-1478793720.jpg

    post-12947-0-07635700-1478793735.jpg

    post-12947-0-36756100-1478793747.jpg

  4. Lactarius atlanticus Bon; Regione Umbria; Novembre 2016; Foto e commento di Mario Iannotti.

    Ritrovamento sotto Quercus ilex, ambiente lacustre, con terreno sabbioso, cappello liscio, con colorazioni fulvo-arancio, più cariche al centro, sfumano su toni pallidi verso il margine, gambo cilindrico, concolore, dalla metà verso la base con colori più carichi e con presenza di una peluria ocra-aranciata, crescita fascicolata e gregaria. Lamelle abbastanza fitte, subdecorrenti, ocracee. Latice scarso, trasparente, sieroso. L’odore è distintamente cimicino. Le specie macroscopicamente più vicine sono: il Lactarius serifluus, che condivide lo stesso ambiente ed ha lo stesso odore, si differenzia per la cuticola granulosa, privo di tonalità fulvo-rossastre, si caratterizza piuttosto per i toni bruno-ocracei, tende ad avere il cappello di dimensione maggiore rispetto al gambo; Lactarius subumbonatus ha il cappello fortemente grinzoso-rugoso, bruno scuro; Lactarius cremor ha gli stessi toni fulvo-aranciati, differisce però per le piccole dimensioni, la cuticola granulosa con il margine del cappello spesso crenulato, l’odore particolare di foglia d’edera e predilige l’associazione con il Faggio; Lactarius camphoratus, predilige l’habitat di montano di conifera, si caratterizza per il colore del cappello e del gambo di un bel bruno-rossastro con sfumature violacee, con l’invecchiamento la tinte violacee aumentano nello stipite, odore di cimice. La presente determinazione si fonda esclusivamente sui caratteri macroscopici della specie e sul confronto dei caratteri morfologici delle specie simili.

    post-12947-0-08497800-1478722830.jpg

    post-12947-0-44980300-1478722847.jpg

    Dalla metà alla base del gambo i colori sono più carichi e con presenza di una peluria ocra-aranciata.

    post-12947-0-90352400-1478722861.jpg

  5. Tricholoma joachimii Bon & A. Riva; Regione Umbria; Ottobre 2016; Foto di Mario Iannotti.

    post-12947-0-03984200-1478349802.jpg

    post-12947-0-01121800-1478349819.jpg

    Cappello decorato al centro da piccole squame bruno-vinose che si diradano verso il margine.

    post-12947-0-69682900-1478349854.jpg

    post-12947-0-21002200-1478350008.jpg

    Gambo ricoperto da fibrille e fini squamette brunicce, le lamelle hanno il filo giallo che sfuma al giallo paglierino verso l'interno per qualche millimetro, lasciando la restante parte biancastra.

    post-12947-0-17930200-1478350031.jpg

×
×
  • Create New...

Important Information